Cancellazione ipoteca: ultime sentenze

Pubblicato il: 24-01-2023 | Categoria : Attualità e Società, feed | 6 views | FONTE ORIGINALE

0

Iscrizione ipotecaria volontaria; annotazione di cancellazione ipotecaria richiesta in virtù dell’atto notarile; giurisdizione. Pericolo di inadempimento dell’obbligo di mantenimento dei figli e cancellazione dell’ipoteca In tema di iscrizione ipotecaria, il giudice avanti al quale è proposta una istanza di cancellazione dell’ipoteca, disposta ai sensi dell’art. 156,5 comma, c.c., è tenuto a verificare la sussistenza o meno del pericolo di inadempimento dell’obbligato e a disporre, in mancanza, l’emanazione del corrispondente ordine di cancellazione, ai sensi dell’art 2884 c.c.. Cassazione civile sez. I, 16/01/2023, n.1076 La cancellazione dell’iscrizione ipotecaria La cancellazione dell’iscrizione ipotecaria concessa o ordinata in maniera invalida ovvero originata da un atto inesistente, nullo o inefficace, ovvero ancora effettuata in radicale difetto di ragione giustificatrice, estingue l’ipoteca, che può rivivere soltanto in virtù della sua reiscrizione in forza del medesimo titolo, ma con grado dalla data della nuova iscrizione, fatta salva la possibilità di esperire l’azione risarcitoria nei confronti del Conservatore dei registri immobiliari (o del dirigente del corrispondente odierno ufficio pubblico), nel caso in cui la cancellazione sia imputabile alla sua responsabilità, sulla base dei presupposti (e nei limiti) di cui all’art. 232-bis disp. att. c.c. (Nella specie, la S.C. ha confermato la sentenza di merito che aveva escluso che la reviviscenza dell’originario vincolo ipotecario ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment