Alloggio del portiere: di chi è?

Pubblicato il: 22-09-2022 | Categoria : Attualità e Società, feed | 15 views | FONTE ORIGINALE

0

Come si riconoscono le parti comuni in condominio? Cos’è il “titolo” che può derogare all’elenco delle parti condominiali stabilito dalla legge? In condominio ci sono parti comuni e proprietà private: le prime possono essere utilizzate da tutti i condòmini mentre le seconde sono esclusive dei rispettivi titolari. Ad esempio, sono parti comuni il cortile, l’androne, le scale, il tetto, il lastrico solare, ecc. Sono invece proprietà private le singole unità immobiliari che appartengono ai condòmini in virtù di rogito notarile. Con questo articolo risponderemo a una domanda precisa: di chi è l’alloggio del portiere? Sul punto si è recentemente espressa la Corte di Cassazione, la quale ha dovuto decidere sul ricorso proposto dai familiari del portiere che, nonostante fosse deceduto, rivendicavano il diritto di vivere nell’alloggio. Cosa dice la legge a riguardo? A chi appartiene l’alloggio del portiere? Scopriamolo insieme. Cosa sono le parti comuni in condominio? In condominio si definiscono “parti comuni” tutti i beni che sono essenziali per l’esistenza dell’edificio. Si pensi alle scale, alle fondamenta, ai pilastri, alla facciata: non si potrebbe immaginare un fabbricato senza questi elementi. Sono comuni anche le parti che, pur non essendo strettamente essenziali all’esistenza del condominio, sono ad esso funzionali, aumentandone ad esempio il valore o ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment