Processi troppo lunghi: come ottenere il risarcimento

Pubblicato il: 17-01-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Il diritto alla ragionevole durata del processo e le tutele garantite dal nostro ordinamento in caso di giudizi eccessivamente lunghi. Dopo esser stato vittima di un incidente stradale, ti sei rivolto al giudice per ottenere il risarcimento per le lesioni subite ed i danni causati al tuo veicolo. Il processo civile, tuttavia, non ha avuto la durata che ti aspettavi ed hai ottenuto una sentenza solo dopo ben otto anni.  Ti chiedi in caso di processi troppo lunghi: come ottenere il risarcimento? Se il processo si protrae per un periodo di tempo eccessivamente lungo puoi presentare ricorso per equa riparazione in base a quanto previsto dalla cosiddetta Legge Pinto [1]. Con tale ricorso è possibile ottenere il risarcimento sia dei danni patrimoniali (ad esempio le ingenti spese sostenute nel corso degli anni), sia di quelli non patrimoniali (ossia di quelli che riguardano la sfera psichica del soggetto, come ad esempio i dolori, i patemi ......

 

Revoca assegno d’invalidità: quando?

Pubblicato il: 17-01-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

In quali casi si decade dal diritto di percepire l’assegno ordinario d’invalidità: mancato rinnovo, revisione, trasformazione in pensione di vecchiaia. L’assegno ordinario d’invalidità è una prestazione, calcolata sulla base dei contributi e dei redditi posseduti (cioè col sistema retributivo, misto o col sistema integralmente contributivo, a seconda dei casi), allo stesso modo della generalità delle pensioni, che spetta a chi possiede i seguenti requisiti: capacità lavorativa residua ridotta in modo permanente a meno di un terzo; 5 anni di contributi, di cui 3 versati nell’ultimo quinquennio. Non è dunque semplice ottenere questa prestazione dall’Inps, mentre è facile che l’assegno sia ridotto, sospeso o addirittura revocato. L’assegno, difatti, è tagliato del 25% se il reddito dell’interessato supera 4 volte il minimo, e del 50% se supera 5 volte il minimo, e può subire una seconda riduzione, a meno che l’interessato non possieda 40 anni o più di contributi. Per quanto riguarda la perdita dell’assegno d’invalidità, invece, questa può avvenire ......

 

Donazione di quota indivisa: si può fare?

Pubblicato il: 17-01-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

L’erede può decidere di donare la sua quota prima della divisione, quando il bene è in comproprietà. Ma la donazione della propria quota ereditaria è valida? Dopo l’apertura della successione il coerede potrebbe non avere alcun interesse a ricevere la sua quota che può essere costituita da un singolo bene oppure dalla comproprietà di un bene con gli altri eredi. Pensiamo alla casa ricevuta in eredità dai tre figli della persona defunta. Se uno di questi decide di donare la sua quota ad un’altra persona che cosa deve fare? Può disporre liberamente della sua parte? E se i beni ereditati sono più di uno, l’erede può disporre di una quota di uno solo dei beni, prima della divisione? In sostanza, la donazione di quota indivisa: si può fare? Oltre all’esempio dei tre fratelli che ricevono una casa da dividere tra loro in eredità, bisogna pensare anche all’ipotesi in cui tre fratelli ricevono ......

 

L’amministrazione di sostegno: di che si tratta e a che serve?

Pubblicato il: 17-01-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Qual è il procedimento da seguire per ottenere la nomina di un amministratore di sostegno, quali soggetti possono beneficiare di tale strumento di protezione, a quali condizioni e quali finalità persegue? Hai un familiare o una persona cara che non è più in grado di occuparsi dei propri interessi e necessita di una figura che lo aiuti nelle piccole e grandi attività quotidiane, senza tuttavia sostituirlo? Oppure sei tu ad aver bisogno di un sostegno di questo tipo? L’amministrazione di sostegno è lo strumento più adatto a soddisfare simili necessità. Analizziamo nel dettaglio l’amministrazione di sostegno, vediamo di che si tratta e a che serve. Che cos’è l’amministrazione di sostegno e quali finalità persegue? L’amministrazione di sostegno è un istituto relativamente recente, che è stato introdotto dal legislatore italiano nel 2004 [1] ed è disciplinato dal Codice civile, all’interno del titolo dedicato alle “Misure di protezione delle persone prive in tutto o in ......

 

Reversibilità 2019: limiti di reddito

Pubblicato il: 17-01-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Quali sono le soglie di reddito che determinano la riduzione della pensione ai superstiti per il 2019,a chi non si applica la decurtazione.  La pensione ai superstiti, che può essere di reversibilità o indiretta (se il dante causa era pensionato il trattamento spettante è la reversibilità, diversamente è la pensione indiretta), è un trattamento che nella generalità dei casi risulta ridotto rispetto alla prestazione spettante al defunto. Il 100% della pensione, difatti, si ottiene soltanto quando i beneficiari del trattamento sono il coniuge o due e più figli, tre o più figli, sette o più fratelli o sorelle. Normalmente, la pensione ai superstiti è dunque una prestazione già ridotta “all’origine”: se il beneficiario è il coniuge solo, ad esempio, spetta il 60% della pensione del defunto, se è un figlio solo, senza coniuge, la percentuale spettante è il 70%; per un genitore solo si scende addirittura al 15%. Oltre a queste riduzioni, però, la ......

 

Tfr in azienda o Inps: cosa conviene?

Pubblicato il: 17-01-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Il trattamento di fine rapporto, che ancora molti chiamano liquidazione, è un importante diritto del dipendente. Il lavoratore può decidere dove deve essere conservato il suo TFR. Tutti sanno che quando il rapporto di lavoro cessa, per qualunque ragione, il dipendente ha diritto a ricevere una somma di denaro di fine rapporto che viene comunemente detta liquidazione e che, in gergo tecnico, si chiama trattamento di fine rapporto. Si tratta di una sorta di stipendio posticipato che ha una funzione di garanzia del dipendente per il periodo che va dalla cessazione del rapporto di lavoro all’inizio di un nuovo lavoro. In questa fase, infatti, se non è stato in grado di mettersi via dei risparmi il dipendente si ritroverebbe del tutto privo di denaro e dunque impossibilitato a garantire a sé ed alla sua famiglia un’esistenza dignitosa ed i mezzi necessari a vivere. Grazie al TFR, invece, il dipendente si ritrova ......

 

Ho un tumore: potrò avere dei figli?

Pubblicato il: 17-01-2019 | In : Attualità e Società, feed, Salute e Benessere

0

Le conquiste della medicina consentono a chi riceve una diagnosi di tumore di non rinunciare al desiderio di procreazione. Sapere di essere ammalati di tumore rappresenta, a qualunque età, uno stravolgimento della propria esistenza. Molteplici interrogativi riguardanti la propria vita futura si affacciano alla mente di chi affronta una prova simile e certamente può essere di conforto psicologico sapere che esiste la possibilità di diventare genitori una volta superata la malattia. I tumori possono portare a una riduzione della capacità riproduttiva sia in quanto colpiscono gli organi deputati alla riproduzione (utero, ovaie, testicoli) sia per le terapie (chemioterapia e/o radioterapia) necessarie per la loro cura. Il miglioramento della prognosi delle malattie oncologiche è conseguente ai protocolli terapeutici sempre più efficaci ma talvolta anche più tossici pertanto, nel programmare la terapia, non si può prescindere dalla qualità della vita a lungo termine e dare prospettive future a un paziente che chiede: ho ......

 

Come sfruttare al massimo Samsung Health

Pubblicato il: 17-01-2019 | In : feed, Informatica, Tecnologia, Telefonia

0

Samsung Health è un buon sistema per tener conto della nostra salute, ma spesso molti utenti non lo impostano come merita. Se avete intenzione di sfruttare al massimo Health, seguite questi nostri personali consigli. Chissà, magari riuscirete anche a perdere più peso con una migliore organizzazione! Come usare al meglio Health Samsung Regolate bene i vostri obiettivi. Samsung Health cerca di compensare sui vostri dati già presenti nel cellulare, ma se (secondo un parere professionale magari) questi obiettivi sono insufficienti o esagerati, potete regolarli come vi sembra più adatto. Ad esempio, potete regolare i passi: aprite Health e premete al centro del vostro conteggio dei passi. Andate poi ad aprire il menù in alto a destra e passate a “Imposta obiettivo”. Da lì, inserite il numero di passi che vi sembra più adatto. Ricordatevi che potete anche mettere questo conteggio in pausa, sempre attraverso lo stesso menù (qualora state affidando il cellulare ad un’altra ......

 

Cambiare serratura a inquilino senza contratto

Pubblicato il: 17-01-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

L’inquilino può stare in casa senza contratto? Quali sono le conseguenze dell’affitto in nero? Si può cambiare la serratura per impedire l’ingresso? Dare in affitto un appartamentino che non si usa più può essere un ottimo modo per fare un doppio investimento: da un lato, c’è il ricavo economico proveniente dal canone che l’inquilino dovrà pagare; dall’altro, si evita che l’immobile, versando in stato di abbandono, diventi presto fatiscente e si svaluti rapidamente. Dare in locazione una propria abitazione, però, non è cosa da prendere sottogamba: se l’affittuario dovesse diventare “indesiderato”, ad esempio perché rifiuta di versare il canone dovuto, mandarlo via non sarà così facile. Come ti ho spiegato in un altro articolo, la procedura di sfratto può rivelarsi lunga e costosa, soprattutto nel caso in cui la tua controparte rifiuti di collaborare. Il punto è che non esiste altra via per mandare via l’inquilino che non paga il fitto ......

 

CES 2019 alcuni Smartphone interessanti

Pubblicato il: 17-01-2019 | In : feed, Informatica, Tecnologia, Telefonia

0

Il CES di quest’anno è ormai concluso, ma non ci ha lasciato delusi: sono state presentate un sacco d’innovazioni tecnologiche, ma non solo…anche un sacco di cellulari che montano queste innovazioni, o semplicemente marche inaspettate che hanno deciso di entrare nel mercato degli Smartphone! Ma di cosa parliamo, esattamente? Vediamo insieme i cellulari più curiosi – per un motivo o per l’altro – che sono stati presentati al CES! Smartphone presentati al Ces 2019 Quali sono i prodotti del comparto smartphone più interessanti che sono stati presentati al CES 2019? Vediamo li insieme. Hisense U30 Se non avete mai sentito parlare della Hisense, si tratta d’una marca che produce principalmente televisori. Da qualche tempo produce anche cellulari, ma non ha mai tentato d’imporsi contro le grandi marche. Con lo Smartphone U30 magari sarà anche il caso: chipset Snapdragon 675 con 6Gb di RAM e 128Gb di memoria interna. Lo stesso presenta uno schermo da 6.3 pollici ......