Differenza tra risarcimento e indennizzo

Pubblicato il: 22-11-2021 | Categoria : Attualità e Società, feed | 23 views | FONTE ORIGINALE

0

Atto illecito: quando c’è responsabilità civile? Quando si è obbligati a pagare il risarcimento e quando l’indennità? Chi provoca ad altri un danno ingiusto è tenuto a pagare il risarcimento. Un principio tanto noto quanto ovvio. Prendiamo il caso dell’incidente stradale: chi ha causato il sinistro paga i danni (seppur mediante la propria assicurazione). Lo stesso dicasi per qualsiasi altro danneggiamento: la pallonata che rompe i vetri della finestra, il mancato rispetto di un obbligo contrattuale, ecc. Per legge, ci sono delle ipotesi in cui occorre pagare un’altra persona pur non avendo commesso alcun illecito. È proprio qui la differenza tra risarcimento e indennizzo. Come meglio diremo nel prosieguo, risarcimento e indennizzo (o indennità) sono accomunati dal danno che un soggetto patisce, ma si distinguono l’uno dall’altro per il tipo di evento che ha causato il pregiudizio. Se l’argomento ti interessa e vuoi saperne di più, prosegui nella lettura: vedremo insieme qual è la differenza tra risarcimento e indennizzo. Risarcimento: cos’è? Il risarcimento è l’obbligo che sorge in capo a un soggetto ogni volta che è responsabile di un danno. Il risarcimento può essere di due tipi: per equivalente, quando consiste nella compensazione pecuniaria del danno; in forma specifica, quando consiste nella rimozione diretta del danno, con ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment