L’atto di citazione

Pubblicato il: 10-02-2019 | Categoria : Attualità e Società, feed | 23 views | FONTE ORIGINALE

0

L’atto di citazione come atto introduttivo del processo civile. I soggetti, i requisiti, i termini e la nullità. Vuoi sapere qual è l’atto con il quale inizia un processo civile? Hai sentito parlare di attore e convenuto e di stai chiedendo chi sono? Non conosci i requisiti dell’atto di citazione la cui mancanza ne può determinare la nullità? Andiamo con ordine e cerchiamo di fare chiarezza. Nel processo civile l’atto di citazione è quello con il quale un soggetto, denominato attore, chiama in giudizio un altro soggetto, detto convenuto, proponendo una domanda giudiziale al fine di ottenere la tutela di un suo diritto. Attraverso l’atto di citazione si instaura il cosiddetto contraddittorio tra la parte attrice e quella convenuta, le quali si vengono a “scontrare” l’una con l’altra, dinanzi ad un terzo soggetto, il giudice, che è chiamato a decidere chi ha ragione e chi ha torto. Cos’è l’atto di citazione? Questo atto è diretto a due distinti soggetti: il convenuto, che è quello nei cui confronti l’attore avanza le sue pretese; il giudice, che è colui che deve decidere della controversia sottoposta alla sua conoscenza. L’atto di citazione inoltre, deve individuare l’oggetto del giudizio, vale a dire deve contenere l’esposizione delle richieste dell’attore con l’indicazione ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment