Warning: Use of undefined constant WPRBLVERSION - assumed 'WPRBLVERSION' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/wp-render-blogroll-links/WP-Render-Blogroll.php on line 19

Warning: Declaration of Walker_Comment2::start_lvl(&$output, $depth, $args) should be compatible with Walker::start_lvl(&$output, $depth = 0, $args = Array) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/themes/dynablue/functions.php on line 147

Warning: Declaration of Walker_Comment2::end_lvl(&$output, $depth, $args) should be compatible with Walker::end_lvl(&$output, $depth = 0, $args = Array) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/themes/dynablue/functions.php on line 147

Warning: Declaration of Walker_Comment2::start_el(&$output, $comment, $depth, $args) should be compatible with Walker::start_el(&$output, $object, $depth = 0, $args = Array, $current_object_id = 0) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/themes/dynablue/functions.php on line 147

Warning: Declaration of Walker_Comment2::end_el(&$output, $comment, $depth, $args) should be compatible with Walker::end_el(&$output, $object, $depth = 0, $args = Array) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/themes/dynablue/functions.php on line 147
Attualità e Società | KYK.it - Part 110
Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Taglio alberi: ultime sentenze

Posted on : 27-03-2020 | By : admin | In : Attualità e Società, feed

0


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Scopri le ultime sentenze su: taglio di alberi non autorizzato; taglio degli alberi in un’area vincolata qualificabile come bosco; taglio a raso di numerosi alberi di alto fusto.

La pulizia del terreno costituisce termine di inizio dei lavori?

Non costituisce termine di inizio dei lavori indicati in un permesso di costruire la semplice pulizia del terreno, con il taglio di eventuali alberi o arbusti e l’apposizione del cartello di cantiere, assumendo rilevanza invece la posa di elementi portanti, la costruzione di muri e gli scavi per le fondazioni.

Consiglio di Stato sez. VI, 14/10/2019, n.6968

Taglio degli alberi, delle piante e degli arbusti

Deve essere considerato bosco qualsiasi terreno coperto da vegetazione forestale arborea, associata o meno a quell’arbustivo a, da castagneti sughere di o da macchia mediterranea con un limite spaziale non inferiore a 2000 m quadri.

(Nel caso di specie al dibattimento non era emerso in maniera certa sei terreni erano sempre stati considerati boschi e come tali soggetti a vincoli della legislazione penale speciale di settore e se pertanto il taglio degli alberi delle piante e degli arbusti integrava il reato di cui all’Art 142, comma 1 G e 181, comma 1 D. Lvo n.  42/2004).

Tribunale Chieti, 03/12/2018, n.1042

Taglio di alberi avvenuto in zona protetta

Il d.lg. n. 195 del 2005 ha introdotto una disciplina particolare estendendo la conoscenza delle informazioni relative all’ambiente a chiunque ne faccia richiesta senza che questi debba dimostrare il proprio interesse. In particolare, ai sensi degli articoli 1 e 2 del Dlgs citato deve essere garantito il diritto all’informazione per garantire ai fini della più ampia trasparenza che l’informazione ambientale sia sistematicamente e progressivamente messa a disposizione del pubblico e diffusa in forma o formati consultabili.

La p.a. è tenuta a rendere l’informazione ambientale detenuta a chiunque ne faccia richiesta senza che questi debba dichiarare e dimostrare il proprio interesse; pertanto, con riferimento a richiesta di informazione avente carattere ambientale poiché riguardante il taglio di alberi avvenuto in zona protetta e le ragioni a fondamento degli atti autorizzativi, sussiste il diritto di accedere agli atti richiesti, possedendo il regime di pubblicità in materia ambientale carattere tendenzialmente integrale, sia per ciò che concerne la legittimazione attiva, con un ampliamento dei soggetti legittimati all’accesso, e sia per il profilo oggettivo, prevedendosi un’area di accessibilità alle informazioni ambientali svincolata dai più restrittivi presupposti dettati in via generale dagli art. 22 e ss. l. n. 241 del 1990.

T.A.R. Catanzaro, (Calabria) sez. I, 19/11/2015, n.1747

Sequestro di un’area boschiva

La esclusione della colpevolezza nelle contravvenzioni non può essere determinata dall’errore di diritto dipendente da ignoranza non inevitabile della legge penale, quindi da mero errore di interpretazione che diviene scusabile quando è determinato da un atto della p.a. o da un orientamento giurisprudenziale univoco e costante da cui l’agente tragga la convinzione della correttezza dell’interpretazione normativa e, di conseguenza, della liceità della propria condotta (fattispecie relativa al sequestro di un’area boschiva in cui una impresa aveva dato inizio al taglio di alberi di alto fusto, senza aver ottenuto il preventivo nulla osta dell’Ente Parco nazionale).

Cassazione penale sez. III, 16/10/2014, n.3412

Danno ambientale

Nel caso di taglio di piante non autorizzato, la sanzione ex art. 167, comma 5, d.lg. n. 42 del 2004, è legittimamente parametrata al danno ambientale provocato, non potendosi in alcun modo determinare il profitto ricevuto dal danneggiante a causa dell’azione posta in essere.

T.A.R. Milano, (Lombardia) sez. IV, 29/07/2014, n.2138

Tutela del paesaggio

In tema di tutela del paesaggio, la nozione di bosco penalmente rilevante a norma della fattispecie di reato prevista dall’art. 181 d.lg. n. 42 del 2004, prescinde dall’origine naturale o artificiale delle superfici alberate, comprendendole entrambe, e trova un limite di applicabilità solo con riferimento agli impianti arborei destinati in via esclusiva alla produzione del legno.

(Fattispecie nella quale la Corte ha ritenuto integrare il reato di cui all’art. 181 d.lg. n. 42 del 2004 l’intervento di taglio indiscriminato degli alberi seguito dal dissodamento del terreno, non specificamente autorizzato, in un fondo, la cui natura era desumibile dall’avvenuta esecuzione di attività di rimboschimento, la quale è stata considerata indice inequivocabile della non esclusività della destinazione dell’impianto a produzione del legno).

Cassazione penale sez. III, 18/03/2014, n.30303

Taglio di alberi: autorizzazione paesaggistica in sanatoria

Il taglio degli alberi in un’area vincolata qualificabile come “bosco”, essendo idoneo a modificare il paesaggio, non rientra tra gli abusi edilizi ccdd. minori, cui l’art. 167 d.lg. n. 42 del 2004 subordina la possibilità di ottenere, in deroga alla regola generale posta dall’art. 146 comma 4 dello stesso d.lg., l’autorizzazione paesaggistica in sanatoria.

T.A.R. Napoli, (Campania) sez. IV, 20/03/2012, n.1348

Taglio degli alberi e indennizzo

Non è dovuto il separato indennizzo per il c.d. “macchiatico maturo per il taglio degli alberi” ai sensi dell’art. 43 l. n. 2359 del 1865, in quanto incompatibile con il carattere esaustivo dell’indennizzo regolato dalla successiva l. n. 865 del 1971 (art. 16) secondo cui, atteso il criterio del valore tabellare (V.A.M.) ancorato al tipo di piantagione effettivamente praticata sul suolo agricolo, non può applicarsi il criterio del compenso aggiuntivo relativo al soprassuolo arboreo già previsto dalla legge del 1865.

Cassazione civile sez. un., 25/11/2009, n.24761

Taglio a raso e sradicamento di alberi

Integra il reato di cui all’art. 181 comma 1 d.lg. 22 gennaio 2004 n. 42, l’abusiva esecuzione di lavori in area boscata protetta consistenti nel taglio a raso e sradicamento di alberi e nel conseguente livellamento del terreno, essendo soggetto ad autorizzazione ogni intervento modificativo. (In motivazione la Corte ha precisato che non esclude il reato la mera “denuncia” del taglio della legna, non autorizzando la stessa detti interventi, ma solo il taglio della legna da ardere).

Cassazione penale sez. III, 14/10/2009, n.43863

Taglio di alberi di un giardino pubblico

In tema di tutela penale delle cose di antichità e d’arte, la qualifica di soggetto attivo del reato di danneggiamento (art. 733 c.p.) compete anche a chi riveste la carica pubblica di sindaco nel caso in cui i beni danneggiati costituiscano “monumento” e rivestano un rilevante interesse culturale, tale da rendere incontrovertibile la loro appartenenza al patrimonio archeologico, storico o artistico nazionale.

(Fattispecie nella quale il danneggiamento era stato causato da un’ordinanza sindacale con cui si disponeva il taglio di alcuni alberi facenti parte di un giardino pubblico, tutelato quale complesso di particolare interesse storico ed artistico con provvedimento del Ministero dei BB.CC.AA.).

Cassazione penale sez. III, 24/10/2008, n.42893

Esecuzione di attività preparatorie

L’esecuzione di mere attività preparatorie, quali il taglio degli alberi, l’apertura di un varco di accesso al terreno, la demolizione di parte di un muro di confine e la realizzazione di una nuova recinzione, non accompagnante dalla compiuta organizzazione del cantiere di lavoro, non costituiscono valido inizio dei lavori tale da impedire la decadenza del permesso di costruire per mancato rispetto del termine iniziale.

T.A.R. Napoli, (Campania) sez. II, 25/09/2008, n.10890

Taglio a raso di alberi di alto fusto

Nel delitto di danneggiamento il dolo non è qualificato dal fine specifico di nuocere, sicché per la sua esistenza è sufficiente la coscienza e volontà di danneggiare.

(La Corte ha precisato che resta estranea all’elemento soggettivo la pretesa convinzione di operare con finalità di “riordino della zona” in capo al direttore dei lavori di un’impresa impegnata nel recupero di una centrale idroelettrica sita in zona sottoposta a vincolo ambientale, forestale ed idraulico, con il compimento di opere di trasformazione urbanistica – realizzazione di una pista di accesso, taglio a raso di numerosi alberi di alto fusto, rilevanti sbancamenti, distruzione del sottobosco con deposito di materiali inerti, realizzazione di una rampa di accesso ad un torrente -, e che, in mancanza del consenso del proprietario del terreno e dell’area boschiva, il descritto comportamento si caratterizza per la consapevolezza di un’azione violenta, perché non accettata dalla persona offesa).

Cassazione penale sez. II, 14/03/2007, n.15102

Ambiente: Camera aderisce a ‘Earth Hour 2020′, domani facciata spenta per un’ora’

Posted on : 27-03-2020 | By : admin | In : Attualità e Società, feed

0


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Roma, 27 mar. (Adnkronos) – Domani la Camera dei deputati aderisce all’iniziativa ‘Earth Hour 2020’ promossa dal Wwf per sensibilizzare l’opinione pubblica a un più razionale utilizzo delle fonti energetiche. L’illuminazione della facciata esterna del Palazzo di Montecitorio sarà spenta dalle ore 20,30 alle ore 21,30. Ne dà notizia un comunicato.

Coronavirus: De Poli, ‘lavoratori immunodepressi no a contatto con rischio contagio’

Posted on : 27-03-2020 | By : admin | In : Attualità e Società, feed

0


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Roma, 27 mar. (Adnkronos) – “Esonerare tutti i lavoratori con patologie croniche che determinano immunodepressione come trapiantati, post oncologici e dializzati dal servizio diretto con persone a rischio di contagio. Il governo preveda, nel decreto Cura-italia, per questi soggetti una sospensione dal lavoro retribuita”. Lo chiede il senatore Udc Antonio De Poli.

Coronavirus e palestra in casa, gli oggetti più venduti

Posted on : 27-03-2020 | By : admin | In : Attualità e Società, feed

0


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Boom di acquisti di tapis-roulant. In cima alla classifica anche cyclette e attrezzi vari. Perché neanche la pandemia può fermare gli irriducibili del fitness.

Sarà perché temiamo, come qualcuno scherzava su Facebook, che la quarantena si trasformi in quarantina di chili di troppo. Sarà perché i veri sportivi non li puoi confinare nell’angolo di un isolamento forzato. Ecco che vanno a ruba gli attrezzi da palestra. Fitness casalingo, si intende, visto che le sale pesi/attrezzi di tutta Italia sono chiuse ormai da giorni causa epidemia di Coronavirus. Ebbene: gli italiani non hanno evidentemente rinunciato a un po’ di movimento, anche se tra le quattro mura di casa.

L’agenzia di stampa Adknronos ci racconta come dai primi di marzo sia stato boom delle vendite di tapis roulant, cyclette e attrezzistica: dai dischi ai bilancieri agli elastici di varia resistenza. Stock dei rivenditori esauriti o in imminente esaurimento su qualunque fascia di prezzo. La domanda è di tutti e ce n’è per tutte le tasche e tutti i gusti.

A conquistare il podio è il tapis roulant, seguito dalla cyclette mentre l’ellittico va nel ‘dimenticatoio’ perché, come apprende l’agenzia di stampa da produttori e distributori operanti nel settore, quelli effettuati in questi giorni ”sono i tipici acquisti d’impulso, fatti da chi non ha esperienza, che non va mai in palestra e vuole far sport&senza faticare”.

Una gara all’acquisto cominciata in Cina, poi traslocata in Romania e sbarcata in contemporanea nel bel Paese ed in Spagna dove dai primi di marzo ”dico che le vendite sono aumentate per dieci perché non voglio
dire per cento”, racconta Roberto Coda Zabetta, direttore commerciale- marketing per l’Italia di Jht Italia Spa, filiale nostrana di una delle principali multinazionali operanti nel settore, ‘born’ in Taiwan ma che produce anche negli Usa ed in Cina mentre in Italia è specializzata nel ricondizionamento di prodotti usati da reimmettere nel mercato. Un fenomeno dunque ”partito dai paesi asiatici, poi ribaltato sul mercato europeo ed a breve sull’americano. Certo – constata Zabetta – in Cina ed in Italia abbiamo venduto considerevolmente più che in Gran Bretagna, dove ancora si può uscire”.

