Disturbo della quiete pubblica: ultime sentenze

Pubblicato il: 22-09-2022 | Categoria : Attualità e Società, feed | 23 views | FONTE ORIGINALE

0

Configurabilità del reato di disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone; superamento della normale tollerabilità; schiamazzi nelle ore notturne; emissioni sonore e responsabilità del gestore del locale. Quando si configura il reato di disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone? Come si può tutelare la pubblica tranquillità? Come si differenziano l’illecito amministrativo di immissioni acustiche intollerabili ed il reato di disturbo della quiete pubblica? Per scoprirlo, leggi le ultime sentenze. Disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone Il disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone, per essere penalmente sanzionabile ai sensi dell’articolo 659 del Cp, deve incidere sulla tranquillità pubblica, essendo posto a tutela della pubblica quiete, sicché i rumori devono avere una tale diffusività che l’evento di disturbo sia potenzialmente idoneo ad essere risentito da un numero indeterminato di persone, pur se poi concretamente solo taluna se ne possa lamentare. L’effettiva idoneità delle emissioni sonore ad arrecare pregiudizio ad un numero indeterminato di persone costituisce accertamento di fatto rimesso all’apprezzamento del giudice di merito, il quale non è tenuto a basarsi esclusivamente sull’espletamento di specifiche indagini tecniche, ben potendo fondare il proprio convincimento su altri elementi probatori in grado di dimostrare la sussistenza di un fenomeno in grado di ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment