Cancellazione ipoteca su immobile venduto e risarcimento: Cassazione

Pubblicato il: 14-01-2022 | Categoria : Attualità e Società, feed | 30 views | FONTE ORIGINALE

0

Che succede se il venditore, che alla firma del compromesso si assume l’obbligo di cancellare l’ipoteca, non vi provvede prima del rogito notarile: i danni risarcibili all’acquirente.  Inadempimento del venditore che non cancella l’ipoteca sulla casa venduta: risarcimento La violazione dell’obbligo contrattuale, assunto dal venditore, di cancellare l’ipoteca sull’immobile venduto rientra nella disciplina dell’inadempimento ed obbliga il venditore al risarcimento del danno. Tale risarcimento, può consistere, oltre che nella somma necessaria a cancellare i vincoli ed al compimento delle relative formalità, anche nella perdita definitiva del guadagno che una vendita tempestiva avrebbe consentito, in quanto l’attore dovrà fornire la relativa prova. Il risarcimento del danno per l’inadempimento dell’obbligo di cancellare le ipoteche assunto dal venditore può essere disposto anche in forma specifica, mediante la condanna alla cancellazione dei vincoli, con il pagamento della somma necessaria a tal fine e il compimento delle relative formalità. Corte di Cassazione, Civile, Sezione 2, Ordinanza del 3 dicembre 2021, n. 38317  Il danno risarcibile in caso di mancata cancellazione dell’ipoteca In tema di liquidazione del “quantum” risarcibile, la misura del danno non deve essere necessariamente contenuta nei limiti di valore del bene danneggiato ma deve avere per oggetto l’intero pregiudizio subito dal soggetto danneggiato, essendo il risarcimento diretto alla ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment