Contatore gas: ultime sentenze

Pubblicato il: 22-11-2021 | Categoria : Attualità e Società, feed | 16 views | FONTE ORIGINALE

0

Contratto di somministrazione; rilevazione dei consumi; rottura dei sigilli del contatore del gas e reato di furto. Contestazione delle bollette e riparto dell’onere probatorio Nei contratti di somministrazione di energia e gas naturale, a fronte della contestazione della congruità dei consumi portati dalle bollette e della conformità dei consumi effettivi, spetta al somministrante (società che fornisce il bene all’utente) e non al distributore (società che fornisce il bene per la fornitura agli utenti) la prova del quantum della merce fornita e del quantum del corrispettivo secondo i criteri di riparto stabiliti dagli artt. 1218 e 2697 c.c.. Consegue che la rilevazione dei consumi mediante contatore è assistita da una mera presunzione semplice di veridicità e la bolletta risulta idonea a dimostrare l’entità dei consumi della somministrazione solo in caso di mancata contestazione da parte dell’utente poiché, in ipotesi contraria, il somministrante deve provare la quantità di consumo registrato, il corretto funzionamento del contatore e la corrispondenza fra quanto riportato in bolletta e quanto emergente dal contatore. Tribunale Vibo Valentia sez. I, 29/04/2021, n.321 Furto di fornitura di gas La rimozione della piombatura con cui è stato chiuso il contatore del gas per morosità dell’imputato, il quale, successivamente, ha provveduto alla riattivazione abusiva della fornitura, integra la condotta criminosa del ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment