Come Scegliere un Piano di Accumulo (PAC)?

Posted on : 17-01-2019 | By : admin | In : Economia, feed

0

Un tempo si riteneva che un investimento fosse un’azione riservata ai ricchi. Soldo porte soldo, si diceva, ed era vero, solo chi possedeva una quantità di denaro di cui poter disporre, di cui poter fare a meno della disponibilità liquida, poteva metterlo a frutto affrontando i rischi che sono comunque insiti in ogni tipo di investimento. Oggi non è più così: anche chi non ha un capitale a disposizione ma riesce a risparmiare piccole somme mensilmente può pensare di investire e ricavare da questo un rendimento che accresce il Capitale. Uno strumento importante in questo senso è rappresentato dai Piani di Accumulo.

Simulazione Piano di Accumulo

Per capire come realizzare un Piano di Accumulo è necessario avere una precisa idea dell’impegno che questo comporta e del risultato che si può ottenere, sempre considerando che l’Investimento non può essere una certezza assoluta.

Ogni investimento, anche quello apparentemente più sicuro non ha la sicurezza al 100% né di realizzazione del rendimento stimato né di assenza di rischio di perdita di capitale.

Per questo motivo ogni proposta di investimento deve preventivamente passare per una puntuale informativa sui rischi e un’indagine preventiva sulla propensione al rischio dell’investitore, sono obblighi di legge a tutela della persona che intende investire il proprio denaro.

Come fare una simulazione

Se hai intenzione di sottoscrivere una proposta di Piano di Accumulo conviene fare prima una simulazione.

Attraverso il sito di chi propone l’investimento è generalmente possibile fare una simulazione. Questo significa impostare attraverso il calcolatore dedicato i dati di durata e di versamento mensile per avere un calcolo dei risultati possibili.

Occorre tenere conto che il risultato della simulazione è da prendere con la consapevolezza che questo viene calcolato sulla base della media dei risultati storici e non rappresenta una certezza matematica.

Un piano di accumulo

Piani di Accumulo Confronto Online

Sono molti i siti Online e le Banche che propongono Piani di accumulo; conviene sempre eseguire più simulazioni e valutare non solo alla luce dei rendimenti previsti ed attesi ma anche rispetto a quelli che sono i costi.

Generalmente si deve attendere un costo di accesso intorno al 2% con commissioni per ciascun versamento variabile a seconda di chi propone l’investimento.

Solo attraverso il confronto Online potrai fare le tue giuste valutazioni prima di sottoscrivere il prodotto proposto.

Migliori Piani di Accumulo 2019

Navigando sul Web ti imbatterai in numerose proposte di Piani di Accumulo che sono investimenti costituiti da versamenti periodici che vanno a costituire gradualmente un capitale crescente che viene investito in diverse composizioni di portafoglio.

Per valutare quale Piano di Accumulo Scegliere bisogna innanzitutto considerare la flessibilità dello strumento di investimento.

Tra queste la possibilità di recedere, sospendere i versamenti, variare il portafoglio e sempre valutare i costi di gestione e di ingresso perché questi costi possono erodere pesantemente il rendimento, togliendo senso all’investimento stesso.

Quali sono i migliori Piani di Accumulo 2019

Tra i Migliori Piani di Accumulo per l’anno in corso troviamo certamente quelli proposti da Banca Intesa, Banca Unicredit e Fineco Banca.

Pur non entrando nel dettaglio delle varie proposte di questi Istituti, sottolineiamo la solidità e affidabilità di questi nomi più che conosciuti a livello internazionale che garantiscono una notevole serietà verso l’investitore.

Flessibilità, libertà di scelte e gestione del proprio investimento, libertà di recesso e rimborso almeno del capitale investito e costi ridotti li fanno ritenere i Piani di Accumulo migliori per l’anno appena iniziato.

Piano Accumulo Poste Per Bambini

Pensare al futuro dei bambini è un piacere ed un dovere soprattutto da parete dei genitori. Poste Italiane propone un Piano di Accumulo interessante, Postafuturo Da Grande.

Si tratta di un Piano di accumulo sottoscrivibile a favore di bambini fino a 10 anni di età che, arrivati all’età di 20 anni, potranno godere del capitale rivalutato e di un premio Diploma di entità correlata al risultato di diploma, della votazione, in buona sostanza, costituendo un incentivo a studiare, a darsi da fare.

Questo Piano di Accumulo è sottoscrivibile da parte di parenti, nonni, genitori, amici, da 18 a 70 anni di età e con versamenti a partire da 50 Euro al mese.

Hai trovato interessante questo articolo? Commentalo subito e seguici su Facebook.

L'articolo Come Scegliere un Piano di Accumulo (PAC)? proviene da Forex Notizie: Trading online, Forex e Opzioni binarie.

ETF Robotica e Intelligenza Artificiale

Posted on : 15-01-2019 | By : admin | In : Economia, feed

0

Nell’immaginario collettivo il Robot è una specie di umanoide che è capace di svolgere attività complesse e assumere decisioni autonome e forse un domani si arriverà a questo; ci sono studi in questo senso e prime realizzazioni ma in verità i Robot sono una realtà in molte aziende ormai da oltre trent’anni. Costruiscono macchine, assemblano, svolgono lavori di altissima precisione e da alcuni anni sono anche in sala operatoria a svolgere interventi chirurgici. Investire nel futuro di questo campo conviene?

ETF Robotica e Intelligenza Artificiale: Cosa Sapere?

Sebbene i Robot siano, presenti in attività produttive di molte aziende, questi sono programmati per svolgere attività specifiche e solo quelle per cui sono costruiti.

La prospettiva tecnologica è un’altra: costruire robot capaci di apprendere autonomamente, dotati, cioè di una loro intelligenza. Si sta lavorando molto su questo e i risultati si vedono.

Le sonde spaziali di ultima generazione, quelle inviate sulla Luna o su Marte sono in grado di auto-apprendere e assumere decisioni senza che arrivino comandi dalla Terra.

Il futuro della Robotica e dell’Intelligenza Artificiale è costruire Robot capaci di sostituire l’uomo in molte attività, come ad esempio l’assistenza agli anziani e molto altro.

Il Trend di crescita di queste aziende è stimato in 10% annui e l’espansione andrà in incremento, non si vede come, almeno a tempi medio brevi possa essere diversamente.

Quanto investire in Robotica e Intelligenza Artificiale?

Esperti del settore vedono assolutamente positivo un investimento in questo settore, i margini di crescita sono concreti e di conseguenza anche l’incremento di valore delle aziende del settore.

Nonostante questo, esistono ancora volatilità significative per cui nell’ambito del portafoglio di investimenti gli stessi esperti consigliano di non superare il 5%, non ancora, almeno.

Siamo quasi nel campo della fantascienza ma lo scorso anno dei ricercatori che avevano costruito due Robot dotati di Intelligenza Artificiale si sono spaventati delle loro creazioni.

I due Robot hanno cominciato a dialogare tra loro in una nuova lingua creata da loro stessi, incomprensibile a chiunque e non si sa cosa si siano detti: siamo alle soglie della presa di controllo dei Robot sulla nostra vita? L’interrogativo è inquietante e i ricercatori li hanno spenti.

Intelligenza artificiale

ETF Intelligenza Artificiale

L’Intelligenza Artificiale prima o poi diventerà una realtà comune nella nostra vita quotidiana, ci siamo vicinissimi. Diversi Fondi stanno proponendo investimenti in questo campo.

Diversi ETF sono sottoscrivibili e stanno dando ottimi risultati in termini di resa poiché molte aziende del settore stanno ottenendo notevoli risultati in termini di crescita del loro valore.

ETF Robotics Ishares

Ishares è un ETF azionario che replica l’indice STOXX Factset Automation & Robotics Index. La sua allocazione è per il 68% su aziende del settore IT e per il 28% su aziende industriali.

A livello Geografico i più rappresentati sono Stati Uniti per il 31%, Giappone con il 27% e Taiwan con il 12%. Seguono altri Paesi ma con percentuali inferiori.

Quotazioni Elf Robotics

Sambot Elf è il nome di un robot che è stato presentato poco più di un anno fa in Italia. Si tratta di un robot dalle sembianze che ricordano quelle umanoidi e che è capace di interagire attraverso l’Intelligenza Artificiale con l’Uomo.

Non solo risponde a comandi verbali ma è dotato di 60 sensori che consentono al Robot di avere il senso del tatto e rispondere, quindi, anche al contatto umano.

Si tratta di un robot eccezionale allo stato attuale e ha avuto così tanto successo in tutto il mondo che le Quotazioni dell’azienda sono salite moltissimo. Chiaramente chi ha investito in ETF che considerano anche questa azienda nell’investimento azionario ha avuto un indubbio vantaggio economico.

Lyxor ETF Robotica

Lyxor Robotica e Intelligenza Artificiale replica l’indice “Rise of the Robots” strutturato da Sociéte Generale, calcolato da Solactive AG; si basa su un sistema di valutazione che identifica le società con attività influenzate positivamente dallo sviluppo della robotica e dell’Intelligenza Artificiale.

L’Indice si compone di 150 Titoli che rappresentano i migliori Ranking tramite diversi indicatori come il rapporto tra spese per ricerca e sviluppo e fatturato netto, remunerazione del capitale investito e crescita del fatturato nel termine triennale.

Hai trovato interessante questo articolo? Commentalo subito e seguici su Facebook.

L'articolo ETF Robotica e Intelligenza Artificiale proviene da Forex Notizie: Trading online, Forex e Opzioni binarie.

ETF Acqua: Cosa Sapere?

Posted on : 13-01-2019 | By : admin | In : Economia, feed

0

L’Acqua è un bene essenziale, non appartiene a nessuna azienda e neppure allo Stato in cui si trova ma solo alla popolazione che ha diritto ad usufruirne. Per questo motivo, sebbene sia la materia prima più diffusa in tutto il mondo, non esiste nessuna valutazione in nessuna parte del mondo.

Migliori ETF Acqua

Per il motivo esposto non è possibile fare alcun investimento sull’acqua ma soltanto rispetto alle aziende che la trattano e la distribuiscono. Un Referendum di alcuni anni fa in Italia ha negato a larga maggioranza l’ipotesi di privatizzazione dell’acqua, ribadendo il carattere pubblico della stessa.

Dunque che senso può avere parlare di ETF sull’acqua se non quello di investimenti eventualmente sulle azioni delle Aziende che si occupano dell’acqua?

Azioni Acqua Italia

Occorre in questo caso specificare che esistono differenziazioni da fare rispetto al carattere nazionale e internazionale delle Aziende che si occupano dell’acqua.

In Italia abbiamo una situazione piuttosto variegata nel settore Acqua: Alcune zone italiane sono interamente pubbliche, altre sono a partecipazione pubblica ma nella maggior parte dei casi le aziende che si occupano dell’Acqua sono multiutilities private, in particolare sono quattro le aziende di questo tipo:

  • Acea
  • Hero
  • Iren
  • A2A

Queste aziende sono quotate in borsa, quindi è possibile investire in ETF che comprendano azioni di queste aziende che, nel complesso. gestiscono la distribuzione dell’Acqua per oltre 15 milioni di italiani.

ETF Acqua: Cosa Sapere?

ETF Acqua Morningstar

Morningstar ha messo a confronto le performance di quattro replicanti dedicati all’operatività nel settore dell’acqua la cui operatività è disponibile sui mercati europei.

La gestione dei servizi idrici rappresenta una seria opportunità per gli investitori di oggi e di domani, nella considerazione che l’ONU ha messo in evidenza come nei prossimi 25-30 anni la domanda di acqua aumenterà di molto, anche a causa dell’aumento del fabbisogno industriale oltre che l’incremento demografico.

Puoi vedere sul sito di Morningstar come il settore dell’acqua, il cosiddetto “Oro Blu”, sia assolutamente sul podio degli ETF più cliccati da oltre due anni.

A confermare l’interesse per questo tipo di ETF basta osservare l’andamento dell’indice S&P Global Water NR che negli ultimi anni ha messo a segno un incremento del 13,3%.

Ishare Global

Per gli investitori Europei sono soltanto due gli ETF sui quali è possibile investire per le attività legate al settore dell’acqua.

Uno di questi due è l’ETF su Ishare Global, un Fondo che per il suo funzionamento utilizza la replica fisica dell’S&P Global Water Index.

Questo Fondo offre l’esposizione a 50 società del settore Idrico in tutto il mondo.

Ovviamente, essendo multiutilities, la loro valutazione deve tenere conto dei diversi settori trattati, per cui l’indice è equamente distribuito tra le varie attività.

Water Ucits ETF

Il Water Ucits ETF replica invece l’indice World Water CW che considera 20 delle più grandi società del settore idrico mondiale.

Si tratta di un Benchmark ponderato per la capitalizzazione delle Aziende considerate in cui ciascun titolo ha un tetto massimo del 10%.

L’obiettivo di Tracking Error calcolato su 52 settimane è inferiore all’1% mentre le Spese Correnti assommano allo 0,60%

Crediamo di esserti stati utili con questo articolo. Commentalo subito e comunque mettici un Like su Facebook, per noi è importante.

L'articolo ETF Acqua: Cosa Sapere? proviene da Forex Notizie: Trading online, Forex e Opzioni binarie.

Migliori Fondi di Investimento 2019

Posted on : 11-01-2019 | By : admin | In : Economia, feed

0

Investire è un modo intelligente di gestire il proprio denaro, mettere a frutto ciò di cui si può disporre, ottenendo un guadagno, si spera sempre, cercando di evitare di perdere il denaro investito, poco o tento che sia. Non esiste un investimento sicuro al 100%, ciascun investimento ha insito una dose di rischio, anche quello apparentemente meno rischioso. L’interrogativo è: come investire con le maggiori possibilità di successo e di guadagno con il minor rischio possibile? Una valida risposta è rappresentata dai Fondi di Investimento.

Migliori Investimenti Sicuri

Dalla premessa hai già capito che non esiste un investimento sicuro in assoluto. Gli stessi Titoli di Stato italiani, un tempo considerati assolutamente sicuri sebbene non tanto validi in termini di rendimento, oggi lo sono un po’ di meno.

Le politiche governative hanno messo in allarme gli investitori e le Autorità Europee che hanno mostrato più di una perplessità sul futuro dell’economia italiana, sulla sostenibilità del Debito Pubblico.

Il rischio per l’Italia è di finire sulla strada della Grecia di qualche anno fa anche se la situazione economico finanziaria italiana è ben diversa da quella che era quella greca.

Nel malaugurato caso, il valore dei titoli di Stato Italiani si abbatterebbe con gravi perdite per gli investitori su queste obbligazioni. Se dovesse andare tutto bene, come da previsioni del Governo, nessun problema ma la UE ha forti perplessità al riguardo e l’Italia continua ad essere sorvegliata speciale.

Migliori Fondi di Investimento 2019

Migliori Fondi di Investimento 2019

I Fondi di Investimento rappresentano ad oggi la scelta migliore per chi intende fare un Investimento e la cosa si conferma anche per il 2019.

Occorre distinguere tra Fondi di Investimento azionari e Obbligazionari. I Fondi Azionari presentano un portafoglio decisamente sbilanciato a favore della componente azionaria e su questo esistono situazioni di incertezza a livello globale.

La cosiddetta “Guerra dei Dazi” nello scorso anno ha determinato pesanti cali nelle Borse, soprattutto asiatiche ma anche Wall Street non ride e anche le Borse Europee non hanno vissuto un anno felice.

Lo spettro di un ritorno alla recessione anche in Europa non fa dormire sonni tranquilli agli investitori e questo si nota dall’andamento borsistico, più in sofferenza che in festa.

I Fondi Obbligazionari

I Fondi in cui la componente obbligazionaria è nettamente prevalente è al momento la forma di investimento migliore per il 2019. Per questi conviene investire in Fondi indicizzati al costo della vita per Paesi forti Europei, Germania, Francia e Italia, nonostante tutto, per mettere al riparo il denaro nel caso in cui l’inflazione crescesse come anche auspicato dalla BCE.

Da considerare seriamente anche i Fondi di Investimento Obbligazionari su Economie Emergenti anche se la situazione geo politica e le politiche americane hanno un po’ frenato la convenienza di questi Fondi.

Restano sempre parecchio interessanti Fondi Obbligazionari verso la Russia, la Cina, l’India e l’Indonesia anche se questi ultimi due sono relativamente più cari.

Fondi di Investimento più redditizi

I Fondi ETF sono considerati in via generale i più redditizi ma nel considerare il rendimento occorre anche fare lo stesso per le spese, le commissioni di ingresso e la gestione dell’investimento.

Un Investimento più redditizio lo può essere solo in apparenza mentre il rendimento può essere facilmente eroso dai costi, rivelandosi infine meno conveniente di altri.

Fondi di Investimento Migliori Performance

Per valutare preventivamente quali sono i fondi di Investimento che realizzeranno le Migliori Performance nel 2019 hai solo due strade:

  • Acquistare una sfera di cristallo o rivolgerti ad un indovino
  • Osservare quali fondi hanno mostrato migliori performance nel 2018 e magari anche l’anno precedente.

Il primo caso non ti da molta affidabilità, tenderei a sconsigliarlo. La seconda possibilità mi sembrerebbe la più intelligente da seguire.

Lo scorso anno le migliori performance possono essere ascritte al M&G North American Value A EUR GB00B0BHJH99 che è in rialzo dal 2009 generando performance doppia rispetto ad un altro Fondo altamente consigliabile, il MSCI World Net Index.

Il primo ha ottenuto risultati migliori anche rispetto all’ S&P 500, un altro Fondo che rientra certamente nelle migliori performance dello scorso anno e anche di anni precedenti e che gli esperti indicano come uno dei più affidabili e con le più alte Performance anche per il 2019.

Hai trovato interessante e utile questo articolo? Commentalo subito e seguici su Facebook.

L'articolo Migliori Fondi di Investimento 2019 proviene da Forex Notizie: Trading online, Forex e Opzioni binarie.