Credito Iva per cessata attività: quando scade?

Pubblicato il: 16-05-2018 | Categoria : Attualità e Società, feed | 22 views | FONTE ORIGINALE

0

Cessazione dell’attività professionale o commerciale: quanto tempo per avere il rimborso Iva e come fare. Il contribuente che cessa la propria attività professionale o imprenditoriale ha diritto al rimborso dell’Iva ecedente. La legge non parla espressamente di un termine entro il quale deve essere richiesto il rimborso del credito Iva e occorre pertanto fare riferimento all’orientamento prevalente della giurisprudenza. Vediamo dunque quando scade il credito Iva per cessata attività. Cessazione attività: diritto al rimborso Iva La legge [1] prevede che se dalla dichiarazione annuale risulta un credito Iva, il contribuente ha diritto di computare l’importo dell’eccedenza in detrazione nell’anno successivo, o di chiedere il rimborso in caso di cessazione di attività (non potendo, in tal caso, essere sfruttata la detrazione). Se il credito è di importo superiore a 30mila euro, il rimborso dell’eccedenza detraibile risultante all’atto della cessazione dell’attività è subordinato alla prestazione di una garanzia. La garanzia deve essere prestata per una durata pari a tre anni dall’esecuzione del rimborso, o, se inferiore, al periodo mancante al termine di decadenza dell’accertamento, sotto forma di cauzione in titoli di Stato o garantiti dallo Stato, al valore di borsa, o di fideiussione rilasciata da una banca o da una impresa commerciale che a giudizio dell’Amministrazione finanziaria offra ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment