Autocertificazione: che cos’è e cosa si può dichiarare

Pubblicato il: 10-05-2018 | Categoria : Attualità e Società, feed | 9 views | FONTE ORIGINALE

0

Quando è ammessa la dichiarazione sostitutiva dei certificati? Ha una scadenza? Come si presenta? Chi può farla? Ecco il modello facsimile.  Avrete sicuramente sentito parlare dell’autocertificazione e forse non vi è mai capitato di doverne compilare una. Si tratta di una dichiarazione che sostituisce la montagna di certificati previsti una volta per ottenere un permesso o un documento dalla Pubblica amministrazione. È possibile presentarla di persona oppure in via telematica. Ma che cosa si può autocertificare? Ci sono dei certificati che non possono essere sostituiti con questo documento. Vediamo, allora, che cos’è l’autocertificazione, a cosa serve e cosa si può dichiarare. Autocertificazione: che cos’è? La legge [1] ha introdotto la possibilità di fornire alla Pubblica amministrazione ed ai privati una dichiarazione resa e firmata da un cittadino che sostituisce in modo completo e definitivo alcune certificazioni amministrative. Ecco perché si chiama anche «dichiarazione sostitutiva». È, quindi, un modo per evitare burocrazia ed inutili perdite di tempo, soprattutto quando si sceglie di fare l’autocertificazione online. In base alla legge, gli uffici pubblici sono obbligati ad accettare l’autocertificazione per le pratiche previste. In caso contrario, incorrerebbero nella violazione dei doveri d’ufficio. Diverso il discorso per quanto riguarda i privati: l’accettare o meno questa dichiarazione resta per loro ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment