Certificazione Unica 2015

Posted on : 26-05-2018 | By : admin | In : Economia, feed

0

Certificazione Unica 2015- Da gennaio 2015 è stata introdotta un’importante novità per quello che riguarda la certificazione dei redditi erogati da parte di Imprese ai prestatori di lavoro. Il vecchio CUD è andato in pensione ed è stato sostituito da un nuovo strumento certificativo chiamato Certificazione Unica 2015 che, quindi, da tale data è obbligatoriamente da utilizzare da parte di tutti i Sostituti di Imposta. Andiamo, quindi, a conoscere meglio questo strumento, cosa comporta, perché è stato introdotto e come funziona.

Come funzionava la certificazione dei redditi

Fino al 2014, per i redditi riferiti al 2013, i Sostituti di Imposta erano tenuti a consegnare ai propri sottoposti, fossero dipendenti, equiparati a dipendenti, parasubordinati e lavoratori autonomi la certificazione di quanto erogato nell’anno, attraverso un modello chiamato CUD.

Su tale documento erano indicati i redditi erogati e le imposte versate all’erario. Con il CUD il lavoratore provvedeva a compilare e presentare la propria Dichiarazione dei Redditi, autonomamente oppure tramite un Caf o un Professionista o un’Associazione di categoria.

Chiaramente senza tale documento non era possibile certificare né il reddito percepito né le imposte versate, per questo vigeva l’obbligo di consegna al lavoratore che, in mancanza, non avrebbe potuto in nessun modo provvedere alla dichiarazione dei redditi.

La nuova Certificazione Unica

L’obiettivo del Governo che è alla base dell’introduzione della Certificazione Unica 2015 al posto del CUD, è la semplificazione fiscale che passa anche attraverso l’introduzione, dalla stessa data, del 730 Precompilato che l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti, già compilato, appunto, con i dati risultanti al fisco, sempre con la possibilità di modifica e/o integrazione dei dati.

La Certificazione Unica diventa il mezzo con il quale il fisco viene a conoscenza dei redditi erogati e le imposte versate, la base essenziale per la compilazione del 730 Precompilato.

A tale fine il Sostituto di Imposta ha l’obbligo di trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate della Certificazione Unica e contestualmente di fornire ai lavoratori la forma cartacea del medesimo.

Il lavoratore ha comunque sempre la possibilità di verificare e scaricare la Certificazione Unica dal cassetto fiscale, tramite le proprie credenziali fornite dall’Agenzia delle Entrate, quindi la password, il proprio codice fiscale e il Pin Code.

Come trasmettere la Certificazione Unica

Il sostituto di Imposta deve provvedere alla trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate della Certificazione Unica attraverso due possibili canali:

  • Tramite il servizio Online Fisconline utilizzabile direttamente dal singolo contribuente sempre con le credenziali personali fornite dall’Agenzia delle Entrate.
  • Attraverso il Servizio Entratel utilizzabile da intermediari abilitati, previa la sottoscrizione di incarico da parte del contribuente.

In caso di errore, la Certificazione Unica presentata sarà rigettata e sarà inviato un avviso di questo al presentatore con l’indicazione dell’errore rilevato; è possibile un ravvedimento operoso correggendo l’errore comunicato entro 5 giorni dalla notifica, trascorsi i quali sarà considerata come omissione di presentazione la mancata correzione dei dati errati e non sarà più possibile il ravvedimento operoso.

Su tale Certificazione si deve utilizzare il codice “A” per i redditi relativi a lavoratori autonomi che abbiano prestato la loro opera in modo abituale, soggetti all’IVA, si utilizza il codice “O” per tutti i lavoratori autonomi che non sono soggetti all’obbligo di iscrizione alla Gestione Separata.

Ti è stato utile questo articolo? Commentalo subito e seguici su Facebook.

L'articolo Certificazione Unica 2015 proviene da Forex Notizie: Trading online, Forex e Opzioni binarie.

ESMA Limita Le Opzioni ed Impone Restrizioni sui CFD: Cosa Cambia?

Posted on : 21-05-2018 | By : admin | In : Economia, feed

0

ESMA Limita Le Opzioni es Impone Restrizioni sui CFD: Cosa Cambia?- Il mondo del Trading Online gira soprattutto sulle Opzioni Binarie, lo strumento di Trading più semplice e praticato da molti investitori, e su investimenti di tipo CFD che potenzialmente consentono grandi guadagni, grazie ad elevate leve finanziarie, ma anche altrettanto elevati rischi di perdite significative per lo stesso meccanismo.

Una decisione dell’ESMA cambia parecchie cose; ESMA Limita Le Opzioni ed Impone Restrizioni sui CFD: Cosa Cambia?

Cosa è l’ESMA

L’ESMA è un organismo Europeo il cui acronimo significa “European Security and Markets Authority” ovvero un organismo dotato di capacità decisionali, essendo un’autorità, che ha il compito di vigilare ed eventualmente intervenire sulla sicurezza dei mercati, in particolare a tutela degli investitori.

Le decisioni assunte dall’ESMA non possono essere mai definitive, l’organismo ha la possibilità di determinare regole provvisorie, eventualmente rinnovabili, che devono essere valutate dal Parlamento Europeo per l’eventuale conversione in una legge specifica che recepisca in tutto o in parte le decisioni dell’ESMA, divenendo solo attraverso questa via definitive.

Le decisioni dell’ESMA

L’ESMA ha rivolto la sua attenzione verso le contrattazioni in campo finanziario tramite due strumenti di investimento: le Opzioni Binarie e gli investimenti tramite il mercato CFD, avendo la sensazione che qualcosa non andasse nel verso giusto, nella maniera corretta e dopo aver analizzato conti e scoperti relativi a conti al dettaglio, è arrivata alla conclusione che era necessario un intervento su questo tema.

Già a dicembre dello scorso anno sembrava imminente una presa di posizione dell’ESMA che è arrivata alcuni mesi dopo, confermando quelle che fino a quel momento erano soltanto sentori: un intervento duro sulle Opzioni e sui CFD.

In una Conferenza Stampa l’ESMA ha confermato di aver deciso lo Stop alle Opzioni Binarie e ha imposto limiti alle contrattazioni in CFD, in particolare l’intervento punta:

  • Alla protezione del saldo negativo sulla base dell’Account
  • Alla Riduzione del margine sulla base dell’Account
  • Alla restrizione degli incentivi offerti sul Trading con CFD
  • Informazione standardizzata sui rischi degli investimenti.

Perché questi provvedimenti

L’ESMA, nella sua analisi dei conti, ha rilevato che in percentuali variabili tra il 74 e l’89% dei conti al dettaglio analizzati per l’investitore si realizzavano perdite tra i 1600 e i 29 mila Euro di media per ciascun cliente, quindi ha deciso di applicare la MIFID II a tutela degli investitori.

I provvedimenti consistono nel blocco assoluto delle Opzioni Binarie e la limitazione delle leve finanziarie che costituiscono una possibilità di moltiplicazione del rendimento ma altrettanto della perdita e con percentuali così notevoli ci conti in perdita, è chiaro che il danno per gli investitori è notevole; le leve finanziarie ora sono determinate come segue:

  • 30:1 per le principali coppie di valute
  • 20:1 per le coppie di valute non principali
  • 10:1 per contrattazioni CFD su materie prime diverse dall’oro e per indici azionari secondari
  • 5:1 per singoli titoli azionari e altri valori di riferimento
  • 2:1 per le criptovalute

I provvedimenti adottati dall’ESMA sono validi per tre mesi dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale Europea, con differimento di un mese per le Opzioni e potranno essere prorogati per pari periodo. Si auspica intanto che le operazioni finanziarie assumano una maggiore trasparenza e che cali l’incoerenza tra rendimento e rischio.

Hai trovato interessante questo articolo? Commentalo subito e seguici su Facebook.

L'articolo ESMA Limita Le Opzioni ed Impone Restrizioni sui CFD: Cosa Cambia? proviene da Forex Notizie: Trading online, Forex e Opzioni binarie.

Migliori Testi e Libri Esami di Stato Abilitazione Commercialista

Posted on : 17-05-2018 | By : admin | In : Economia, feed

0

Offerta
1ª e 2ª prova scritta per commercialista ed esperto contabile. Percorsi tematici (con tracce...
1 Recensioni
1ª e 2ª prova scritta per commercialista ed esperto contabile. Percorsi tematici (con tracce...
  • AA.VV.
  • Editore: Edizioni Giuridiche Simone
  • Edizione n. 17 (07/04/2017)

La Professione di dottore commercialista è parecchio ambita, anche per via dei guadagni che si possono realizzare; difficilmente si vede un Commercialista povero, ed è anche giusto così, poiché diventare Commercialista richiede tanto impegno e studio e poi la pratica della Professione comporta alti livelli di responsabilità, un errore può causare gravi danni ai clienti e anche espone il professionista potenzialmente a problemi giudiziari.

L’iter per diventare Commercialista è lungo, richiedendo oltre alla Laurea anche un periodo di tirocinio prima di poter dare l’Esame di Stato. Per superare quest’ultimo occorre ancora studio: vediamo come si svolge l’esame di Stato e come prepararsi a questo.

  • 1° e 2° Prova scritta per Commercialista ed Esperto Contabile
Offerta
1ª e 2ª prova scritta per commercialista ed esperto contabile. Percorsi tematici (con tracce...
1 Recensioni
1ª e 2ª prova scritta per commercialista ed esperto contabile. Percorsi tematici (con tracce...
  • AA.VV.
  • Editore: Edizioni Giuridiche Simone
  • Edizione n. 17 (07/04/2017)
  • Manuale per Commercialista ed Esperto Contabile
  • Codice Civile 2017. Norme Tributarie, principi contabili
Offerta
Codice civile 2017. Norme tributarie, principi contabili
7 Recensioni
Codice civile 2017. Norme tributarie, principi contabili
  • Riccardo Bauer
  • Editore: Novecento Media
  • Copertina flessibile: 1773 pagine
  • Esame di Stato Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili
Offerta
Dottori commercialisti ed esperti contabili. Esame di Stato
  • 0
  • Editore: Ipsoa
  • Edizione n. 4 (05/16/2017)

Prove Esame Dottore Commercialista

Per ottenere l’abilitazione alla professione di dottore Commercialista occorre affrontare l’Esame di Stato presso una sede universitaria.

L’esame si compone di tre prove scritte più l’esame orale. Delle prove scritte le prime due sono di carattere teorico su diverse materie mentre la terza prova è di carattere pratico, eseguendo esercitazioni ovvero la redazione di atti relativi a contenziosi tributari.

L’esame orale, invece, viene sostenuto di fronte ad una commissione di esperti rispondendo a domande che vertono sugli argomenti delle prove scritte ma che possono anche essere riferite ad altre materie come matematica, economia, legislazione e deontologia professionale.

Queste sono le materie delle prime due prove scritte:

Prima prova scritta:

  • Ragioneria generale ed applicata
  • Revisione aziendale
  • tecnica industriale e commerciale
  • tecnica bancaria
  • tecnica professionale
  • finanza aziendale

Seconda prova scritta:

  • diritto privato
  • diritto commerciale
  • diritto fallimentare
  • diritto tributario
  • diritto del lavoro e della previdenza sociale
  • diritto processuale civile

Segue, come detto, la terza prova più pratica e poi l’esame orale.

Requisiti Esame Commercialista

Prima di arrivare all’Esame di Stato per l’abilitazione alla professione di Commercialista, bisogna aver frequentato il corso di Laurea in Economia o scienze economiche con vari indirizzi mentre non è più ammesso arrivare all’esame di Stato per commercialista con una laurea di Scienze politiche o giurisprudenza che era possibile fino al 31 dicembre 2007.

Una volta ottenuta la Laurea, dunque, occorre affrontare un periodo di praticantato presso un commercialista che sia iscritto all’albo da almeno 5 anni.

Il periodo di praticantato deve essere di almeno 18 mesi.

E’ ammesso il tirocinio svolto anche presso un Esperto Contabile con i medesimi requisiti e lo stesso periodo. Il tirocinio può essere svolto anche all’estero ma per un periodo non superiore a 6 mesi.

Preparazione all’Esame di Dottore Commercialista

Per preparare l’Esame di Stato c’è bisogno di testi e libri che siano sintetici, di facile consultazione e centrati particolarmente sulle materie che saranno oggetto delle prove d’esame, senza dispersioni e possibilmente in modo schematico in modo da favorire la memorizzazione.

Gli argomenti, infine, sono quelli che hai studiato nel corso di Laurea ma occorre che siano condensati e schematizzati per preparare al meglio il tuo esame, Su Amazon trovi moltissime proposte di testi di questo genere, te ne suggeriamo alcuni.

  • 1° e 2° Prova scritta per Commercialista ed Esperto Contabile
Offerta
1ª e 2ª prova scritta per commercialista ed esperto contabile. Percorsi tematici (con tracce...
1 Recensioni
1ª e 2ª prova scritta per commercialista ed esperto contabile. Percorsi tematici (con tracce...
  • AA.VV.
  • Editore: Edizioni Giuridiche Simone
  • Edizione n. 17 (07/04/2017)
  • Manuale per Commercialista ed Esperto Contabile
  • Codice Civile 2017. Norme Tributarie, principi contabili
Offerta
Codice civile 2017. Norme tributarie, principi contabili
7 Recensioni
Codice civile 2017. Norme tributarie, principi contabili
  • Riccardo Bauer
  • Editore: Novecento Media
  • Copertina flessibile: 1773 pagine
  • Esame di Stato Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili
Offerta
Dottori commercialisti ed esperti contabili. Esame di Stato
  • 0
  • Editore: Ipsoa
  • Edizione n. 4 (05/16/2017)

Hai trovato utile questo articolo? Commentalo subito e seguici su Facebook.

L'articolo Migliori Testi e Libri Esami di Stato Abilitazione Commercialista proviene da Forex Notizie: Trading online, Forex e Opzioni binarie.

Calcolatrice Scientifica Con tasto Emergenza Scuolazoo?

Posted on : 12-05-2018 | By : admin | In : Di tutto un pò!, Economia, feed

0


ScuolaZoo Calcolatrice Scientifica bigliettino ScuolaZoo con tasto emergenza + lettore foto e video

31 Recensioni


ScuolaZoo Calcolatrice Scientifica bigliettino ScuolaZoo con tasto emergenza + lettore foto e video

  • Colori tasti assortiti
  • Bigliettini in TXT, per Windows usare il blocco note, per…
  • File immagine: JPEG, BMP

Calcolatrice Scientifica Con tasto Emergenza Scuolazoo?- Gli studenti delle superiori hanno necessità di una calcolatrice dotata di funzioni matematiche per l’esecuzione di calcoli complessi, soprattutto se si frequentano corsi di carattere tecnico e Scientifico.

La Calcolatrice Scientifica consente di svolgere in un attimo formule complicate ma prima di questo occorre sapere cosa bisogna fare e qui casca l’asino, nel vero senso del termine: se non sai cosa devi fare che cosa potrà fare la tua calcolatrice? 

Una calcolatrice viene in soccorso allo studente anche in questo.

Cosa sono le calcolatrici Scientifiche?

Alla fine degli anni ’70 hanno cominciato ad essere commercializzate le calcolatrici elettroniche portatili, tascabili.

Una banale calcolatrice della Sharp, l’azienda all’avanguardia in questo campo in quegli anni, costava circa 50 mila lire, su uno stipendio di circa 350 mila lire, !/7 dello stipendio, per fare soltanto le quattro operazioni elementari più la radice quadrata e con la funzione di richiamo memoria.

Una calcolatrice semplicissima, quindi, che oggi si può trovare anche ad un solo euro nei banchi del mercato rionale.

Si era agli albori delle calcolatrici tascabili e sembrava già una cosa eccezionale possederne una, addirittura venivano consegnate personalmente dal venditore sul posto di lavoro o a domicilio.

Oggi il progresso tecnico consente di avere per le mani della calcolatrici dalle grandi potenzialità, con funzioni matematiche parecchio avanzate; chi si ricorda come calcolare le funzioni trigonometriche?

Gli studenti, freschi di studio, certamente si, chi ha lasciato la scuola da un certo tempo, si troverebbe in imbarazzo a risolvere parecchie formule senza una calcolatrice scientifica.

E le funzioni relative alla geometria analitica, le formule della parabola, dell’iperbole e molto altro chi, onestamente, se le ricorda?


ScuolaZoo Calcolatrice Scientifica bigliettino ScuolaZoo con tasto emergenza + lettore foto e video

31 Recensioni


ScuolaZoo Calcolatrice Scientifica bigliettino ScuolaZoo con tasto emergenza + lettore foto e video

  • Colori tasti assortiti
  • Bigliettini in TXT, per Windows usare il blocco note, per…
  • File immagine: JPEG, BMP

Come affrontare una verifica di matematica

Ritorniamo a quanto detto in introduzione: Qualunque tipo di apparecchio può essere utile ma nulla può se chi lo usa non conosce, non sa: è come se tu fossi capace di fare i calcoli e un amico ti chiedesse di farlo per lui ma è proprio il tuo amico a doverti dire come fare i calcoli e poi tu li esegui; se non ti viene detto come farli, che cosa puoi calcolare?

Lo studente è l’amico e la calcolatrice è colui che deve calcolare. Se lo studente non conosce le formule la calcolatrice non serve a nulla, o forse no?

Oggi la tecnologia viene in soccorso anche degli studenti che non ricordano le formule che dovrebbero sapere. Un tempo gli studenti ricorrevano a diversi stratagemmi per affrontare con più tranquillità le verifiche di matematica, nascondendosi addosso i classici bigliettini o scrivendosi appunti addosso, sul braccio eccetera. Oggi non c’è più bisogno di questi sistemi che comunque sono rischiosi, l’insegnante se ne può sempre accorgere e il votaccio è garantito.

La Calcolatrice Scientifica di ScuolaZoo

ScuolaZoo propone una calcolatrice scientifica che va oltre alle sue funzioni: è possibile scrivere preventivamente una quantità notevole di appunti e visualizzarli semplicemente premendo per due secondi il tasto AC; in questo modo viene visualizzata una lista di “bigliettini” che hai preventivamente scaricato dal tuo PC attraverso il cavo USB.

Se l’insegnante ti si avvicina, il tasto di Emergenza del segno “=” tenuto premuto per due secondi, nasconde i tuoi appunti e ritorna ad essere una semplice calcolatrice.

La Calcolatrice Scientifica EuroZoo può memorizzare anche foto e musica, che non ti serve per le verifiche ma è sempre una funzione piacevole.

Purtroppo non è possibile caricare file Word e pdf ma soltanto Txt e jpg e richiede una scheda SD per memorizzare i contenuti. La puoi acquistare su Amazon a soli 39 Euro.


ScuolaZoo Calcolatrice Scientifica bigliettino ScuolaZoo con tasto emergenza + lettore foto e video

31 Recensioni


ScuolaZoo Calcolatrice Scientifica bigliettino ScuolaZoo con tasto emergenza + lettore foto e video

  • Colori tasti assortiti
  • Bigliettini in TXT, per Windows usare il blocco note, per…
  • File immagine: JPEG, BMP

Comunque, ci teniamo a puntualizzare che il modo più utile e corretto è studiare e sapere le cose; affidarsi a stratagemmi solo per un voto migliore non ti sarà utile nel tuo futuro.

Hai trovato utile questo articolo? Commentalo subito e seguici su Facebook.

L’articolo Calcolatrice Scientifica Con tasto Emergenza Scuolazoo? proviene da Forex Notizie: Trading online, Forex e Opzioni binarie.