Consulenza legale alla PA: è appalto?

Pubblicato il: 11-01-2019 | Categoria : Attualità e Società, feed | 22 views | FONTE ORIGINALE

0

L’avvocato che lavora per la pubblica amministrazione è un appaltatore? Qual è la differenza tra appalto e contratto d’opera? Di un avvocato c’è sempre bisogno: non solo per assistenza giudiziale (per affrontare le cause in tribunale, in pratica), ma anche per consigli e pareri legali. Posso comportarmi in questo modo oppure commetto un illecito? Cosa succede se stipulo un contratto a queste condizioni? Mi conviene oppure no? Un legale esperto potrà sicuramente rispondere a quesiti come questi. Ad avere bisogno di assistenza legale non sono solo i cittadini: anche le persone giuridiche e gli enti pubblici necessitano di consulenza. Anzi, forse ancor più di quanto possa servire al normale cittadino, visto che intorno ad un ente circola un giro di affari sicuramente più consistente. E così, non sono pochi gli avvocati chiamati dalle pubbliche amministrazioni per assisterle nella redazione di atti, nell’affidamento di incarichi, nella gestione delle entrate e delle spese. Fin qui tutto normale. Il problema giuridico è un altro. Come senz’altro saprai, un avvocato è un libero professionista che, per definizione, non può svolgere un lavoro da dipendente (salve le eccezioni previste dalla legge, come l’insegnamento scolastico e universitario). La pubblica amministrazione, quindi, non può assumerlo come dipendente ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment