02871657881: attenzione a questo numero

Posted on : 15-01-2020 | By : admin | In : feed, Informatica, Tecnologia, Telefonia

0

call center spam

Torniamo a parlare di numerazioni telefoniche poco raccomandabili e che potrebbero portarvi a perdere dei soldi. E’ il caso del numero di telefono 02871657881. A chi fa riferimento questo numero? Cosa vuole? Cerchiamo di scoprirlo.

02871657881: Vuoi svoltare la tua vita grazie al trading?

Chi ha risposto alla telefonata dal numero in questione s’è sentito dire da una voce registrata: “Vuoi svoltare la tua vita grazie al trading?” e poi “Se vuoi sapere come svoltare la tua vita grazie al trading, premi 1”.

Precisiamo subito una cosa: il rispondere a questo numero di telefono non comporta nessun tipo di addebito sul vostro numero di telefono. E’ il dopo, semmai, a portare dei problemi.

Si perchè se si da seguito alla telefonata seguendo le linee guida della voce registrata potreste si abbonarvi a qualche servizio a pagamento. Chi si lascia convincere dalle parole di fare soldi facili etc viene invitato a registrarsi su un conto online per depositare una quota iniziale.

La quota versata, sempre secondo la voce registrata e grazie al trading, verrà presto moltiplicata. _In realtà amici lettori non è mai cosi proprio come ci viene raccontato. Gli eventuali fondi depositati sul conto messo a disposizione non finanziano nessuna attività di trading. Al contrario, finiscono direttamente nelle tasche del truffatore che ha architettato la truffa.

Questo tipo di truffa è già da parecchio tempo in circolazione, anche se prima i truffatori utilizzavano delle numerazioni estere e per l’utente era più facile comprendere che si trattasse di una truffa. Adesso le chiamate provengono da un prefisso “02” che sappiamo essere di Milano, e ciò potrebbe indurre gli ignari utenti a dare seguito alla chiamata.

Fate attenzione amici, nessuno vi regala nulla.

 

L’uso del cellulare può causare tumori alla testa, lo dice Corte d’Appello di Torino

Posted on : 14-01-2020 | By : admin | In : feed, Informatica, Tecnologia, Telefonia

0

radiazioni

Torniamo a parlare di un argomento molto discusso e chiacchierato amici lettori, vale a dire se l’uso dei cellulari e smartphone può causare tumori alla testa e ad altre parti del nostro corpo.

L’uso prolungato del telefono cellulare può causare tumori alla testa

Secondo la Corte d’Appello di Torino si. La corte, infatti, ha confermato la sentenza di primo grado emessa nel 2017, sul caso sollevato da un dipendente Telecom Italia colpito da neurinoma del nervo acustico. Il Tribunale di Ivrea aveva condannato l’Inail a corrispondere una rendita vitalizia da malattia professionale a Roberto Romeo, 57 anni, dipendente di una grande azienda, cui era stato diagnosticato il tumore dopo che per 15 anni aveva usato il cellulare per più di tre ore al giorno.

Invece in estate un rapporto dell’Istituto Superiore di Sanità, Arpa Piemonte, Enea e Cnr-Irea non aveva dato conferme all’aumento di neoplasie legato all’uso del cellulare.

Gli avvocati Stefano Bertone e Renato Ambrosio commentano cosi la sentenza della corte:

Una sentenza storica, come lo era stata quella di Ivrea, la prima al mondo a confermare il nesso causa-effetto tra il tumore e l’uso del cellulare. La nostra è una battaglia di sensibilizzazione. Manca informazione, eppure è una questione che interessa la salute dei cittadini. Basta usare il cellulare 30 minuti al giorno per otto anni per essere a rischio“.

Tumore da telefonino, parla il dipendente Telecom Roberto Romeo: “Tutto è cominciato con un orecchio tappato”

Il diretto interessato della vicenda, Roberto Romeo, commenta cosi:

“Servirebbe un’etichetta sui rischi per la salute. Sulle scatole dei cellulari bisognerebbe scrivere: ‘Se non usato correttamente, nuoce gravemente alla salute’. Ecco cosa servirebbe. La sentenza di oggi contribuisce all’informazione sul tema e la questione riguarda anche i bambini, che sempre più utilizzano i cellulari. Lo Stato non sta informando, anzi”.

“Ero obbligato ad utilizzare sempre il cellulare per parlare con i collaboratori e per organizzare il lavoro – racconta l’uomo -. Per 15 anni ho fatto innumerevoli telefonate anche di venti e trenta minuti, a casa, in macchina. Poi ho iniziato ad avere la continua sensazione di orecchie tappate, di disturbi all’udito. E nel 2010 mi è stato diagnosticato il tumore. Ora non sento più nulla dall’orecchio destro perché mi è stato asportato il nervo acustico“.

Che ne pensate di questa vicenda?