Interessante l’andamento della domanda rispetto all’evolversi dei Dpcm: ”In Italia la prima settimana di chiusura dei centri sportivi abbiamo registrato un incremento di richiesta di alcuni dei cosidetti ‘prodotti di forza’: bilancieri e manubri. Chi non poteva andare in palestra aveva bisogno di simulare la forza. Poi è scattata la fase due – ricorda Zabetta – chi non faceva attività fisica ha sentito il bisogno di acquistare tapis roulant o cyclette. Mentre i veri sportivi si sono riversati su un’altra categoria di sistemi professionali indoor, collegati ad app di gestione dell’allenamento e collegamenti virtuali”.

Coronavirus: Pd, task force per velocizzare pagamenti Pa

Posted on : 27-03-2020 | By : admin | In : Attualità e Società, feed

0


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Roma, 27 mar. (Adnkronos) – “Sarebbe molto importante, per sostenere le imprese che hanno crediti con la pubblica amministrazione, mettere in campo per i Ministeri, per le Regioni e i Comuni, una task force per velocizzare i pagamenti. Sarebbe una importantissima iniezione di liquidità e un sostegno attivo, soprattutto per le piccole e medie imprese e per il settore dei servizi”. Così la deputata e coordinatrice del programma della segreteria Pd, Chiara Braga.

Coronavirus: Amendola, ‘addio Ue? per andare dove? nessuno regge da solo’

Posted on : 27-03-2020 | By : admin | In : Attualità e Società, feed

0


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Roma, 27 mar. Adnkronos) – “Leggo in queste ore dichiarazioni in cui si dice ‘meglio salutare l’Europa’…. Io mi chiedo: per andare dove? Io vedo l’Europa come un’alleanza per mutualizzare i rischi. Noi non abbiamo chiesto aiuto sul debito pubblico italiano, abbiamo detto che di fronte a una recessione dell’economia, nessuno ce la fa da solo, nessuno regge da solo”. Lo dice il ministro delle politiche Ue, Enzo Amendola, a Rainews24.

Coronavirus: Amendola, ‘Ue scenda in campo adesso o rischia’

Posted on : 27-03-2020 | By : admin | In : Attualità e Società, feed

0


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Roma, 27 mar. (Adnkronos) – “Non nascondo le preoccupazioni. O l’Europa scende in campo adesso o rischie la sua architettura istituzionale”. Lo dice il ministro delle politiche Ue, Enzo Amendola, a Rainews 24.

Coronavirus: Salvini, ‘Sicilia e Sardegna dimenticate anche in momento drammatico’

Posted on : 27-03-2020 | By : admin | In : Attualità e Società, feed

0


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Roma, 27 mar. (Adnkronos) – “Sicilia e Sardegna, come tante altre Regioni comprese quelle con presidenti del Pd, lamentano i ritardi del governo centrale nel distribuire il materiale anti-Coronavirus. Aspiratori, mascherine, kit diagnostici. Gli italiani rischiano la vita per la malattia e per la burocrazia: è inaccettabile. Sardegna e Sicilia sono terre splendide, troppo spesso dimenticate dallo Stato centrale anche in momenti drammatici”. Lo dice il segretario della Lega, Matteo Salvini.

Coronavirus: Amendola, ‘in crisi economia reale, Italia non arretra’

Posted on : 27-03-2020 | By : admin | In : Attualità e Società, feed

0


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Roma, 27 mar. (Adnkronos) – Siamo di fronte “a una crisi dell’economia reale, non dei mercati. C’è un problema di liquidità dell’economia reale, non il gioco di speculatori. Il punto su cui stiamo dibattendo” in Europa “sono le risposte concrete da dare: noi chiediamo risposte all’altezza, altri Paesi sono più titubanti e timorosi”. Lo dice il ministro della politiche Ue, Enzo Amendola, a Rainews24.

Coronavirus: Marcucci, ‘senza Ue si va a sbattere, Salvini irresponsabile’

Posted on : 27-03-2020 | By : admin | In : Attualità e Società, feed

0


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Roma, 27 mar. (Adnkronos) – “Andare da soli e sbattere la porta all’Europa significa andare a sbattere. L’irresponsabilità di Salvini non ha fine”. Lo scrive su Twitter il capogruppo del Pd al Senato, Andrea Marcucci.


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524