Warning: Use of undefined constant WPRBLVERSION - assumed 'WPRBLVERSION' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/wp-render-blogroll-links/WP-Render-Blogroll.php on line 19

Warning: Declaration of Walker_Comment2::start_lvl(&$output, $depth, $args) should be compatible with Walker::start_lvl(&$output, $depth = 0, $args = Array) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/themes/dynablue/functions.php on line 147

Warning: Declaration of Walker_Comment2::end_lvl(&$output, $depth, $args) should be compatible with Walker::end_lvl(&$output, $depth = 0, $args = Array) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/themes/dynablue/functions.php on line 147

Warning: Declaration of Walker_Comment2::start_el(&$output, $comment, $depth, $args) should be compatible with Walker::start_el(&$output, $object, $depth = 0, $args = Array, $current_object_id = 0) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/themes/dynablue/functions.php on line 147

Warning: Declaration of Walker_Comment2::end_el(&$output, $comment, $depth, $args) should be compatible with Walker::end_el(&$output, $object, $depth = 0, $args = Array) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/themes/dynablue/functions.php on line 147
Attualità e Società | KYK.it - Part 23
Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Cittadinanza: oggi alla Camera audizione Acli

Posted on : 27-02-2020 | By : admin | In : Attualità e Società, feed

0


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Roma, 27 feb. (Adnkronos) – Oggi la commissione Affari costituzionali della Camera, nell’ambito dell’esame delle proposte di legge recanti modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, riguardo nuove norme sulla cittadinanza, svolge le seguenti audizioni: ore 14 rappresentanti delle Associazioni cristiane lavoratori italiani (Acli); ore 14.30 Felice Ancora, professore di Diritto amministrativo presso l’Università degli studi di Cagliari.

Conto cointestato: di chi sono i soldi?

Posted on : 27-02-2020 | By : admin | In : Attualità e Società, feed

0


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

La divisione del conto è a metà tra i due contitolari se non c’è prova che la donazione è solo fittizia. Isee: cos’è la giacenza media del conto cointestato?

Se dovessi decidere di cointestare il tuo conto corrente (quello su cui viene depositato lo stipendio o la pensione) a tua moglie o a tuo marito, a tuo figlio o a tuo nipote, quali sarebbero le conseguenze? Se la scelta dovesse essere dettata solo dalla necessità di consentire al contitolare di operare allo sportello e di prelevare, così come di versare contanti, di effettuare pagamenti e bonifici, di saldare le bollette, le tasse o il mutuo con la banca, sarebbe poi quest’ultimo anche proprietario della metà dei soldi depositati in banca o alla posta? In altre parole, la cointestazione si può considerare una donazione del 50% dei soldi?

Il problema è tutt’altro che isolato. Si pensi al caso in cui una persona, in età avanzata, cointesta il conto a uno dei figli e poi questi, alla morte del genitore, pretende di avere la metà per sé, senza cioè dividerla con gli altri eredi. Su questi aspetti si è espressa anche la Corte Cassazione [1] che ha chiarito di chi sono i soldi sul conto cointestato.

In verità, il principio non è nuovo ed è stato più volte ribadito dalla giurisprudenza; ciò nonostante sono ancora in molti a cadere nell’equivoco, per cui è bene chiarire, in modo semplice e lineare, cosa prevede la legge in questi casi. Per farlo dobbiamo distinguere cosa succede nei rapporti interni tra i cointestatari e in quelli esterni tra questi e la banca. Difatti, la disciplina è completamente diversa.

I rapporti interni tra i contitolari del conto

Nel momento in cui una persona cointesta il conto corrente a un’altra, si presume che le abbia voluto donare la metà dei soldi presenti o che vi saranno in seguito depositati. Questo significa che se uno dei due muore, l’altro resta proprietario del proprio 50% (che non dovrà dividere con nessuno) e, se riveste anche la qualifica di erede, potrà succedere con gli altri familiari nel residuo 50% del conto.

In presenza quindi di un conto cointestato, in mancanza di prova contraria, ciascun cointestatario è titolare della metà dei soldi e ne può fare quello che vuole, quindi anche spenderli. Non può però utilizzare più del 50% del deposito bancario senza il consenso espresso o tacito dell’altro titolare; se lo fa, è tenuto a restituire quanto illegittimamente prelevato [2].

Tuttavia, è sempre ammesso dimostrare il contrario; è possibile cioè provare che la cointestazione era solo formale ed era rivolta solo a una migliore gestione del denaro (come agevolare l’effettivo titolare nelle operazioni di routine). In questo caso, non si può più parlare di donazione e, pertanto, il conto si presume essere di proprietà di una sola persona nonostante la cointestazione o la delega alla firma.

In cosa consiste la prova contraria? Si può dimostrare, ad esempio, che il conto è alimentato solo dai redditi di uno dei due contitolari e che l’altro ne ha sempre disposto per gli interessi del primo, ad esempio riscuotendo la pensione o pagando le utenze e le imposte.

Conto cointestato: i rapporti esterni con la banca

Completamente diversa è la disciplina nei rapporti con la banca. Qui regna il principio della solidarietà, attiva e passiva. Significa che la banca non può opporre alcun rifiuto se uno dei contitolari preleva più della sua quota o addirittura svuota il conto e, se glielo lascia fare, non è responsabile nei confronti dell’altro cointestatario. Allo stesso modo, però, se sul conto c’è un debito, la banca può chiedere l’integrale rientro sia all’uno che all’altro contitolare.

Cointestazione di cassette di sicurezza

Funziona allo stesso modo la cointestazione di una cassetta di sicurezza. Questa, così come nel caso di cointestazione del conto corrente bancario, autorizza ciascuno degli intestatari, rispettivamente, all’apertura della cassetta e al relativo prelievo, oppure al compimento di tutte le operazioni consentite sul conto, ma non attribuisce al medesimo cointestatario, che sia consapevole dell’appartenenza ad altri degli oggetti custoditi o delle somme risultanti a credito, il potere di disporne come proprietario.

Compilazione isee conto corrente cointestato

Il conto cointestato incide anche sulla compilazione corretta dell’isee, cioè dell’indicatore della situazione economica equivalente.

Come saprai, l’isee misura la consistenza globale del patrimonio di una persona: non solo il reddito proveniente dall’attività lavorativa, quindi, ma anche i beni di proprietà (mobili e immobili) e i risparmi depositati presso la banca o le poste. Insomma: mediante l’isee lo Stato ottiene l’intera situazione patrimoniale non solo del richiedente, ma di tutto il suo nucleo familiare

L’isee serve per ottenere alcune prestazioni assistenziali e agevolazioni previste dalla legge. Ad esempio, l’isee serve per avere: il reddito di cittadinanza; il bonus luce e gas; l’assegno di maternità; determinate prestazioni scolastiche (libri, borse di studio, ecc.); agevolazioni per tasse universitarie; servizi socio sanitari domiciliari; agevolazioni sulla bolletta del telefono; ecc.

Come detto, anche le somme presenti su conto corrente cointestato devono essere tenute in considerazione nel momento in cui il professionista abilitato prepara l’isee. Nello specifico, tra i parametri che bisogna inserire è presente anche la giacenza media del conto corrente cointestato.

Quanto detto vale sia per i depositi i cui titolari sono membri dello stesso nucleo familiare che per quelli in cui non sussistono rapporti di parentela oppure di coabitazione.

Giacenza media conto cointestato: cos’è?

Per sapere qual è la giacenza media del conto cointestato bisogna necessariamente recarsi presso l’istituto bancario e chiedere il rilascio di un documento che attesta il saldo contabile e la certificazione di giacenza media.

La giacenza media corrisponde alla somma del saldo del deposito per i 365 giorni che costituiscono il periodo d’imposta di riferimento. Questi dati devono essere riferibili al 31 dicembre del periodo d’imposta di riferimento.

Ad esempio, se la somma delle medie giornaliere è 50mila euro, la giacenza annuale risulta essere pari a circa 137 euro (50mila diviso 365, i giorni in un anno).

Ottenuto l’importo della giacenza media, questo va suddiviso in somme di propria competenza secondo le percentuali di possesso. Ad esempio, se i cointestatari sono due, la giacenza media e il saldo vengono ripartiti al 50%; al contrario, se si parla di un conto corrente con tre contitolari, le quote sono del 33,33%.

Coronavirus: audio fake su quarantene, procura Milano indaga

Posted on : 27-02-2020 | By : admin | In : Attualità e Società, feed

0


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Milano, 26 feb. (Adnkronos Salute) – La procura di Milano ha aperto un fascicolo contro alcuni audio che stanno diffondendo delle fake news in un momento in cui è pieno allarme per la diffusione del coronavirus. In particolare nel mirino dei procuratori aggiunti Tiziana Siciliano ed Eugenio Fusco c’è un file in cui una voce femminile fa riferimento ad alcune informazioni riservate avute perché “il marito di una sua amica lavora in regione”, dove si svela di una “quarantena per i paesi intorno a Milano”, misura poi da estendere anche alla città capoluogo, “quindi tutti negozi chiusi, organizzatevi con la spesa, fate le scorte perché se chiudono tutto, chiudono tutto per almeno un mese perché la situazione non è come la dicono i telegiornali, hanno perso il controllo del virus”. 

Coronavirus: giro d’affari gel igienizzanti mani +827% in 6 settimane

Posted on : 27-02-2020 | By : admin | In : Attualità e Società, feed

0


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Milano, 26 feb. (AdnKronos Salute/Labitalia) – I volumi di vendite dei gel igienizzanti per le mani sono alle stelle. Solo nelle prime 6 settimane dell’anno si sono vendute più di 900 mila confezioni nella grande distribuzione, pari a un fatturato di 2,5 milioni di euro, 9 volte in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Secondo i dati dell’Istituto globale di misurazione e analisi dati Nielsen, il “sellout” è stato di 900 mila confezioni e il fatturato di questo segmento di prodotto ha messo a segno una crescita dell’827% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Entro fine febbraio, dopo le razzie in supermercati e discount, è previsto un milione di pezzi venduti.

Coronavirus: Iss, sconsigliati disinfettanti ‘fai da te’

Posted on : 27-02-2020 | By : admin | In : Attualità e Società, feed

0


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Roma, 26 feb. (Adnkronos Salute) – Disinfettanti, l’Istituto superiore della sanità (Iss) sconsiglia i prodotti ‘fai da te’ per disinfettare le mani come misura di prevenzione del coronavirus: “Nel 2009 – si ricorda – l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), per far fronte ad alcune emergenze sanitarie a livello globale, ha reso disponibile la guida ‘Guide to Local Production: Who-Recommended Handrub Formulations’ – per preparare prodotti per l’igiene delle mani. La Guida Oms non è destinata alla preparazione a scopo di vendita né alla produzione ‘fai da te’, bensì a produttori che intendono preparare i prodotti localmente nelle proprie strutture (non a scopo industriale)”.

Coronavirus: guariti tutti pazienti ricoverati allo Spallanzani

Posted on : 27-02-2020 | By : admin | In : Attualità e Società, feed

0


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Roma, 26 feb. (Adnkronos Salute) – Tutti i pazienti ricoverati dal 29 gennaio all’Inmi Spallanzani di Roma sono guariti dal coronavirus. La coppia cinese, il ricercatore italiano (già dimesso) e il 17enne di Grado mai risultato positivo. Ieri, per la prima volta, sono risultati negativi i test effettuati sulla coppia cinese per la ricerca del coronavirus. Sabato è stato dimesso, perché negativo e in ottima salute, il ricercatore italiano (il primo connazionale contagiato) che era in isolamento alla Città militare della Cecchignola prima di essere trasferito allo Spallanzani. Nel weekend dovrebbe uscire dalla quarantena Niccolò, il ragazzo di 17 anni rimasto bloccato per due volte a Wuhan, che da giorni sta bene ma deve terminare il periodo di isolamento allo Spallanzani. Finisce così, dopo un mese, l’incubo per la coppia cinese, i primi casi positivi sul territorio italiano.

Coronavirus: si allunga lista Paesi che sconsigliano viaggi in Italia

Posted on : 27-02-2020 | By : admin | In : Attualità e Società, feed

0


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Roma, 26 feb. (Adnkronos Salute) – Dall’Asia all’Europa fino al mondo arabo si allunga la lista dei Paesi che hanno adottato misure nei confronti dell’Italia, dallo ‘sconsiglio’ di viaggi a provvedimenti più rigidi, in seguito all’epidemia di coronavirus. L’ultima in ordine di tempo è stata l’India, il cui ministero della Salute su Twitter ha sconsigliato i viaggi in Italia annunciando la possibile quarantena per 14 giorni per quanti abbiano visitato il nostro Paese dal 10 febbraio. Giro di vite sui viaggi in Italia anche della Turchia di Recep Tayyip Erdogan, che ha sconsigliato ai suoi cittadini di recarsi nelle zone italiane dove si sono registrati casi di contagio, e della Russia, che ha comunicato un analogo provvedimento sul sito dell’agenzia sanitaria nazionale.

Coronavirus: Oms, 80.980 casi in 33 paesi, solo 3% fuori da Cina

Posted on : 27-02-2020 | By : admin | In : Attualità e Società, feed

0


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Roma, 26 feb. (Adnkronos Salute) – “Ad oggi ci sono 80.980 casi di Covid-19 in 33 paesi, 13 dei quali nella Regione europea. Oltre il 95% dei casi è in Cina, solo il 3% al di fuori”. A fare il quadro è il direttore Europa Oms, Hans Kluge, in conferenza stampa dopo il vertice al ministero della Salute. “Comunque i nostri pensieri vanno a tutti i cittadini nel mondo in Europa e in Italia colpiti dal virus”, ha detto.

Coronavirus: italiani ‘disertano’ ospedali e visite di controllo

Posted on : 27-02-2020 | By : admin | In : Attualità e Società, feed

0


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Roma, 26 feb. (AdnKronos Salute) – In tempo di crisi da Covid-19 gli italiani disertano non solo i pronto soccorso – come emerge dall’indagine Simeu – ma anche ospedali e visite mediche. A segnalarlo all’AdnKronos Salute è Susanna Esposito, presidente dell’Associazione mondiale per le malattie infettive e i disordini immunologici (Waidid) e professore ordinario di Pediatria all’università di Parma. “In questi giorni si è verificato un crollo dell’accesso delle persone in ospedale. Una cosa mai vista prima – assicura Esposito – e questo anche se non c’è motivo di rinviare o posticipare le visite ambulatoriali di controllo, sia in presenza che in assenza di malattie croniche”.

Coronavirus: arrivano i gel mani ‘made in farmacia’, 2 ricette anti-sciacalli

Posted on : 27-02-2020 | By : admin | In : Attualità e Società, feed

0


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Milano, 26 feb. (AdnKronos Salute) – Gel disinfettanti ‘made in farmacia’ per tamponare la carenza dei prodotti ormai introvabili o venduti online a prezzi folli. Contro lo sciacallaggio che ai tempi del coronavirus specula sull’invito all’igiene delle mani parte delle autorità sanitarie, ma soprattutto sulla psicosi dilagante, arrivano le ‘ricette’ della Società italiana farmacisti preparatori (Sipaf). Indicazioni utili agli ‘esercizi con la croce verde’, per allestire preparazioni galeniche da proporre al pubblico a caccia di detergenti anti-virus. Ingredienti base: etanolo o sodio ipoclorito. Prezzo consigliato al pubblico: 5 euro.


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524