A quanto ammonta il compenso dell’amministratore di condominio?

Pubblicato il: 25-11-2021 | Categoria : Attualità e Società, feed | 22 views | FONTE ORIGINALE

0

Esiste un tariffario legale per la parcella da pagare all’amministratore? Cosa succede se questi non ha specificato il prezzo? A quanto ammonta il compenso dell’amministratore di condominio? La risposta più corretta, per quanto banale, è la seguente: il compenso dovuto all’amministratore è quello da questi richiesto con il preventivo. In altri termini tutto è rimesso alla trattativa tra le parti. Ma bisogna tenere conto di alcune regole. La prima: l’amministratore, in corso di mandato, non può chiedere compensi extra rispetto a quelli preventivati all’atto della sua nomina. La seconda: è nulla la nomina dell’amministratore se questi non ha presentato un preventivo prima della votazione. Questo perché la delibera di nomina del capo condomino deve indicare, a pena di nullità, l’importo a questi dovuto a titolo di compenso.  Cerchiamo di approfondire il discorso e di individuare, con maggiore precisione, a quanto ammonta il compenso dell’amministratore di condominio. Tariffario amministratore di condominio  Non vi sono regole specifiche in merito al compenso dell’amministratore. Anzi i tariffari sono stati proibiti dall’Antitrust. Pertanto la determinazione dell’onorario del professionista è rimessa alla libera contrattazione tra le parti (secondo quanto previsto dalla legge Bersani 223/06). Contrattazioni che, come anticipato, vanno fatte prima della nomina. Diversamente la mancanza specificazione del compenso dell’amministratore comporta la ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment