Affissione del codice disciplinare di lavoro e sanzioni

Pubblicato il: 11-01-2018 | Categoria : Attualità e Società, feed | 8 views | FONTE ORIGINALE

0

Illegittima la sanzione disciplinare al dipendente se il datore di lavoro non prova che il codice disciplinare è stato appeso in azienda. Se il datore di lavoro ti invia una contestazione per aver un comportamento vietato dal codice disciplinare e tu ritieni di non essere stato a conoscenza di tale regolamento, spetta a lui dimostrarne l’affissione. Il codice disciplinare deve essere infatti portato a conoscenza di tutti i lavoratori ed essere appeso in un luogo visibile a tutti. In caso contrario la sanzione è illegittima. Sono questi alcuni importanti chiarimenti offerti dalla Cassazione con una sentenza dell’altro ieri [1]. Per comprendere quali sono i diritti del dipendente, quanto questi può contestare l’addebito e come difendersi, quali sono gli obblighi previsti dalla legge in materia di affissione del codice disciplinare di lavoro e delle relative sanzioni facciamo un passo indietro. Affissione del codice disciplinare In base allo Statuto dei lavoratori [2], il codice disciplinare – ossia il regolamento interno contenente tutte le norme comportamentali, le relative sanzioni e le procedure di contestazione delle stesse – deve essere portato a conoscenza dei lavoratori mediante affissione in luogo accessibile a tutti. Per essere valido, il codice disciplinare deve essere anche chiaro e comprensibile, descrivendo in modo puntuale (anche ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment