Fango sulla targa contro autovelox: cosa si rischia

Pubblicato il: 25-07-2016 | In : Attualità e Società, feed

0

Trucchi per evitare la multa con l’autovelox: che succede se butti del fango sulla targa dell’auto.   Per evitare di farsi incastrare dall’autovelox, alcuni automobilisti ricorrono a espedienti di vario genere, tutti volti a rendere illeggibile la targa dell’auto; uno di questi è buttare fango sulla targa affinché le relative lettere e numeri possano essere non facilmente distinguibili nel momento in cui viene scattata la fotografia dalla polizia. In tal modo le autorità non riescono, infatti, a individuare il proprietario dell’automobile e, quindi, a notificare la multa.   Tuttavia il codice della strada vieta tutte le pratiche volte a rendere illeggibile la targa dell’auto, ivi compresa quella di sporcarla con il fango. Non rileva che la presenza di macchie di fango sia avvenuta non per volontà dell’automobilista, ma per colpa della strada o delle condizioni meteo: il conducente che sospetti che la targa è sporca di fango o di altri elementi che la rendano ......

 

Infedeltà: se il coniuge tradisce che fare?

Pubblicato il: 25-07-2016 | In : Attualità e Società, feed

0

Marito o moglie infedele: il tradimento comporta l’addebito per la separazione o divorzio, ma a condizione che non vi siano altre cause pregresse.   Se uno dei due coniugi tradisce (basta un semplice episodio, non essendo necessaria una relazione stabile) l’altro può chiedere la cosiddetta separazione con addebito: ciò implica che il giudice, nello sciogliere il matrimonio, addebita la responsabilità di tale rottura a chi è stato infedele. A volte, però, ciò non comporta alcuna conseguenza sul piano sostanziale e l’esistenza dell’ “addebito” non porta modifiche negli assetti della separazione, nei rapporti coi figli o nel pagamento dell’assegno di mantenimento. Vediamo perché.     Chi tradisce deve pagare l’assegno di mantenimento? Falso. È vero piuttosto che chi tradisce non può chiedere il mantenimento per sé, in quanto responsabile della separazione. Ma non è detto che lo debba necessariamente pagare. Facciamo qualche esempio per comprendere meglio la situazione.   1- Un marito guadagna 3.000 euro al mese e la ......

 

Canone Rai: affitto con o senza contratto della luce, chi paga?

Pubblicato il: 25-07-2016 | In : Attualità e Società, feed

0

Chi paga il canone Rai in caso di contratto di affitto con l’utenza della luce intestata al padrone di casa (casa ammobiliata)? E come va versata? Chi paga se invece il contratto della luce è intestato all’inquilino?   Il canone Rai va pagato da chi detiene una televisione, a prescindere dal fatto che ne sia anche il proprietario: per cui, nel caso di contratto di affitto di casa già arredata il pagamento del canone spetta comunque al conduttore, ossia all’inquilino, benché la televisione appartenga al titolare dell’immobile.   Il punto è che, come noto, a partire dal 1° gennaio 2016, il canone Rai si paga con la bolletta della luce e, nel caso di casa già ammobiliata, capita spesso che l’utenza elettrica resti intestata al proprietario dell’appartamento, salvo poi questi chiedere la restituzione degli importi all’inquilino. Dunque, il conduttore non è messo in grado di versare il canone Rai con la bolletta della luce. ......

 

Stipendi non pagati per lavoro in nero: contestazione in 60 giorni

Pubblicato il: 25-07-2016 | In : Attualità e Società, feed

0

Il dipendente che voglia far valere il diritto agli arretrati e alle differenze retributive deve contestare il licenziamento entro 60 giorni dalla data dello stesso, anche se il rapporto di lavoro era irregolare e in nero.   Anche chi è stato “assunto in nero” ossia “non dichiarato” e “non regolarizzato” deve contestare il licenziamento entro 60 giorni da quando gli è stato comunicato: diversamente perde la possibilità di chiedere non solo il risarcimento del danno per l’illegittima conclusione del rapporto di lavoro, ma anche tutte le buste paga che non gli sono mai state corrisposte o corrisposte in misura ridotta (cosiddette “differenze retributive”). È quanto chiarito dal Tribunale di Napoli con una recente sentenza [1]. Ma procediamo con ordine.     Quali diritti a chi è assunto in nero? Chi lavora, di fatto, alle dipendenze di un’altra persona o di una ditta senza però essere mai stato regolarizzato (il cosiddetto “dipendente in nero”) ha gli stessi diritti (e ......

 

Locazione: mancata registrazione del contratto

Pubblicato il: 25-07-2016 | In : Attualità e Società, feed

0

Affitto: se il contratto non viene registrato entro 30 giorni è nullo e non si può procedere alla registrazione tardiva.   Il contratto di affitto deve essere registrato, a cura del locatore, entro 30 giorni dalla firma (nei 60 giorni successivi il padrone di casa deve dare prova documentata all’inquilino e all’amministratore di condominio dell’avvenuto pagamento dell’imposta di registro): se la locazione non viene registrata nel rispetto dei predetti 30 giorni, è nulla e la registrazione successiva non sana il periodo anteriore. “Contratto nullo” vuol dire che non produce effetti: sicché il padrone di casa non potrà pretendere i canoni concordati nella scrittura privata, né potrà procedere allo sfratto ordinario in caso di morosità dell’inquilino (dovrà piuttosto procedere a un’azione ordinaria di occupazione senza titolo, sicuramente più lunga e costosa).     Si può registrare in ritardo il contratto di affitto? È sempre consentito il pagamento in ritardo dell’imposta di registro mediante ravvedimento operoso, ma solo ......

 

La Civilta’ Cristiana – Massimo Viglione

Pubblicato il: 25-07-2016 | In : feed, Informazione

0

Conferenza del Prof. Massimo Viglione della serie :”Un’altra storia e’ possibile” – La Civiltà Cristiana   ...

 

Pockemon GO: perché a molti fa paura!

Pubblicato il: 25-07-2016 | In : Attualità e Società, feed

Tag:

0

Pockemon GO è il nuovo gioco di Nintendo per Android e iOS che sta spopolando in tutto il Mondo battendo ogni record, ma nasconde anche molti pericoli   In questi giorni non si fa altro che parlare di Pockemon GO, il nuovo gioco di Nintendo diventato un vero fenomeno planetario in pochissimo tempo. Lanciato il 6 luglio, è stato reso disponibile in Italia il 15 luglio e a breve dovrebbe arrivare anche in tutti gli altri Paesi, ma i suoi numeri sono già da record. A due giorni dal lancio era stato già installato sul 5% dei dispositivi Android negli Stati Uniti e il 14 luglio ha raggiunto il traguardo record di ben 25 milioni di utenti attivi al giorno. Apple, senza rilasciare alcun numero ufficiale, ha dichiarato che Pockemon GO è stata l’applicazione di maggior successo di sempre sull’App Store. Alcuni analisti hanno calcolato che con i suoi acquisti in app il ......

 

Dump Escape

Pubblicato il: 25-07-2016 | In : Bambini, feed, Giochi e Gambling, Videogame

0

Un barbone che vive e stato catturato e rinchiuso un una specie di cella lurida e piena di topi, scafaraggi e animali di ogni genere. Tutt'ad un tratto accade che gli animali intorno a lui comincino a cambiare sembianze e a trasformarsi in animali strani. Anche lui verra contagiato da questo strano virus e una volta fuori dalla sua cella cercherà di scappare e di difendersi con ogni mezzo. Aiuto il nostro amico barbone a scapapre e divertiti a  guardare quante trasformazioni è in grado di fare!  ...

 

La dissoluzione giuridica dell’esistere

Pubblicato il: 25-07-2016 | In : feed

0

Prof. Sergio Benedetto Sabetta ...

 

Figlio sempre legittimato ad accedere ai dati della madre biologica

Pubblicato il: 25-07-2016 | In : feed

0

Cassazione, sezione civile sezione I, sentenza 21.7.2016 n. 15024 ...