Relata di notifica atto No. | email truffa

Posted on : 15-08-2018 | By : admin | In : feed, Informatica, Tecnologia

0

Attenzione alle mail che circolano in questi giorni tra i client di posta elettronica poiché sembrano “reali” e potrebbero causarvi molti problemi per quanto riguarda i dati del vostro computer. Ma cerchiamo di capire cosa succede e perchè non bisogna dare in alcun modo seguito alla mail.

Sembra che a scrivervi sia un avvocato che vi notifica un atto giudiziario. La mail sembra abbastanza reale visto che si parla di articoli di legge e soprattutto perchè c’è un numero di atto. In realtà, però, si tratta solo di una truffa da cui bisogna stare molto alla larga.

Queste email stanno arrivando a moltissimi imprenditori ed altre persone che sono in possesso di una PEC regolarmente censita negli appositi registri (come quello chiamato INI-PEC), ma a volte anche su un indirizzo di posta ordinario.

Relata di notifica atto No. XXXX Del 11/05/2018

La mail ha come oggetto Relata di notifica atto No. 642696555357 del 11/05/2018 ed il suo contenuto è questo:

Io sott. Avvocato Mario Rossi con studio a Vercelli situato in PIAZZA ERCULEA , 564 P.IVA:938998794725292 nella mia qualità di difensore e domiciliatario del Sig. Massimo Cesaroni, res. a Vercelli indirizzo PIAZZA ERCULEA , 594.

COMUNICO

Ad ogni validità di legge l’sentenza Numero 642696555357 in originale informatico
Che lo po visualizzare al seguente indirizzo web: Atti (ovvero) in copia digitale conforme all’originale informatico da me predisposto nel giudizio civile dinanzi al Tribunale di Vercelli , mediante invio di email di posta elettronica dalla mia casella, e con ricevuta completa, all’indirizzo [vostro indirizzo]

Attesto infine che il messaggio , oltre alla presente relata di notifica sottoscritta digitalmente, contiene il seguente Decreto che lo po visualizzare al seguente link: Documenti anch’essi sottoscritti digitalmente: – copia informatica della sentenza.

La mail ovviamente è solo a titolo d’esempio ed il numero dell’atto cosi come quello dell’avvocato potrebbero cambiare.

Si tratta di una truffa

Parliamo di una truffa ed il suo scopo è presto detto. Si cerca di convincere quante più persone possibili(i criminali informatici mandano queste mail a milioni di persone sperando di trovare tra esse molti tontoloni), basandosi sul timore che il cittadino “comune” prova verso gli avvocati, a scaricare un allegato, esponendo il suo PC al rischio di infezione da parte di malwarevirus informatici o ransomware, con tutto quello che ne consegue in termini di dati persi e dei rischi insiti nell’aprire la porta a personaggi senza scrupoli.

Dei rischi del ransomware ne abbiamo parlato molte volte, è quel virus che si insedia nel vostro PC e che cripta tutti i vostri dati chiedendo poi il riscato in bitcoin.

Per cui prestate la massima attenzione e pensateci bene prima di aprire degli allegati che potrebbero compromettere i vostri dati per sempre!

Attenzione!

Come creare QR code

Posted on : 15-08-2018 | By : admin | In : feed, Informatica, Tecnologia

0

Vi piacerebbe creare uno di quei codici a barre che si inquadrano con la fotocamera dello smartphone? Quei codici a barre, se non lo sapete, si chiamano QR code. Non sapete come riuscirci? Tranquilli. Nel web ci sono tantissime soluzioni gratuite che vi permettono di raggiungere tale scopo facilmente, senza che siate degli esperti o che dobbiate avere delle conoscenze tecniche avanzate.

Tutto ciò che dovrete fare è scegliere il tipo di contenuto da diffondere tramite QR code. Potete realizzare questo codice a barre per diffondere l’indirizzo del vostro sito web Web, quello del vostro numero di cellulare, una password della rete wireless dell’ufficio o qualsiasi altro scopo vogliate.

Ci sono addirittura delle app che vi permettono di generare codici QR direttamente dallo smartphone. Direi quindi di non perdere altro tempo e vedere insieme come creare QR code gratuitamente e senza conoscenze tecniche.

Come generare un Qr Code

Se volete generare un codice QR usando il PC potete affidarvi a dei servizi web gratis, uno di questi è QR Stuff. Questo portale vi permette in maniera molto semplice di generare gratuitamente QR code con indirizzi Web, informazioni personali, password di reti wireless e testi semplici.

Un altro servizio molto conosciuto www.barcode-generator.org. Anche in questo caso non dovrete far altro che selezionare il tipo di contenuto e premere sul tasto Create QR Code per generarlo con le informazioni che preferite.

Tramite lo smartphone

Vi avevamo anticipato che ci sono anche delle app che permettono di fare tale operazione direttamente da cellulare. Se lo ritenete più comodo, potete creare, quindi, un codice QR anche dallo smartphone.

Come? Ad esempio installando l’applicazione QR Reader per iPhone e Android che consente di leggere e creare codici QR statici a costo zero.

Abbiamo risposto a tutti i vostri dubbi? Come al solito siamo a disposizione per eventuali chiarimenti.

Android meno sicuro di iOS

Posted on : 14-08-2018 | By : admin | In : feed, Informatica, Tecnologia

0

Se utilizzate Android il tempo di attesa prima che arrivino gli aggiornamenti di sicurezza è più lungo rispetto a chi utilizza un iPhone e quindi il sistema operativo iOS. E’ il risultato di uno studio condotto dalla rivista di informatica Win Magazine e pubblicato di recente nel numero di agosto. Ma andiamo nel dettaglio mostrandovi l’approfondimento fatto dai tecnici della nota rivista d’informatica.

Nella tabella che vi mostriamo di seguito la rivista mostra quali smartphone hanno un rischio più elevato per la sicurezza e anche quali produttori hanno fanno passare troppo tempo prima di rendere disponibile gli aggiornamenti.

Eccovi l’immagine presa dalla rivista:

tempi di aggiornamento android

Samsung: nessun update per Galaxy S6 & Co.

Samsung garantisce, in genere, aggiornamenti per 2 anni. I Galaxy A3, J1 e J3, oltre ai dispositivi di punta S6 e S6 Edge prodotti nel 2016, ad esempio, passati questi 2 anni, non riceveranno più aggiornamenti Android. Anche i Galaxy A5 (2015), Galaxy S4 e Galaxy S5 sono considerati non sicuri; l’A5, però, dovrebbe ottenere almeno la patch contro Meltdown e Spectre, mentre ciò non avverrà per il Note 4 e il Note Edge.

Nexus: aggiornamenti lenti

Ovviamente, essendo Google la software house che realizza Android, di riflesso i telefoni da lei prodotta ricevono aggiornamenti Android costanti e nel tempo, tuttavia ci sono dispositivi obsoleti per i quali non è più garantita la distribuzione degli aggiornamenti di sicurezza, tra questi anche i Nexus 4/5/6/9/10.

I Moto X non s’aggiornano

Nulla da fare per i Moto X.  Stando sempre ai dati pubblicati dalla nota rivista tutti i Moto-Phone immessi sul mercato con Android 4.4 o precedenti non ricevono più aggiornamenti. Inoltre, Motorola ha confermato la fine del supporto anche per Moto X e Moto G dalla prima alla terza generazione. Stessa sorte per il Moto E 4G LTE. Non sono garantiti gli aggiornamenti di sicurezza mensili.

Nokia è la più seria

Ne ha passate tante in questi anni l’ex colosso del comparto Smartphone Nokia. A tutt’oggi, però, possiamo dirvi che è una delle aziende più serie, almeno per quanto riguarda gli aggiornamenti di Android. A volte Nokia rende disponibili gli aggiornamenti ancor prima che lo faccia Google e inoltre si basa sempre
più su Android One.

Tuttavia, alcuni Nokia 3, 5, 6 o 8 non ricevono gli aggiornamenti a causa di problemi con i venditori.

Sony Xperia Z5 senza patch

Stando a quanto si evince dal supporto di Sony, i modelli Xperia Z5 Premium e quelli firmware-correlati Xperia Z5 e Xperia Z3 Plus non avranno una patch di sicurezza contro Spectre e Meltdown. Le cose non sono migliori per i vecchi modelli. Solo negli ultimi due anni si avverte un’inversione di tendenza con una rivalutazione della questione sicurezza.

Certo, non è una novità che Android è frammentato e gli aggiornamenti non sono uguali per tutte le case produttrici. Ma conoscevate questo livello di dettaglio?

Fonte: WinMagazine

Dazn dispositivi compatibili: ecco quali sono i device supportati

Posted on : 14-08-2018 | By : admin | In : feed, Informatica, Tecnologia

0

Di Dazn oramai ne parlano tutti, giusto per chi non lo conoscesse ancora è un servizio di video streaming online, sia in diretta che on demand, di eventi sportivi di proprietà di Perform Group. In questo periodo ne parlano tutti perché da quest’anno (e per 3 anni), questa società, sarà l’esclusivista dei diritti televisivi del campionato di Serie A(114 match per stagione in esclusiva, per tre stagioni) e di quello di Serie B(462 match per stagione, 428 in esclusiva, per tre stagioni).

Dazn, dispositivi compatibili

A partire dal 19 agosto 2018 (data di inizio del campionato di Serie A) se volete vedere tutte le partite dovrete fare affidamento su Dazn, anche se a dover di cronaca bisogna dire SKY ha acquistato i diritti di ritrasmissione e quindi trasmetterà 7 delle 10 partite della serie A in programma ogni settimana.

Ma veniamo ai dispositivi compatibili con questa piattaforma che ricordiamo essere un’app per dispositivi mobili e TV.

Quali dispositivi sono compatibili?

I dispositivi compatibili sono tutti quelli che sono in grado di eseguire un brower SafariChromeFirefoxEdge o Internet Explorer, iniziamo col dire questo. Oltre a quelli mobile, quindi, anche i computer sono perfettamente compatibili.

Ci si può inoltre collegare tramite smartphone e tablet iOS e Android provvisti dell’apposita applicazione. Chi preferisce seguire gli eventi sul televisore può usare uno Smart TV Samsung Tizen (sono supportati i modelli della gamma 2017 e 2018), un LG con webOS oppure un Android TV.

C’è piena compatibilità anche con i dispositivi di gioco quali PS4 e XBox One.

La società ha inoltre garantito che entro la prima partita di Serie A del 19 agosto porterà la compatibilità della propria app anche a dispositivi più vecchi quali ad esempio TV Samsung Tizen della gamma 2015 e 2016, Amazon Fire TV Stick e Amazon Fire Tablet.

Dazn, per ogni account 6 device

Per ogni account DAZN sarà possibile associare fino a sei device, due dei quali potranno essere utilizzati contemporaneamente, anche se alcune indiscrezioni parlano in realtà di tre dispositivi utilizzabili contemporaneamente. Ne sapremo di più quando partirà a pieno regime il servizio.

DAZN: quanto costa abbonarsi

L’abbonamento a DAZN ha un costo di 9,99 euro al mese ed è possibile registrare, come detto nel precedente paragrafo, fino a un massimo di 6 dispositivi, 2 dei quali potranno utilizzare contemporaneamente la piattaforma.

Samsung festeggia il suo 82 ° anniversario questa settimana | TRUFFA

Posted on : 03-08-2018 | By : admin | In : feed, Informatica, Tecnologia

0

Segnaliamo un nuovo messaggio truffa che circola nel web, ringraziamo una nostra lettrice per averci fatto la segnalazione. Cerchiamo di analizzare cosa dice e cosa succede se date seguito al link contenuto nell’avviso. Vi anticipiamo subito che anche questa volta viene tirata in ballo la Samsung (che ovviamente è all’oscuro di tutto ciò).

Samsung festeggia il suo 82 ° anniversario questa settimana, nuovo messaggio truffa

L’oggetto del messaggio annuncia una vostra possibile (certa) vincita di un cellulare della famiglia Samsung visto che è l’82° anniversario della casa produttrice e quindi c’è “voglia” di regalare qualcosa ai propri utenti.

