L’appello incidentale

Pubblicato il: 09-02-2019 | Categoria : Attualità e Società, feed | 20 views | FONTE ORIGINALE

0

Sia tu che la tua controparte avete vinto solo in parte nel giudizio di primo grado, oppure la sentenza è scritta così male che non si capisce quale delle parti sia vincitrice o soccombente: puoi contrastare l’appello del tuo avversario formulando appello incidentale. Finalmente è stata pronunciata la sentenza di primo grado, ma il Giudice ha mal interpretato la vicenda e le prove e nessuna delle parti risulta vincitrice o soccombente, la sentenza non è chiara e il tuo avversario ha già preannunciato che farà appello per vedere riconosciute le proprie ragioni. Anche tu vorresti proporre una soluzione alternativa alla sentenza di primo grado, perché anche le tue ragioni sono state travisate, ti chiedi allora come fare. L’appello incidentale è un istituto del diritto processuale, sia penale che civile, che ti consente di proporre a tua volta appello quando una delle altre parti abbia appellato la sentenza di primo grado nei termini di legge. La sua funzione è quella di consentire all’appellante incidentale di fornire una tesi alternativa rispetto a quella dell’appellante in via principale. Vediamo allora come funziona l’appello incidentale, come si propone e quali costi comporta. Quando si può ricorrere all’appello incidentale? La legge prevede che nel caso di soccombenza di ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment