Contratto a termine, in caso di malattia che si protragga oltre la fine del rapporto, il termine per la richiesta di NASpI decorre dalla fine dell’evento

Pubblicato il: 19-11-2019 | In : feed

0

Inps, messaggio 18.11.2019 n. 4211 ...

 

Consorzi di bonifica obbligati al versamento di contributi malattia e maternità

Pubblicato il: 19-11-2019 | In : feed

0

Cassazione civile sez.lavoro, sentenza 24.10.2019 n. 27344 ...

 

Farmacie: a Venezia situazione difficile ma farmacisti non chiudono

Pubblicato il: 19-11-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Venezia, 18 nov. (Adnkronos Salute) – “L’acqua alta ha messo in ginocchio la città costringendo molte attività commerciali a non aprire, ma nonostante questo le farmacie hanno tenuto le serrande alzate garantendo il servizio. Non si tratta solo di erogare farmaci in mezzo a mille criticità, ma anche di fornire supporto alla comunità ed ai cittadini che sono in difficoltà in particolare le fasce più deboli della popolazione. I farmacisti continuano lavorare e si confermano il primo presidio sanitario del territorio. Il mio grazie va ai colleghi che stanno facendo un lavoro enorme dando così un grande segnale di vicinanza ai veneziani”. Così il presidente di Federfarma Venezia, Andrea Bellon, spiega quello che sta succedendo e rassicura i cittadini sull’attività delle farmacie. ...

 

Salute: esperto, ‘borraccia scelta sana ma occhio a funghi da poca pulizia’

Pubblicato il: 19-11-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Roma, 18 nov. (Adnkronos Salute) – Borracce, bottiglie colorate sopratutto di alluminio ma anche di ceramica o vetro. Sono l’oggetto ‘green’ più trendy del 2019, sempre più diffuse con il nobile obiettivo di ridurre l’uso delle inquinanti bottigliette usa e getta, ampiamente rappresentate nelle ‘isole di plastica’ individuate nei mari. Insomma oggetti che fanno bene all’ambiente. E anche alla salute, a patto che si usino alcuni accorgimenti di igiene: il contenitore monouso, infatti, se non adeguatamente pulito può accumulare microrganismi ambientali. ...

 

Alimenti: scambia mandragora per spinaci, salvato nell’Agrigentino

Pubblicato il: 19-11-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Palermo, 18 nov. (AdnKronos Salute) – Raccoglie della mandragora scambiandola per spinaci e la mangia, ma finisce in ospedale in coma. L’anziano è stato salvato solo grazie ai medici del reparto di Medicina interna dell’ospedale Barone Lombardo di Canicattì, diretto dal primario Giuseppe Augello. L’uomo, accompagnato dalla moglie, è arrivato al Pronto soccorso del ‘Barone Lombardo’ nel corso della notte tra sabato e domenica. Presentava uno stato di agitazione psicomotoria che nel giro di pochi minuti è diventato coma. Gli operatori hanno prestato le prime cure e ne hanno disposto il ricovero in Medicina interna, dove i medici hanno avuto l’intuizione di diagnosticare l’avvelenamento da mandragora. Impresa descritta come “davvero difficile, considerato che il paziente non era in grado di riferire cosa fosse successo e mancavano dati anamnestici che indirizzassero la diagnosi”. ...

 

Alimentazione: calcolo fabbisogno calorico, sbagliata equazione centenaria

Pubblicato il: 19-11-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Milano, 18 nov. (Adnkronos Salute) – Cent’anni di lavori scientifici che in realtà sarebbero “fake papers”, articoli “da buttare”. Nel centenario dell’uscita delle equazioni di regressione lineare di Harris e Benedict (prediction equations), utilizzate ad esempio per calcolare il fabbisogno calorico quotidiano, un gruppo di ricercatori dell’università Statale di Milano pubblica sulla rivista ‘International Journal of Food Sciences and Nutrition’ uno studio in cui si evidenzia come “l’utilizzo a scopi previsionali da parte della comunità scientifica di tali equazioni si sia basato su un clamoroso errore che ha portato a generare un’enorme quantità di dati e relative pubblicazioni totalmente falsi, e il cui impiego comporta pericolose conseguenze per la salute umana”. ...

 

Sanità: Inail, 5.211 infortuni l’anno dovuti a temperature estreme

Pubblicato il: 19-11-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Roma, 18 nov. (AdnKronos Salute/Labitalia) – Sono 5.211 (1,14%) all’anno gli infortuni occupazionali attribuibili all’esposizione a temperature estreme, con una variabilità dei rischi in relazione all’età, al genere e alla dimensione aziendale. Per i lavoratori più giovani sono maggiori i pericoli legato al caldo, mentre per i meno giovani è più insidioso il freddo. Le donne sono più suscettibili rispetto agli uomini alle basse temperature, e l’effetto del caldo è più rilevante nelle piccole imprese. Questi i risultati dello studio condotto per stimare gli effetti delle temperature estreme sugli infortuni occupazionali in Italia nell’ambito del progetto Beep, promosso e sviluppato dall’Inail in collaborazione con il Cnr e il Dipartimento di Epidemiologia della Regione Lazio. ...

 

Ambiente: Campania maglia nera per reati, in Lombardia Pm10 fuorilegge

Pubblicato il: 19-11-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Roma, 18 nov. (AdnKronos Salute) – Maglia nera alla Campania per i reati ambientali; la Lombardia si piazza al primo posto per consumo di suolo e inquinamento dell’aria da Pm10; la Sardegna si presenta con numero considerevole di siti contaminati da bonificare; la Toscana è caratterizzata da una forte fragilità del territorio, intesa come percentuale di superficie esposta al rischio di alluvioni e frane. Sono alcuni risultati del lavoro che Legambiente e Caritas italiana stanno svolgendo insieme e che si concluderà nel 2020. ...

 

Incubo pidocchi, infestati 50mila ragazzini

Pubblicato il: 19-11-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Roma, 18 nov. (Adnkronos Salute) – ...

 

Salute: pidocchi infestano 50 mila ragazzini italiani, anche alle superiori

Pubblicato il: 19-11-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Roma, 18 nov. (Adnkronos Salute) – Prurito, arrossamenti della cute e all’improvviso la scoperta di un animaletto fra i capelli. A poco più di due mesi dall’inizio della scuola torna l’incubo dei pidocchi, parassiti che “in questo momento in Italia colpiscono circa 50.000 alunni nella fascia di età fra 2 e 18 anni, da Nord a Sud”. E’ quanto emerge da un’indagine realizzata per l’AdnKronos Salute dal pediatra di Milano Italo Farnetani, contattando 21 colleghi in tutta Italia. E non è un caso che nelle farmacie siano spuntate alcune offerte relative ai prodotti ad hoc. Ma se si pensa che il problema dei pidocchi si risolva alla fine delle elementari, purtroppo non è cosi: “Casi sporadici si registrano anche alle superiori”, spiega Farnetani. ...