Assegno di mantenimento: su quali parametri viene calcolato

Pubblicato il: 11-07-2018 | Categoria : Attualità e Società, feed | 24 views | FONTE ORIGINALE

0

Come cambia l’assegno di divorzio dopo la sentenza delle Sezioni Unite: la nuova sentenza che ripristina il tenore di vita della coppia come elemento per determinare l’ammontare dell’assegno. Le Sezioni Unite della Cassazione si sono finalmente espresse sulla sorte dell’assegno di mantenimento dopo il divorzio (meglio detto assegno divorzile). La sentenza [1] era fortemente attesa da numerose coppie: da un lato, dai mariti, che l’anno scorso avevano accolto con gioia l’apertura della Cassazione [2] secondo cui il divorzio cancellerebbe definitivamente ogni legame, anche economico, tra i coniugi; dall’altro lato dalle mogli, costrette invece, per ottenere l’assegno, a dimostrare di essere nell’impossibilità, fisica o di salute, di potersi mantenere da sole. Mentre i tentativi di una riforma della legge si sono arenati con la precedente legislatura, i giudici hanno preso in mano le redini della situazione stabilendo un nuovo corso della storia. Ecco dunque come cambia l’assegno di divorzio a seguito dell’odierna sentenza delle Sezioni Unite. Ma prima ancora dobbiamo capire come e perché si è formato il contrasto interpretativo. La sentenza Grilli: cancellato l’assegno di divorzio Il 10 maggio del 2017, la prima sezione della Cassazione è uscita con una sentenza a dir poco rivoluzionaria. Il principio affermato era pressappoco il seguente: il divorzio ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment