Bollo auto: quando la prescrizione è di 10 anni

Pubblicato il: 12-11-2017 | Categoria : Attualità e Società, feed | 22 views | FONTE ORIGINALE

0

Se il contribuente fa ricorso contro la richiesta di bollo auto e perde la causa, resta obbligato a pagare per 10 anni. Nonostante le sezioni Unite della Cassazione abbiano di recente chiarito che ogni tassa ha i propri tempi di prescrizione anche dopo la notifica della cartella di pagamento [1], c’è ancora qualche giudice che la pensa diversamente e ritiene che il termine sia sempre di 10 anni. La questione è apparsa nella sua più plateale evidenza qualche giorno fa quando la Commissione tributaria Regionale del Lazio ha detto che la cartella esattoriale, una volta divenuta definitiva per mancata impugnazione (ossia dopo 60 giorni dalla sua notifica), è equiparabile a una sentenza del giudice e, come tale, cade in prescrizione dopo 10 anni (leggi Prescrizione bollo auto più lunga: ecco dove) [2]. Questo significa che, se anche il più importanti degli organi giudiziari del nostro Paese ha detto che il fisco può chiedere tutt’al più gli ultimi 3 anni di arretrati del bollo auto, in qualche Regione d’Italia una tesi del genere non ha successo e il contribuente viene condannato a pagare gli ultimi 10 anni. Su una cosa però tutti i tribunali sono d’accordo: se il contribuente impugna l’avviso di ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment