Quando le leggi … – CCPB | Controllo e Certificazione

Posted on : 19-01-2018 | By : admin | In : feed

0

Quando le leggi … – CCPB | Controllo e Certificazione

Fin dalla pubblicazione della prima proposta della riforma comunitaria del settore biologico, ormai quasi 4 anni orsono, le organizzazioni di settore, in particolare quelle comunitarie, si sono chieste se e chi avesse chiesto tale riforma. Una domanda non certo banale quando proviene da chi dovrebbe avere la responsabilità di chiedere e contribuire alla definizione delle leggi di settore, ovvero il sistema produttivo. A questa domanda, purtroppo, la risposta è stata la Commissione UE (!)

In Europa: la riforma del regolamento comunitario

Se la domanda può apparire banale, non lo è certo la risposta poiché implica un approccio dirigistico che non fa bene ai settori produttivi che ne sono destinatari ma ancor meno alla “democrazia” di un’area così importante come l’UE e anche a quella del nostro paese perché vi sono esempi anche a livello nazionale.

Che la nuova riforma di settore fosse “superflua” ne abbiamo avuto la prova avendo questo regolamento battuto qualsiasi record di discussione nell’ambito del “trilogo” (Commissione, Parlamento e Consiglio): dopo quasi 4 anni dalla prima proposta, solo lo scorso 20 novembre è stato “approvato” in CSA (Comitato Speciale Agricoltura), ove era necessario che un solo paese avesse votato contro e non avrebbe raggiunto la maggioranza qualificata; per la cronaca l’Italia ha votato a favore, e il 23 la Commissione Agricoltura del Parlamento UE l’ha approvato con 29 voti a favore, 11 contrari e 4 astenuti. Ora spetta al Parlamento in seduta plenaria, probabilmente in Marzo o Aprile 2018, quando il testo sarà tradotto in tutte le lingue. Un testo che anche in Italia non ha raccolto molti consensi fra le organizzazioni imprenditoriali, un testo che a partire da inizio 2018 vedrà la Commissione UE impegnata nella preparazione di 24 atti di implementazione e 29 atti delegati secondo una “road map” che dovrebbe concludersi a giugno 2020 in previsione che il 01.01.2021 dovrebbe entrare in applicazione mandando in soffitta l’attuale Reg CE 834/2007. Ben 8 anni dopo la pubblicazione della prima proposta forse avremo un nuovo regolamento che il settore non ha mai chiesto.

In Italia: il decreto controlli

Nei contenuti non è molto diverso il caso del D. Lgs sui controlli del biologico, in questi giorni all’attenzione delle Commissioni Agricoltura, Politiche Comunitarie e Giustizia di Camera e Senato. Un D. Lgs che è stato oggetto di un’intesa in ambito Conferenza Stato Regioni che il settore si augura, come estrema ratio, venga presa in considerazione dal Parlamento. In più occasioni abbiamo scritto che questo D. Lgs costituisce una risposta emozionale e sbagliata ad un tema vero di miglioramento di un sistema di certificazione (e non di controllo!) che in Italia è molto più efficiente rispetto ad altri paesi UE e che non può essere interpretata da trasmissioni televisive di “pseudo inchiesta”. Un D. Lgs che, anche nella versione emendata dalle Regioni, costituirà un vulnus alla competitività e quindi allo sviluppo di un settore biologico che si deve confrontare quotidianamente in ambito internazionale e che, già oggi, non soffre di inferiorità rispetto a nessun altro sistema produttivo e di garanzia.

In questo caso un Decreto che non è mai stato oggetto di confronto con il sistema produttivo e con coloro che svolgono il servizio di certificazione così come neppure con le Regioni che rivestono una funzione importante a favore del settore. Un disposto normativo di cui certo, il settore e non tanto gli organismi di certificazione, non ne avrebbe lamentato la mancanza!

FABRIZIO PIVA – Amministratore Delegato CCPB

Fonte: Quando le leggi … – CCPB | Controllo e Certificazione

L'articolo Quando le leggi … – CCPB | Controllo e Certificazione sembra essere il primo su Bio Notizie.

MARCA 2018: il bio cresce nella grande distribuzione – CCPB | Controllo e Certificazione

Posted on : 19-01-2018 | By : admin | In : feed

0

MARCA 2018: il bio cresce nella grande distribuzione – CCPB | Controllo e Certificazione

Il biologico è decisivo per la crescita dei prodotti con marchio del distributore. Forte di questo, CCPB partecipa a MARCA 2018 (17-18 gennaio), il Salone internazionale sui prodotti a Marca del Distributore, organizzato da Bologna Fiere.

Il biologico a marchio del distributore

La corsa del biologico continua soprattutto nel canale della grande distribuzione organizzata (GDO) e in particolare nei prodotti a marchio promossi dalle Insegne. Secondo l’Osservatorio MARCA 2018, il segmento Bio/Ecologico della Marca del distributore è cresciuto nell’ultimo anno del 10,6%. Nel 2017 gli italiani hanno fatto una spesa di prodotti biologici acquistati in iper e supermercati di 1,38 miliardi di euro, 166 milioni di euro in più del 2016, con un contributo del biologico alla crescita dei consumi alimentari del 12% (dati Nomisma).

Sulla scia di questo andamento CCPB partecipa alla fiera MARCA organizzata da Bologna Fiere in collaborazione con l’Associazione della Distribuzione Moderna (ADM). Sin dalla sua fondazione avvenuta proprio 30 anni fa, CCPB ha lavorato con le principali catene della distruzione organizzata per la certificazione di prodotti biologici, soprattutto a marchio privato.

L’importanza del biologico per la GDO

“Il biologico è decisivo per lo sviluppo e la diffusione della private label” commenta Fabrizio Piva, amministratore delegato CCPB. Nei primi nove mesi del 2017 la Marca del Distributore ha segnato un aumento delle vendite del 2,9%, con una quota di mercato che sale al 18,7%. Peraltro, il forte aumento del consumo di prodotti bio favorisce le economie di scala: nel 2017 il loro prezzo è diminuito di oltre il 6%, riducendo il differenziale nei confronti dell’offerta standard e rendendo la scelta bio sempre più accessibile.

Il successo del biologico nella grande distribuzione è la prova di quanto i prodotti bio, ormai alla portata di tutti, siano richiesti e apprezzati. Gli italiani li considerano una parte fondamentale della loro spesa alimentare. Il numero delle referenze di prodotti bio a marchio è enormemente aumentano, contribuendo così a rendere disponibile un grande assortimento a prezzi contenuti. “Senza il bio questo risultato non sarebbe stato possibile” conclude Piva.

Marca 2018

CCPB apre il 2018 in fiera, un anno importante segnato dall’anniversario di 30 anni di attività nella certificazione per prodotti biologici. Durante l’anno ci sarà modo per festeggiare, intanto per questa edizione CCPB sarà presente nel padiglione 22, stand A20/B23. MARCA è l’appuntamento di riferimento per le Insegne, i produttori e i distributori italiani. Nei due giorni di apertura si terranno workshop e convegni sui temi di maggiore attualità del settore.

Fonte: MARCA 2018: il bio cresce nella grande distribuzione – CCPB | Controllo e Certificazione

L'articolo MARCA 2018: il bio cresce nella grande distribuzione – CCPB | Controllo e Certificazione sembra essere il primo su Bio Notizie.

Modular 58 – Magenta (MI) presenta Masterclass Plugin (One Day). Fino al 28/02 sconto del 15%

Posted on : 19-01-2018 | By : admin | In : feed, Musica e Spettacolo

0

Ciò che differenzia una buona produzione da una standard, spesso, è l'utilizzo del Plugin giusto, di quella sonorità che riesce a fare la differenza, ovvero fa risaltare la canzone, la voce, la melodia, oppure il ritmo... Ecco perché Modular 58, urban production room a Magenta (MI), ha scelto di organizzare un Masterclass di un giorno dedicato proprio ai Plugin. La bella notizia è anche che questo Master è scontato del 15% per chi si prenota entro il 28 febbraio 2018.

Chi è GZL, il creatore di “Devils”, successo techno prodotto da Petra Beat Records

Posted on : 19-01-2018 | By : admin | In : feed, Musica e Spettacolo

0

AllaDiscoteca, il blog che balla curato, condotto & prodotto (etc) da Lorenzo Tiezzi e dalla sua agenzia ltc, ha fatto quattro chiacchiere con GZL, talento nato in casa Petra Beat Records che con "Devils" ha prodotto un vero successo techno 

Paul Jockey remixa Alex Guesta ft Benzly Hype & Raphael – Dance 4 Me (promoted by Kumusic)

Posted on : 19-01-2018 | By : admin | In : feed, Musica e Spettacolo

0

Il 22 gennaio 2018 esce su Undertown Records un nuovo remix firmato dal dj producer italiano Paul Jockey.

Nicola Fasano pubblica “Another Round”, in collaborazione con Pitbull, Alex Guesta e …

Posted on : 19-01-2018 | By : admin | In : feed, Musica e Spettacolo

0

Kumusic, agenzia italiana che da tempo fa crescere e conoscere dj, club, agenzie di management, festival, label ed altre legate allo show business, continua la sua partnership con Nicola Fasano, uno dei dj producer italiani più noti ed attivi nel mondo.

Alberto Salaorni & Al-B.Band: tanti concerti tra gennaio e febbraio 2018

Posted on : 19-01-2018 | By : admin | In : feed, Musica e Spettacolo

0

Tra gennaio e febbraio, le live band ed i dj, di solito, si riposano un po' ed il loro calendario, spesso fittissimo, diventa appena più rarefatto.

Viareggio: discoteche, serate e locali

Posted on : 18-01-2018 | By : admin | In : feed, Musica e Spettacolo, Tempo libero

0

Giovedì, Venerdì e Sabato a Viareggio: tutti al Maki Maki.

Info e prenotazioni Maki Maki Viareggio:  347.477.477.2 (Luca, anche via SMS o WhatsApp).

Le tue serate nella Darsena di Viareggio sono firmate Maki Maki.

Se cerchi un locale per uscire e divertirti a Viareggio la risposta è una sola: il Maki Maki. L’unica discoteca della Darsena viareggina è anche il locale più gettonato del Vialone.

Perché se Viareggio è una delle località più conosciute della Toscana, la Darsena e in particolare il Maki Maki sono l’epicentro del suo divertimento.

Scopri il locale e le serate, attraverso le parole del copywriter che ne ha fatto uno dei locali più importanti della costa.

Maki Maki Viareggio, l’unica tra le discoteche Versilia con 3 serate aperte tutto l’anno.

Tutti i Giovedì, Venerdì e Sabato il Maki Maki ti aspetta con le sue serate ad alto tasso di divertimento. Ogni serata inizia alle 21 con la cena e continua con la discoteca, in un vortice di emozioni che costituisce una delle alternative più interessanti per uscire in Versilia.

maki maki logo

Caratteristica distintiva del Maki Maki rispetto agli altri locali da ballo della Versilia è quello di nascere come ristorante (nella precedente sede in Viale Europa 14) ed essere diventato anche discoteca con il passaggio nella nuova sede (Viale Europa 7) sempre nella Darsena di Viareggio.

Info sempre aggiornate, prenotazioni sulle serate e prezzi Maki Maki Viareggio.

Per conoscere il programma delle serate, le modalità di partecipazione, le varie formule previste e il relativo costo puoi:

In entrambi i casi ricevi la miglior assistenza possibile per organizzare la tua serata, sia che si tratti di una serata ordinaria, sia che si tratti di un evento speciale come addio al celibato Viareggio, addio al nubilato Versilia, compleanno in discoteca o festa di Laurea

Mentre, se desideri ricevere info sempre aggiornate sulle serate del Maki Maki attraverso i tuoi social network ti basta cliccare Mi piace, Segui o entrare direttamente nei nostri canali YouTube e Instagram.


Visita il profilo di Discoteche Versilia su Pinterest.

discoteche versilia video
discoteche versilia foto

Maki Maki Viareggio: programma.

Ecco il programma che si ripete da Settembre a Maggio… Mentre in Estate le serate si moltiplicano.

Giovedì Maki Maki.

Il weekend in Versilia e in particolare a Viareggio inizia prima grazie alle feste targate Maki Maki.

giovedi a viareggio

Venerdì Maki Maki.

Il Venerdì del Maki Maki è dedicato agli anni d’oro della musica dance, alle atmosfere degli anni 90 e alle icone di quegli anni.

venerdi a viareggio

Sabato Maki Maki.

Il Sabato sera al Maki Maki va in scena un’autentica rivoluzione musicale con i migliori deejay a rotazione.

sabato a viareggio

Cosa aspetti? Il locale delle tue serate viareggine ti aspetta.

maki maki telefono

L'articolo Viareggio: discoteche, serate e locali sembra essere il primo su Discoteche Versilia it - Tutte Le Discoteche in Versilia sono qui..

Skater 3D Simulator

Posted on : 18-01-2018 | By : admin | In : feed, Internet e Siti Web

0

Skater 3D Simulator per iPhone/iPad e Windows Phone.

Voucher per la digitalizzazione di 10 mila euro per le pmi

Posted on : 18-01-2018 | By : admin | In : Attualità e Società, feed

0

Scade il 9 febbraio 2018 il termine utile per chiedere il voucher per la digitalizzazione che prevede un contributo fino a 10 mila euro per le pmi.

Con decreto direttoriale 24 ottobre 2017 il Ministero dello Sviluppo Economico ha stabilito i criteri per accedere al voucher per la digitalizzazione, una misura voluta dal governo per aiutare le micro, piccole e medie imprese nei processi di ammodernamento e digitalizzazione.

Il voucher per la digitalizzazione prevede un contributo massimo di 10 mila euro per ogni impresa che ne fa richiesta e che deve essere utilizzato per adottare interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e aggiornamenti per il comparto tecnologico. È comunque riconosciuto un contributo massimo pari al del 50 per cento del totale delle spese ammissibili.

Cosa si può acquistare col voucher per la digitalizzazione?

Secondo quanto stabilito dall’articolo 2, i soldi previsti da questa forma di incentivazione devono essere utilizzati per l’acquisto di software, hardware o servizi che possano permettere all’azienda di raggiungere una più delle seguenti finalità:

  • miglioramento dell’efficienza aziendale;
  • modernizzazione dell’organizzazione del lavoro;
  • sviluppo di soluzioni di e-commerce;
  • connettività a banda larga e ultralarga;
  • collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
  • formazione qualificata nel campo ICT del personale.

Quando scade il termine per presentare la domanda?

Le domande possono essere presentate a partire dalle ore 10.00 del 30 Gennaio 2018 alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018 sulla piattaforma online Agevolazionidgiai [1]. Dalle ore 10.00 del 15 gennaio 2018 è comunque già possibile accedere alla piattaforma per la predisposizione delle domande.

Per agevolare le imprese interessate a chiedere il voucher per la digitalizzazione il ministero ha pubblicato una pagina in cui è possibile trovare maggiori informazioni e scaricare tutti i documenti relativi alla seguente agevolazione [2].