Contratto stagionale: si può prorogare dopo l’estate?

Pubblicato il: 08-08-2018 | Categoria : Attualità e Società, feed | 9 views | FONTE ORIGINALE

0

Azienda e lavoratore possono accordarsi per una proroga del rapporto di lavoro stagionale anche se l’estate è terminata? La tua azienda ha solitamente necessità di assumere lavoratori stagionali sino a settembre, ma hai necessità di prorogare di un paio di mesi, sino a ottobre o a novembre, i contratti di alcuni dipendenti assunti per la stagione estiva? Hai dunque paura di essere sanzionato perché stai prolungando il rapporto di lavoro oltre l’estate? Devi sapere che, anche se il contratto di lavoro stagionale è utilizzato per attività cicliche, che si svolgono in determinati periodi dell’anno, non esistono limiti che impongono all’azienda di assumere il lavoratore in mesi specifici, in quanto le esigenze possono variare a seconda dell’attività svolta. Peraltro, al lavoro stagionale non si applicano i nuovi limiti previsti dal decreto Dignità per il contratto a termine. Devi però prestare particolare attenzione, in quanto il lavoro stagionale non può essere applicato a qualsiasi rapporto di lavoro, ma solo se sono svolte particolari mansioni elencate dal decreto sul lavoro stagionale [1], oppure dai contratti collettivi. Inoltre, se la proroga del lavoro stagionale è eccessivamente lunga, la stagionalità del contratto potrebbe essere contestata per mancanza del requisito della ciclicità. Ma procediamo per ordine e ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment