Divisione ereditaria: ultime sentenze

Pubblicato il: 12-06-2019 | Categoria : Attualità e Società, feed | 25 views | FONTE ORIGINALE

0

Divisione ereditaria; formazione dello stato attivo dell’eredità; immobili non divisibili; mutamento della natura ereditaria della comunione; redazione del progetto di divisione; diritto dell’erede sulla propria quota; vendita di un bene ereditario prima della divisione da parte di uno solo dei coeredi; operazioni divisionali; criteri di assegnazione. Cosa succede in caso di morte di uno dei coeredi a seguito dell’apertura della successione e dell’accettazione dell’eredità? L’azione di riduzione può ritenersi implicitamente proposta con la domanda di divisione? Leggi le ultime sentenze. Quali sono i criteri per la divisione ereditaria? In tema di divisione ereditaria o di cose in comunione, qualora nel patrimonio comune vi siano più immobili da dividere, spetta al giudice del merito accertare se il diritto della parte sia meglio soddisfatto attraverso il frazionamento delle singole entità immobiliari oppure per mezzo dell’assegnazione di interi immobili ad ogni condividente, salvo conguaglio. Corte appello L’Aquila, 02/11/2018, n.2071 Giudizio di divisione ereditaria Nel giudizio di divisione ereditaria, la comunione su un bene immobile non comodamente divisibile ex art. 720 c.c., esistente tra medesimi soggetti ma in virtù di titoli diversi, dando luogo alla formazione di autonome masse, impone la diversificazione delle operazioni divisionali che, secondo un criterio logico–cronologico, devono essere compiute partendo dallo scioglimento della comunione più risalente per ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment