Come si entra nella pubblica amministrazione?

Pubblicato il: 09-08-2018 | Categoria : Attualità e Società, feed | 6 views | FONTE ORIGINALE

0

Rapporto di lavoro pubblico: differenze con l’impiego privato, piano dei fabbisogni, procedure di reclutamento, concorsi. La maggior parte dei lavoratori italiani ambisce al cosiddetto posto fisso, inutile negarlo: con un mercato del lavoro in cui le assunzioni sono sempre meno, e gli impieghi sempre più precari e sottopagati, essere assunti da una pubblica amministrazione rappresenta una delle poche ancore di salvezza, garanzia, nella maggior parte dei casi, di sicurezza e stabilità. Ma come si entra nella pubblica amministrazione, con quali contratti si viene assunti, e quali sono le principali differenze tra impiego pubblico e privato? Facciamo il punto della situazione sul posto fisso pubblico. Che cos’è il pubblico impiego? Si definisce rapporto di pubblico impiego o, più precisamente, lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni, il rapporto in cui il lavoratore svolge la propria attività, in maniera stabile e continuativa, a disposizione dello Stato o di un ente pubblico non economico. Nel rapporto pubblico, in pratica: il datore di lavoro è un ente pubblico; le mansioni del lavoratore sono pertinenti ai compiti istituzionali; l’attività lavorativa è svolta in modo continuativo e durevole. Il rapporto è volontario, in quanto il lavoratore non è obbligato dallo Stato a prestare servizio, ed è bilaterale, in quanto si stabilisce tra due parti con ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment