Affitto d’azienda: che fine fanno i contratti coi dipendenti?

Pubblicato il: 11-05-2018 | Categoria : Attualità e Società, feed, Lavoro | 8 views | FONTE ORIGINALE

0

Cosa succede ai lavoratori coinvolti in un trasferimento d’azienda? Quali sono i diritti che possono vantare nei confronti dell’affittuario, nuovo datore di lavoro? Quando viene trasferita la titolarità di un’azienda, o parte di essa, in forza di un contratto d’affitto, molte sono le conseguenze sia sul piano economico, che su quello giuridico. Tra tutte, ha sempre destato molta preoccupazione l’annosa questione dei dipendenti già assunti al momento del trasferimento. Qual è la sorte dei dipendenti e, soprattutto, dei loro stipendi? Di solito, in queste trattative, si inseriscono sempre i sindacati e il lavoratore si limita a decidere se firmare o meno un foglio che gli viene messo sulla scrivania, con l’alternativa – in caso di rifiuto – di perdere il posto. Insomma, grosse alternative non ce ne sono. Ma la legge prevede alcune tutele. Le vedremo, più nel dettaglio, in questo articolo dedicato appunto al caso dell’affitto d’azienda: che fine fanno i contratti coi dipendenti? Cosa s’intende per affitto d’azienda Si parla di affitto d’azienda quando quest’ultima viene affidata alla gestione di un soggetto terzo il quale, tuttavia, non ne può modificare la destinazione, ma deve anzi conservare l’efficienza e l’identità dell’organizzazione e degli impianti. Da questo contratto, entrambe le parti ricevono dei cospicui ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment