Contratto locazione non registrato: conseguenze sui canoni

Pubblicato il: 26-11-2021 | Categoria : Attualità e Società, feed | 26 views | FONTE ORIGINALE

0

Cosa succede in caso di mancata o tardiva registrazione: l’affitto va pagato? Quali sono le sanzioni? Il proprietario può liberare i locali? Se sei proprietario di un immobile dato in affitto, o se sei l’inquilino che lo abita o lo usa a fini commerciali, ti interesserà molto sapere quali sono le conseguenze sui canoni da pagare in caso di contratto di locazione non registrato. Le più recenti sentenze della Corte di Cassazione affermano che quando il contratto di locazione non è stato registrato il proprietario non ha diritto al pagamento dell’intero canone pattuito con l’inquilino, ma soltanto alla ben minore «indennità di occupazione», che è una sorta di indennizzo per l’uso dei locali protratto nel tempo. Inoltre l’inquilino può richiedere, con un’azione legale da instaurare davanti al giudice civile, la restituzione delle somme versate in base a quanto stabilito nel contratto rimasto senza registrazione. Non tutto, però, va a sfavore del proprietario, che può sempre ottenere (ma non con la procedura dello sfratto) la liberazione dei locali occupati senza valido titolo: come vedrai, tutto ciò dipende dal fatto che il contratto di locazione non registrato è nullo per espressa disposizione di legge e questo comporta importanti conseguenze sui canoni ed anche sulle ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment