Il fisco controlla le carte prepagate?

Pubblicato il: 11-02-2019 | Categoria : Attualità e Società, feed | 20 views | FONTE ORIGINALE

0

Accertamenti fiscali: l’Agenzia delle Entrate può verificare il denaro accreditato o speso sulle carte come Postepay, Paypal, Carta prepagata Amazon, carte di credito prepagate delle banche? Se è vero che viviamo nell’epoca della trasparenza bancaria e dei continui controlli sui conti correnti da parte dell’Agenzia delle Entrate, in molti si domandano se, da tale regime, restano escluse le carte prepagate. Il mercato delle prepagate oggi è assai vario ed in rapida espansione: alla tradizionale Postepay si è aggiunta anche la prepagata Paypal, la carta Amazon, la Lottomaticard. Le stesse Poste italiane offrono una serie di alternative alla Postepay Standard: c’è la Postepay Evolution, la Evolution Business, la Postepay Connect, Virtual, Corporate, ecc. Per finire ci sono le numerose carte prepagate che ogni istituto di credito offre ai propri clienti per gli acquisti su internet o per le più svariate esigenze commerciali. Chi fa un uso continuo di tali strumenti è interessato a sapere se il fisco controlla le carte prepagate. Quali possono essere i rischi per chi canalizza entrate ed uscite di denaro sulla propria prepagata senza però rispettare gli adempimenti fiscali che la normativa impone? Immaginiamo una persona che, nel gestire un’attività di compravendita dell’usato su internet in modo professionale e continuo, ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment