Aperitivo Ostras Beach | L’aperitivo chic in Versilia

Pubblicato il: 24-06-2018 | In : feed, Musica e Spettacolo, Tempo libero

0

Ogni domenica sera al tramonto c’è l’aperitivo Ostras Beach con Radio Monte Carlo e Patrizia Pepe. Dopo la spiaggia, all’ora del tramonto, uno degli appuntamenti fissi dell’Estate in Versilia. Info e prenotazioni Aperitivo Ostras Beach:  347.477.477.2 Per il tuo aperitivo Ostras Beach, prova la comodità del servizio via SMS oppure clicca su per iniziare una conversazione, richiedere informazioni e prenotare. Grazie a questo servizio e a questo sito ottimizzato, puoi sapere tutto quello che ti serve per organizzare un piacevole happy hour in Versilia, ma anche una piacevole giornata sulla spiaggia, una gustosa cena al ristorante o una divertente serata in discoteca, direttamente sul tuo smartphone (inclusi listini, menu, link e preventivi personalizzati). In più hai la possibilità di prenotare il tuo aperitivo Ostras Beach Club, la tua tenda sulla spiaggia, il tuo pranzo o la tua cena al ristorante o il tuo tavolo in discoteca all’istante- Con una conferma scritta delle condizioni concordate. Aperitivo Ostras Beach. ......

 

Riccardo Cioni DJ @ InVilla Sensation

Pubblicato il: 24-06-2018 | In : feed, Musica e Spettacolo, Tempo libero

0

Riccardo Cioni deejay InVilla. Tutti i Lunedì a Marina di Pisa. Riccardo Cioni  protagonista a Pisa e nelle discoteche in Versilia ti aspetta. Prenota la sua prossima serata  347.477.477.2 La musica del deejay Riccardo Cioni accende InVilla Sensation a Marina di Pisa. Partecipa all‘evento con uno dei deejay più amati e seguiti di Pisa della Versilia e prenota ora il tuo posto in prima fila per queste serate. Date Riccardo Cioni Estate Pisa 2018: Lunedì 25 Giugno dalle 21.00 alle 3.00 InVilla Lunedì 2 Luglio dalle 21.00 alle 3.00 InVilla Lunedì 30 Luglio dalle 21.00 alle 3.00 InVilla Lunedì 27 Agosto dalle 21.00 alle 3.00 InVilla Prezzi Riccardo Cioni InVilla. Cena  alla carta o con menu 20€ Antipasto Fritto Misto di Mare Acqua Bottiglia di Vino ogni 4 persone Tavoli dopocena: Tavolo prive da 20€ a testa (con possibilità di sconto se prima a cena) Tavolo in sala da 15€ a testa (con possibilità di sconto se prima a cena) Bottiglie disponibili al tavolo: Grey Goose 3 L 650€ Grey Goose 1,5 L 300€ Grey Goose, Havana, Bombay 130€ Altri distillati 100€ Dome Perignon 300€ Moet ......

 

Se il cane esce dal cancello cosa si rischia?

Pubblicato il: 24-06-2018 | In : Attualità e Società, feed

Tag:

0

Cane che scappa: se provoca incidenti, fa cadere un passante o semplicemente lo spaventa, oppure uccide qualche animale, il padrone è responsabile? Ci sono multe? Il tuo cane è uscito fuori dal cancello due giorni giorni fa approfittando della tua distrazione. Da allora non è più tornato. Temi che si possa essere smarrito. Per il momento hai informato di ciò i negozianti e i vicini di casa, chiedendo loro di informarti qualora lo dovessero avvistare. Nello stesso tempo hai appeso dei manifesti per strada con la sua foto. Ti chiedi cosa succederebbe se dovesse far del male a qualcuno, far cadere un anziano o aggredire un bambino, o se dovesse aggredire un animale altrui: quali sarebbero le tue responsabilità in questo caso? Per liberarti da ogni rischio vorresti denunciare la fuga alle autorità, ma temi che siano loro stesse ad applicarti una multa. Che fai in questi casi? Se il cane ......

 

Per assentarsi dal lavoro basta chiedere il permesso?

Pubblicato il: 24-06-2018 | In : Attualità e Società, feed, Lavoro

0

Il dipendente che presenta la domanda di permesso e non ottiene risposta può avvalersi della regola del silenzio assenso? Hai richiesto, al tuo datore di lavoro, un permesso per motivi familiari e personali. Non è la prima volta che lo fai in questi ultimi mesi: uno dei tuoi genitori sta male e ha bisogno di cure. Altre volte è toccato a te fare i conti con il medico e con cure impellenti. Insomma, sei mancato dal lavoro diverse volte. In tutte queste occasioni però non ti sei mai assentato senza prima informare il capo e presentare la domanda di permesso. A tuo avviso, dunque, l’assenza non può essere considerata ingiustificata. Ciò nonostante, dopo qualche giorno dall’ultima di queste occasioni, ti arriva una lettera con una contestazione disciplinare. Secondo l’azienda, prima di assentarti, dovevi attendere l’autorizzazione dell’addetto al personale, senza poter desumere la stessa fosse implicita nel semplice silenzio. Chi ha ragione? ......

 

Insidia stradale: quando è responsabile il Comune?

Pubblicato il: 24-06-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Buche, fossi, gradini rotti: il risarcimento del danno è collegato alla visibilità del pericolo e alla capacità del danneggiato di evitarlo. Se c’è una cosa che giustamente indispettisce chi è vittima di un infortunio stradale dovuto a un dissesto del marciapiede, alla rottura di un gradino di una scala pubblica o a una buca sull’asfalto è che la pubblica amministrazione quasi mai risarcisce. Vuoi perché la legge non sempre dà ragione al danneggiato, vuoi perché, quand’anche questi ha tutto il diritto ad avere i soldi per il danno fisico, il Comune non ha invece la possibilità di pagare. È chiaro che, in ipotesi del genere, c’è sempre un mezzo per ottenere tutela (ne parleremo in seguito), ma non sempre questo è a buon mercato. Insomma, il rischio di spendere più di quanto si possa ottenere è piuttosto alto nel caso di piccole lesioni. Ecco perché, prima di stabilire, in caso di ......

 

Licenziamento per crisi aziendale: si può impugnare?

Pubblicato il: 24-06-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Il licenziamento per motivazione economica  può essere contestato se le ragioni addotte dal datore di lavoro sono generiche e non dimostrate nei fatti. Il tuo datore di lavoro ti ha mandato a chiamare. Con una laconica comtte unicazione, ti ha informato del calo di fatturato che ha interessato l’azienda e della necessità di tagliare i costi. Per farla breve, sarai licenziato. Ma non ti preoccupare, ha tentato di rassicurarti: prenderai la disoccupazione e ti verrà rilasciata un’ottima lettera di referenze. A te, che hai lavorato in quella realtà da anni, non sono certo ignote le condizioni in cui versa la produzione: non hai notato riduzioni di clientela, non hai avvertito una contrazione del lavoro e la manodopera, tua come dei tuoi colleghi è sempre stata necessaria come il primo giorno. Difficile pensare a una reale motivazione economica dietro la scelta del capo di licenziarti, scelta che, in verità, appare più il ......

 

Apprendista senza tutor: sanzioni

Pubblicato il: 24-06-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Quando l’apprendista ha diritto alla conversione del contratto in uno di lavoro dipendente a tempo indeterminato. Sei stato assunto come apprendista. Sin da quando hai messo piede in azienda hai lavorato da solo, salvo la prima settimana durante la quale sei stato affiancato da un collega più anziano che ti ha spiegato le tue mansioni. L’assenza di una formazione adeguata ti porta a pensare che il datore abbia voluto utilizzare un tipo di contratto – appunto quello di apprendistato – solo per risparmiare, ma senza un’effettiva necessità. Insomma, a tuo avviso dovevi essere assunto con un normale contratto di lavoro subordinato, al pari di tutti gli altri dipendenti. Se dovessi denunciare l’accaduto agli ispettori del lavoro che vantaggi ne avresti? E soprattutto quali sono le sanzioni per l’apprendista senza tutor che rischia l’azienda? A ricordare come stanno le cose è una recente sentenza della Cassazione [1]. Cos’è l’apprendistato? Il datore di lavoro, a ......

 

Incolpare un collega in anonimato si può?

Pubblicato il: 24-06-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Denuncia anonima: il whistleblowing negli ambienti di lavoro copre solo le accuse di corruzione e non i litigi personali. Siamo davvero sicuri di aver compreso cosa si intende con whistleblowing? Sì, siamo d’accordo: si tratta delle denunce in anonimo che fa il dipendente quando viene a sapere di fenomeni di corruzione all’interno del proprio ambiente di lavoro. Per chi si sacrifica? Per il bene comune ossia per l’azienda pubblica (o incaricata di un pubblico servizio) e quindi per la collettività. Perché in anonimato? Perché la legge vuol tutelare chi sa ma non dice perché teme ritorsioni o semplicemente di attirare le antipatie degli altri. Ma attenzione: il whistleblowing non può servire per risolvere i conflitti privati tra colleghi. Diversamente si finirebbe per agevolare qualsiasi forma di accusa, anche quelle più immotivate, impedendo una valida difesa all’incolpato. Dunque incolpare un collega in anonimato si può? Non sempre. E a firmare questa sentenza ......

 

Quando una Pec ha valore legale

Pubblicato il: 24-06-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Posta elettronica certificata: la Pec viene equiparata a una raccomandata ma è necessario conservare i file; la stampa non ha alcun valore. Il fax e il telegramma hanno, a lungo, spadroneggiato nel campo delle comunicazioni tra privati e aziende. Ad essi infatti la legge ha sempre riconosciuto pieno valore legale dell’invito e del ricevimento. Sicuramente si è trattato di strumenti più flessibili e veloci della tradizionale raccomandata che, prima dell’arrivo di internet, richiedeva lunghe file alla posta e l’attesa di qualche giorno prima dell’arrivo. Poi è arrivata l’email cui però la legge non ha mai attribuito la “pubblica fede” ossia la certezza della prova. Così, per colmare questa lacuna, è arrivata la Pec, ossia la posta elettronica certificata. Si tratta di un particolare tipo di email che, a differenza di quella ordinaria (gestita e garantita gratuitamente dalle big company del web), ha lo stesso valore di una raccomandata a/r. Ma come ......

 

Come parcheggiare gratis

Pubblicato il: 24-06-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Strisce blu a pagamento e strisce bianche gratis: quando si può lasciare la macchina senza pagare la sosta. Le zone cittadine in cui non ci sono le strisce blu o in cui sono illegittime. La tua città è piena di strisce blu a pagamento: parcheggiare gratis è diventato impossibile. Che fai? O circoli in bicicletta (il che però diventa difficile nella stagione invernale) o impari ad usare il motorino (cosa che non hai mai fatto e che forse è tardi da imparare adesso), oppure inizi a studiare i modi per non pagare. In definitiva tutti hanno un’auto, a volte anche due, e il tuo problema è tutt’altro che isolato. Eppure non ti risulta che la gente stia vendendo la propria macchina a causa della crisi di parcheggi, segno che una soluzione ci deve essere. Dunque è arrivato il momento anche per te di scoprire come parcheggiare gratis. Come? Hai capito bene: ......