Cartella di pagamento non firmata

Pubblicato il: 12-11-2017 | Categoria : Attualità e Società, feed | 20 views | FONTE ORIGINALE

0

La cartella esattoriale è nulla se priva dell’indicazione del responsabile del procedimento ma la sua firma non è necessaria. Hai ricevuto una cartella di pagamento da parte di Agenzia delle Entrate Riscossione. Superati i primi cinque minuti di sgomento per il fatto che la somma da versare fa sballare il tuo bilancio familiare e probabilmente ti costringerà a rinunciare all’acquisto che avevi programmato, ti metti alla ricerca di un possibile appiglio legale per non pagare. Ti accorgi così che sulla cartelle esattoriale non c’è la firma di chi l’ha emessa. C’è solo l’indicazione del nome del responsabile del procedimento ma, alla fine del foglio, non c’è neanche una sigla stampata. A tuo avviso, chiunque potrebbe aver scritto quel documento e, non essendovi certezza sulla sua provenienza, l’atto è nullo. È davvero così? Che succede in caso di cartella di pagamento non firmata? La risposta è stata fornita a più riprese dalla giurisprudenza e, da ultimo, da una sentenza della Cassazione [1]. Lo scopo della cartella esattoriale è portare a conoscenza del contribuente il debito da questi accumulato e consentirgli di pagare entro 60 giorni per evitare l’esecuzione forzata. Quindi la cartella deve contenere tutti gli elementi per far sì che il cittadino ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment