La settimana lavorativa corta non è più un miraggio

Pubblicato il: 22-09-2022 | Categoria : Attualità e Società, feed, Lavoro | 18 views | FONTE ORIGINALE

0

La normativa vigente prevede la possibilità di ridurre i giorni lavorativi, pur fissando a 40 ore settimanali il limite massimo per ciascun lavoratore. Nel mondo è già realtà da tempo: Giappone, Spagna, Finlandia e Belgio sono alcuni esempi virtuosi di come la settimana lavorativa corta funzioni bene e migliori la qualità della vita di chi può usufruire di questa possibilità. In Italia, da quando tra gli anni ’80 e ’90 si sono ridotti i giorni lavorativi portandoli da sei a cinque, l’ipotesi di una settimana ancor più corta è sempre stata intesa come un miraggio, un sogno praticamente irraggiungibile. In realtà, però, anche nel nostro Paese qualcuno ha iniziato ad adottare questa soluzione in via sperimentale, aprendo uno spiraglio di speranza. Quando qualche decennio fa si è passati a cinque giorni lavorativi, istituendo il «weekend libero» (diritto a cui ora nessuno dei lavoratori che ne beneficia sarebbe disposto a rinunciare), le aziende non hanno risentito di particolari danni, così come gli uffici pubblici. Oggi si torna a parlare dell’opportunità di una settimana lavorativa di soli quattro giorni non tanto per il beneficio che i dipendenti potrebbero trarne, quanto per l’esigenza di contenere i costi legati all’aumento del prezzo di energia e gas che, ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment