Caduta e risarcimento danni: serve il testimone?

Pubblicato il: 21-11-2021 | Categoria : Attualità e Società, feed | 34 views | FONTE ORIGINALE

0

Chi cade in una buca stradale ha bisogno della prova testimoniale per ottenere i danni? La Cassazione ha sempre detto che, in caso di caduta in una buca stradale, per ottenere il risarcimento è necessario dimostrare non solo l’evento (la caduta, appunto) e il danno fisico ma anche il cosiddetto rapporto di causalità (o di causa-effetto) ossia che quel danno è stato procurato unicamente da quell’evento e non da altre cause. Potrebbe infatti ben essere che una persona si sia slogata una caviglia cadendo a casa e che poi abbia addebitato la colpa a una fossa sul marciapiede per farsi risarcire dal Comune.  Il problema è come fare a dimostrare il rapporto di causalità. Ci vorrebbe la dichiarazione di un testimone oculare che dichiari di aver effettivamente visto la vittima cadere a terra e farsi male a causa del piede in fallo. Ma è davvero così necessario? E chi ha la sventura di trovarsi in quel momento in una strada isolata, senza altre persone, cosa può fare? Insomma, in caso di una caduta, per il risarcimento dei danni serve il testimone? Sul punto è più volte intervenuta la Cassazione. Ecco cosa hanno detto i giudici in proposito. Caduta su una buca: come ottenere ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment