Aumento età pensionabile, che cosa cambia

Pubblicato il: 14-11-2017 | Categoria : Attualità e Società, feed | 23 views | FONTE ORIGINALE

0

Cambiano i futuri aumenti dell’età pensionabile e dei requisiti per la pensione legati all’aspettativa di vita media. L’età pensionabile, fermo restando l’aumento a 67 anni previsto per il 2019, dal 2021 potrebbe aumentare ancora, oppure bloccarsi, ma sulla base di parametri diversi da quelli previsti sinora: è quanto previsto da una nuova proposta del Governo, che modifica profondamente il calcolo dei requisiti per la pensione connessi alla speranza di vita. In particolare, a partire dal 2021, l’aspettativa di vita dovrebbe essere calcolata considerando la media del biennio immediatamente precedente, confrontata con la media del biennio ancora anteriore; per il 2021, ad esempio, l’aspettativa di vita dovrebbe essere calcolata sulla base della media del biennio 2018-2019, confrontata con la media del biennio 2016-2017: l’eventuale aumento determinerebbe un incremento dei requisiti per la pensione legati all’aspettativa di vita sul biennio 2021-2022. Nel caso invece in cui si riscontri una diminuzione della speranza di vita media, il decremento dovrebbe essere scomputato nella verifica per il biennio successivo: non ci sarebbe quindi un calo dell’età pensionabile, ma solo un congelamento dei requisiti. L’adeguamento dell’età di pensionamento alla speranza di vita, in ogni caso, continuerebbe a essere verificato ogni due anni. Adeguamento dei requisiti per la pensione Qual è, invece, ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment