Come superare i limiti dei contratti a termine

Pubblicato il: 11-02-2019 | Categoria : Attualità e Società, feed | 25 views | FONTE ORIGINALE

0

Contratti collettivi e di prossimità, accordi in sede protetta: le deroghe al decreto Dignità nella disciplina del contratto a termine. Il decreto Dignità [1] ha modificato profondamente il contratto a termine, stabilendo numerosi limiti all’utilizzo di questo rapporto di lavoro. Sono state infatti reintrodotte le causali del contratto, è diminuito il numero massimo di proroghe possibili, è stata ridotta la durata massima del rapporto di lavoro e, in generale, sono state cancellate diverse disposizioni che consentivano una maggiore flessibilità alle imprese nell’utilizzo del rapporto a tempo. Molte delle limitazioni del nuovo decreto, però, sono “mitigate” dalle previsioni dei contratti collettivi e dei contratti di prossimità, che possono modificare la disciplina del contratto a tempo determinato, anche in deroga alla normativa. Alcune previsioni rendono possibile, ad esempio, superare la durata massima del rapporto, oppure il numero massimo di lavoratori che può essere assunto a termine. Un altro modo per superare i limiti del decreto Dignità nel lavoro a termine è l’utilizzo di lavoratori in somministrazione. Numerose deroghe sono poi previste per i lavoratori stagionali. Ma procediamo per ordine e cerchiamo di capire, in base alla normativa, come superare i limiti dei contratti a termine. Si può superare la durata massima del contratto a termine? In base alle previsioni ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment