Danno tanatologico: cos’è e come si calcola il risarcimento

Pubblicato il: 14-01-2022 | Categoria : Attualità e Società, feed | 33 views | FONTE ORIGINALE

0

Come chiedere il risarcimento per il dolore sofferto per la morte di un parente causata da un’altra persona?  Ti è capitato di perdere un parente a cui eri molto legato a causa della condotta illecita altrui? Per esempio immaginiamo che, mentre tuo padre stava attraversando la strada sulle strisce pedonali, un’autovettura, senza rallentare e fermarsi, lo ha investito. Nonostante la degenza in ospedale, dopo poco il papà muore per le lesioni subìte in seguito all’incidente. Arrabbiato, ti starai chiedendo come ottenere il risarcimento del danno per la tua perdita. Questo articolo vuole parlarti proprio del danno tanatologico: cos’è e come si calcola il risarcimento. Forse non sai che, oltre a poter chiedere il risarcimento per la sofferenza che tu hai patito per la morte di un parente, in alcuni casi puoi chiedere il risarcimento anche per la sofferenza che ha dovuto sopportare il tuo familiare, prima di morire, mentre era in ospedale per le cure mediche. Continuando nella lettura ti spiegherò cos’è il danno tanatologico, cioè il danno da morte. Ti spiegherò in quali occasioni potrai chiedere anche il risarcimento del danno sofferto da un tuo familiare, deceduto per colpa altrui, e come vengono calcolati i risarcimenti. Cos’è il danno tanatologico? Il danno tanatologico, anche conosciuto ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment