Cartella prescritta: come cancellare il debito

Pubblicato il: 08-11-2018 | Categoria : Attualità e Società, feed | 12 views | FONTE ORIGINALE

0

Se la cartella è stata regolarmente ricevuta non è impossibile impugnare l’estratto di ruolo e chiedere la cancellazione dell’importo non più dovuto. Bisogna prima presentare una domanda di sgravio in autotutela. Se, con una raccomandata, una persona ti ingiunge di versarle una somma di denaro che ritieni non dovuta puoi sempre rivolgerti a un giudice affinché dichiari l’inesistenza del debito. In termini tecnici si dice che puoi difenderti con una «azione di accertamento negativo del credito». Lo scopo è quello di bloccare, sul nascere, una pretesa illegittima e non subire le pressioni del creditore. Ma se il creditore è l’Agente della Riscossione e il debito deriva da una cartella esattoriale non hai più questa possibilità. Il processo tributario non ha infatti le stesse regole di quello ordinario e, per poter ricorrere a un tribunale, devi contestare un atto entro termini prestabiliti dalla legge. Tutto questo rende molto più difficile sbarazzarsi dei vecchi debiti, anche se prescritti e quindi non più dovuti. Se ti sembra assurdo o addirittura incostituzionale, puoi trovare una conferma di quanto sto per dirti in numerose sentenze della Cassazione [1] e in una recente pronuncia del Tribunale di Roma [2]. Per spiegarti come cancellare il debito di una ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment