Danno morale da incidente stradale: come si prova?

Pubblicato il: 14-01-2022 | Categoria : Attualità e Società, feed | 25 views | FONTE ORIGINALE

0

Come dimostrare la sofferenza psicologica e il patema d’animo provocato da un sinistro e quanto si può ottenere per il ristoro economico. Gli incidenti stradali possono provocare conseguenze molto gravi, che riguardano non solo la vita, la salute e l’integrità fisica delle persone coinvolte e i danni riportati dai veicoli, ma anche altri fenomeni “silenziosi”, che vengono vissuti a livello interiore dal danneggiato e talvolta anche dai suoi congiunti. Il trauma subìto durante il sinistro e le lesioni riportate a seguito di esso possono provocare ansia, depressione, malesseri, turbamenti interiori e patemi d’animo. Queste manifestazioni rientrano nell’ampia categoria del danno morale, che è risarcibile. Ma come si prova il danno morale da incidente stradale? È difficile calcolare qual è il prezzo della sofferenza interiore, ma è ancora più arduo riuscire a capire quando questo stato soggettivo si manifesta e quali sono i segnali che lo esprimono. Eppure, è sempre necessario fornire la dimostrazione dell’entità del danno morale riportato, altrimenti il risarcimento viene inevitabilmente negato. Questa è una conseguenza ineludibile del principio dell’«onere della prova», sancito dall’art. 2697 del Codice civile, secondo cui chi agisce per far valere un diritto in giudizio deve sempre «provare i fatti che ne costituiscono il fondamento». Solo ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment