Twitch: cos’è e come funziona

Posted on : 17-04-2019 | By : admin | In : Attualità e Società, feed, Video

0

Leggi la nostra guida sul Twitch: dalle modalità con cui si può assistere alle dirette ai metodi per effettuarle, fino ad arrivare alle diverse forme di monetizzazione.

Ultimamente, ti sarà certamente capitato di sentire parlare di Twitch, piattaforma di livestreaming che sta letteralmente spopolando fra i più giovani, oscurando parzialmente persino lo strapotere di brand ormai consolidati come Facebook e YouTube. Ma Twitch cos’è e come funziona? Capiamo che per un neofita possa essere difficile avvicinarsi a questa piattaforma, ma niente paura. Con questa nostra semplice guida avrai un quadro generale della struttura e del funzionamento di questo servizio, destinato a espandersi ulteriormente nei prossimi anni. Avrai così tutti gli strumenti per decidere se dedicare parte del tuo tempo a Twitch e magari aprire un tuo personale canale.

Cos’è Twitch?

Twitch è una piattaforma di live streaming di proprietà Amazon, sorta sulle ceneri di un servizio analogo chiamato Justin. Questo portale nasce con lo scopo di permettere ai propri utenti di condividere in tempo reale con i loro follower i video delle loro sessioni di gioco con i videogame più conosciuti e apprezzati.

Uno strumento per farsi un’idea più precisa su un videogame prima di procedere all’acquisto, ma anche un modo per incentivare la creazione di community intorno al mondo dei videogiochi, settore sempre più popolare fra i più e i meno giovani. Con il passare del tempo, il focus dei contenuti immessi sul portale si è allargato ad altri settori dell’intrattenimento, abbracciando anche gli esports, il cinema e le serie televisive.

Analogamente a quanto avviene già da tempo su YouTube, Twitch ha permesso la nascita di veri e propri video blogger, ai quali fornisce una piattaforma sicura ed efficace per realizzare contenuti di qualità e per monetizzare attraverso essi, fidelizzando il proprio specifico pubblico di riferimento.

Come utilizzare Twitch?

Per cominciare a utilizzare Twitch, recati con il tuo computer sul sito internet ufficiale del servizio, e premi sul tasto Iscriviti che trovi in alto a destra sul tuo schermo. Potrai a questo punto scegliere un tuo nome utente e una password che rispetti i requisiti minimi di sicurezza, inserendo anche un indirizzo e-mail funzionante e la tua data di nascita.

Al termine della procedura, riceverai una mail di conferma, contenente un link che dovrai cliccare per rendere effettiva la tua iscrizione al servizio. In alternativa, puoi compiere la medesima operazione anche utilizzando le app create rispettivamente per Android e iOS, compilando i semplici moduli che ti vengono proposti.

Una volta iscritto, non ti resta che fare login al tuo account, attraverso il tasto accedi che trovi sempre sulla parte alta dello schermo. L’utilizzo di Twitch tramite browser sul computer è indubbiamente rapido e intuitivo, ma puoi decidere di fruire della piattaforma anche tramite altri dispositivi.

Oltre ai principali dispositivi mobile che utilizzano iOS o Android, per usufruire di Twitch puoi servirti anche di console dedicate al videogioco come PlayStation 4 e Xbox One, che confermano il solido legame fra questa piattaforma e l’ambiente videoludico.

A prescindere dal dispositivo da te scelto, per cominciare a guardare dei contenuti in streaming, ti basterà cliccare su uno dei tanti contenuti proposti all’interno dell’home page di Twitch o cercare direttamente un utente o un contenuto di tuo interesse attraverso l’apposita barra di ricerca.

Twitch: i costi

Essendo un servizio integrato ad Amazon, nel caso tu disponga già di un abbonamento attivo ad Amazon Prime potrai beneficiare gratuitamente del servizio Twitch Prime. Per farlo, ti basterà accedere alle impostazioni dal tuo pannello utente di Twitch, che trovi nell’angolo in alto a destra dello schermo, cliccare sulla voce Collegamenti e infine premere sul tasto Connetti accanto alla voce Amazon, inserendo poi le credenziali del tuo account sul celeberrimo portale di e-commerce.

L’unico modo per avere Twitch Prime è sottoscrivere un abbonamento ad Amazon Prime. Anche se non sei interessato agli altri servizi di questo grande pacchetto, che costa 36 euro all’anno, dovrai perciò sottoscrivere un abbonamento recandoti su questa pagina.

La sottoscrizione a Twitch Prime ti consentirà di beneficiare di alcuni vantaggi rispetto alla classica visualizzazione gratuita della piattaforma. Innanzitutto, la tua visione non sarà interrotta dai consueti intervalli pubblicitari, ma i creatori di contenuti riusciranno comunque a monetizzare il loro lavoro anche grazie alla tua sottoscrizione.

Inoltre, la sottoscrizione a Twitch Prime dà diritto a un abbonamento gratuito a un canale Twitch. L’abbonamento (in gergo sub), rispetto a un semplice follow del canale sblocca all’utente alcune funzionalità aggiuntive, fra cui emoticon personalizzate, chat private e stemmi da sfoggiare, oltre a specifici vantaggi decisi dallo streamer, che possono essere per esempio dei contenuti riservati ai sottoscrittori.

Il tema delle sub su Twitch è più articolato rispetto ad altri servizi analoghi. Esistono infatti tre livelli di sub: il primo da 4,99 euro al mese, di cui abbiamo già parlato poc’anzi, il secondo da 9,99 euro al mese e il terzo da 24,99 euro al mese. Ogni streamer può decidere in autonomia come utilizzare queste tre fasce di prezzo, sbloccando emoticon, chat o particolari stemmi, che daranno all’utente che li esporrà una sorta di prestigio virtuale. Ti invitiamo a consultare le linee guida dello specifico canale che intendi seguire per conoscere nel dettaglio le differenze tra i vari livelli di sottoscrizione.

Un altro strumento con cui si può sostenere il proprio streamer preferito è quello dei cosiddetti bit. I bit sono una sorta di bene virtuale su Twitch. Possono essere acquistati in pacchetti di piccole o grandi dimensioni (qui la lista aggiornata dei prezzi) e servono per “tifare” chi sta realizzando prodotti che incontrano il nostro interesse. Lo streamer riceverà una piccola parte di quanto speso dall’utente per l’acquisto dei bit, mentre l’utente riceverà, oltre alla gratitudine dello streamer, uno speciale stemma accanto al suo nome nella chat del canale.

La chat del canale è anche lo strumento con il quale è possibile spendere i bit precedentemente acquistati: per farlo, ti basta digitare su di essa la parola “tifo” (o “cheer”), seguita dal numero di bit che vuoi usare.

Twitch: come fare una live?

Dopo aver beneficiato di Twitch come spettatore e aver apprezzato i contenuti creati dai tuoi streamer preferiti, è possibile che tu abbia voglia di fare il salto dall’altra parte della barricata, cominciando a realizzare video in prima persona sul tuo canale.

Ciò che ti occorre non è soltanto l’abilità di stare davanti a una telecamera, di intrattenere e di migliorarti continuamente, ma anche un equipaggiamento tecnico che ti permetta di realizzare contenuti di accettabile qualità.

Oltre a una connessione internet funzionante, necessiti dunque di una webcam e di un microfono che ti consenta di diffondere audio di buona qualità, in modo da non disperdere neanche una delle tue preziose parole.

Per mettere in pratica la diretta video, puoi invece utilizzare uno dei tanti software compatibili con Twitch, che attraverso una semplice e immediata interfaccia ti permetteranno di connetterti con il tuo account e cominciare a fare dirette. Il programma che ti consigliamo è Open Broadcaster Software (disponibile a questo link), completamente gratuito e disponibile sia nella versione per PC sia in quella per Mac.

Come monetizzare su Twitch?

Dopo tanta fatica nell’ideare e nel realizzare contenuti di qualità, potresti avere il legittimo di desiderio di cominciare a monetizzare il frutto del tuo duro lavoro. Ma si possono guadagnare soldi veri su Twitch? La risposta è sì, e di seguito ti spieghiamo anche come fare.

Il primo passo per cominciare a guadagnare con Twitch è quello di diventare un affiliato. I requisiti per farlo sono avere almeno 50 follower e totalizzare nell’arco di 30 giorni almeno 500 minuti  di trasmissione, 7 giorni di trasmissione e una media di almeno tre spettatori simultanei. Sarà lo stesso Twitch a notificarti il raggiungimento dei requisiti, con una mail e una notifica nella tua dashboard del portale.

Quando avrai conquistato lo status di affiliato, comincerai a guadagnare soldi veri dalle sub, dai bit che ti vengono regalati e addirittura dall’acquisto di videogiochi durante le tue dirette. Se diffonderai un video di una tua sessione di gioco, lo spettatore riceverà infatti offerte per acquistare il gioco stesso o specifici contenuti all’interno di esso. Twitch ti concederà il 5% di ogni vendita effettuata tramite il tuo canale.

Il successivo livello è quello di diventare partner di Twitch. I requisiti in questo caso sono un po’ più difficili da raggiungere, ma non impossibili. Per diventare partner ti occorrono infatti ben 25 ore di trasmissione nell’arco di 30 giorni, con 12 giorni unici con streaming effettuato e una media di 75 spettatori. Come partner, guadagnerai dagli abbonamenti effettuati, dai bit a te elargiti (nella misura di 1 centesimo a bit) e dagli annunci pubblicitari riprodotti all’interno delle tue dirette. Potrai inoltre sbloccare fino a 50 emoticon canale, che renderanno ancora più esclusivi e accattivanti i contenuti del tuo canale.

Un’ulteriore forma di monetizzazione è quella derivante da Refereum Twitch. Refereum è una vera e propria criptovaluta, sostenuta anche dal supporto delle stesse case di videogiochi, intenzionate a investire in un pubblico specifico da fidelizzare. A differenza delle precedenti forme di monetizzazione, questa è dedicata non soltanto a chi i contenuti li produce, ma anche a chi li guarda. Ogni utente sarà infatti pagato in Refereum per guardare specifici contenuti ed effettuare piccole operazioni. I Refereum accumulati sono utilizzabili esclusivamente per l’acquisto di videogiochi. Questa limitazione non ha aiutato la diffusione dei Refereum che al momento sono ancora poco utilizzati all’interno di una comunità in forte espansione come Twitch.