Il messaggio continua dicendo:

Ecco perché abbiamo scelto 82 clienti di diversi paesi questo mese per ottenere un Galaxy S9 da noi. Congratulazioni! Sei uno dei nostri clienti selezionati.
Vorremmo inviare questo dispositivo al tuo indirizzo. Puoi confermarlo? Puoi selezionare il colore che preferisci e confermare qui il tuo indirizzo di consegna.

https://tinyurl.com/y8y2leu7

Se non risponderai entro le 23:59 di oggi, passeremo questa opportunità a un altro cliente. Vorrà molto tempo per ottenere il mio nuovo telefono?
No, dovresti ricevere il dispositivo all’inizio della prossima settimana. Cosa succede se il mio telefono non funziona correttamente? Non ti preoccupare, sostituiremo sicuramente il dispositivo difettoso inviandoti uno nuovo. Grazie per aver scelto di utilizzare i nostri prodotti.

La truffa

E’ ovviamente una truffa. Il messaggio vi invoglia chiaramente a fare presto (è il modus operandi di tutte queste truffe recenti) cercando di mettervi “fretta” con lo scopo di non farvi ragionare su quello che state per fare e quindi partecipare alla truffa.

Se fate click su link si apre infatti questa schermata con il solito sondaggio da compilare:

samsung

Una volta terminato il sondaggio venite re-indirizzati verso un sito chiamato leekmedia.net (il sito potrebbe anche cambiare quindi non ci fate molto affidamento su questa citazione) il quale chiede una registrazione.

Ecco. Se inserite i vostri dati personali e nella schermata successiva quelli della carta di credito vi abbonate ad un servizio premium a pagamento, di quelli che vi prelevano dai 30 ai 50 euro al mese dal vostro conto.

Fate attenzione a ciò che fate e, come dico sempre, nessuno vi regala nulla amici!

Continuate a seguirci.

i.Blue PhotoPool: inserisci una piscina in casa tua!

Posted on : 03-03-2014 | By : spadini | In : Architettura, Shopping online, Tecnologia

0

Stai valutando l’acquisto di una piscina ma non sei ancora sicuro di come la vorresti e prima ti piacerebbe vedere l’effetto che fa nel giardino di casa tua? Da oggi puoi! Grazie alla nuova app di i.Blue Piscine che ti consente di progettare semplicemente la piscina dei tuoi sogni.

Si chiama i.Blue PhotoPool ed è scaricabile gratuitamente sia per iOS che per Android. Puoi istallarla sul tuo smartphone o sul tuo tablet e iniziare subito il tuo progetto.

Utilizzarla è veramente semplice e immediato e in poco tempo puoi fare tutte le prove che desideri per scegliere la tua piscina. Basta scattare una foto del posto in cui vuoi collocarla e il gioco ha inizio! Sfruttando il touchscreen, i.Blue PhotoPool consente di scegliere la prospettiva, le dimensioni e la forma della vasca interrata. Per concludere il lavoro e renderlo il più realistico possibile, l’app permette di modificare la luminosità e il contrasto dell’immagine creata. A questo punto non resta che salvare il progetto e condividerlo con chi vuoi o, se preferisci, inviarlo direttamente ad i.Blue per un preventivo senza impegno!

i.Blue PhotoPool: le funzionalità

L’app consente in modo semplice e intuitivo di creare il tuo progetto, dando vita alla piscina che desideri. Ecco le funzionalità che puoi sfruttare:

• Sovrapposizione dello sfondo reale con l’immagine della piscina.

• Scelta della prospettiva. Per rendere il progetto più reale è possibile ruotare la posizione della vasca a 360°.

• Scelta della forma tra 15 modelli diversi di piscine interrate.

• Possibilità di modificare le dimensioni e la posizione della vasca.

• Modificare luminosità e contrasto per rendere il fotomontaggio perfetto e far sembrare la vasca già nel tuo giardino!

• Salvare il progetto.

• Condividere il progetto: sia tramite mail sia direttamente con i.Blue, per richiedere un preventivo gratuito e senza impegno.

Scarica subito la nuova app i.Blue e divertiti a costruire la piscina dei tuoi sogni!