Cosa rischia chi ricarica l’auto elettrica con la corrente del condominio?

Pubblicato il: 31-01-2023 | In : Attualità e Società, feed

0

Allaccio abusivo alla luce condominiale e furto di energia elettrica: quali rischi legali.   Non capita di rado che qualche condomino utilizzi la corrente condominiale per scopi personali come, ad esempio, per ricaricare l’auto elettrica, per alimentare un tosaerba o per portare luce dentro il garage privato. Ma quali sono le pene per il furto di corrente elettrica del condominio? E, più nel dettaglio, cosa rischia chi ricarica l’auto elettrica con la correte del condominio?  La questione è stata oggetto di lunghi dibattiti in giurisprudenza. E ciò per via del fatto che, quando il codice penale definisce il reato di furto, parla di appropriazione della “cosa mobile altri” mentre la corrente è un bene impalpabile, non visibile e privo di una propria consistenza materiale. Tuttavia, agli effetti della legge penale, si considera «cosa mobile» anche l’energia elettrica e ogni altra energia che abbia valore economico. La crescente diffusione di vetture elettriche che possono essere ......

 

I bambini possono essere costretti a vedere i nonni?

Pubblicato il: 31-01-2023 | In : Attualità e Società, Bambini, feed

0

I bambini non possono essere obbligati a vedere i nonni se, a causa del conflittuale rapporto con i genitori, questa relazione potrebbe danneggiarli. Quante volte da bambino ti è capitato di essere trascinato dalla mamma per andare a vedere quella vecchia zia insopportabile?  E quante volte da adolescente mentre te ne volevi stare a casa con i tuoi amici sei stato costretto a partecipare a cene di famiglia? Ora che sei cresciuto è giunto il momento di sapere che in realtà il bambino non può essere costretto a vedere i parenti (che non siano i genitori). Anche se, naturalmente, si parla in questi casi di situazioni ben più gravi di una noiosa cena in famiglia. In una recente sentenza la Corte di Cassazione ha stabilito che il diritto degli ascendenti – nel caso concreto nonni e zio – a voler vedere i nipoti non può prevalere sull’interesse dei minori, i quali non ......

 

Come si fa il divorzio breve?

Pubblicato il: 31-01-2023 | In : Attualità e Società, feed

0

Come ottenere il divorzio in tempi brevi e quanto costa: il divorzio in Comune, con la negoziazione assistita e senza separazione.  Lasciarsi è sempre doloroso, anche quando non si va più d’accordo. E ciò perché, nell’ambito della crisi coniugale, si acutizzano una serie di conflitti di natura economica e personale non di facile soluzione, proprio per via del rapporto che, in passato, c’è stato tra i due coniugi. Si vorrebbe poter chiudere per sempre col passato in un solo giorno, tagliare ogni legame, definire tutto ciò che c’è da definire. Insomma, per dirla in due parole, tutti vorrebbero un divorzio breve. Ma questo non è possibile: la nostra legge infatti prevede che, prima del divorzio, si proceda con la separazione e, solo dopo che questa è terminata, si passi alla successiva fase del divorzio. E tutto questo passa attraverso una serie di fasi regolate dal codice di procedura civile. Ma allora ......

 

Handicap e mantenimento figli: obblighi e diritti

Pubblicato il: 31-01-2023 | In : Attualità e Società, feed

0

Quanto tempo deve durare il mantenimento di un figlio con disabilità da parte del padre? In caso di separazione di una coppia, ai figli è dovuto l’assegno di mantenimento da parte del genitore non convivente. L’assegno permane fino a quando i figli non raggiungono l’indipendenza economica o comunque non diventano potenzialmente in grado di procurarsela. In ogni caso il mantenimento cessa una volta superati i 34 anni di età. Ma cosa succede quando il figlio è disabile e non può lavorare a causa di un grave problema fisico o psichico? A fare il punto della situazione degli obblighi e diritti in tema di mantenimento dei figli con handicap è stata più volte la giurisprudenza. Ecco quali sono le linee guida seguite dai giudici. Regole sul mantenimento dei figli Le regole sul mantenimento dei figli possono essere sintetizzate nel seguente modo: entrambi i genitori devono mantenere i figli, ciascuno in proporzione alle proprie capacità economiche; quest’obbligo ......

 

Autovelox: quanto deve essere lontano dal segnale?

Pubblicato il: 31-01-2023 | In : Attualità e Società, feed

0

La giusta distanza tra segnaletica stradale con l’avviso agli automobilisti e la pattuglia della polizia con l’autovelox.  A chi non è capitato di vedere, ai bordi della strada, un cartello con la scritta «Attenzione: controllo elettronico della velocità» ma di non trovare poi alcun autovelox in funzione! Certo, alla vista della segnaletica con l’avviso si è portati a rallentare subito onde evitare multe indesiderate per eccesso di velocità. Ma per quanto tempo deve durare questo comportamento prudente prima di tornare a guidare con disinvoltura e premere di nuovo sull’acceleratore? In altri termini quanto deve essere lontano l’autovelox dal segnale? Potrà sembrare strano ma nessuna norma di legge indica quale debba essere la distanza legale dell’autovelox dal cartello stradale. E con ciò si intende la distanza minima, quella prima della quale l’apparecchio non potrebbe trovarsi perché non avrebbe dato il sufficiente tempo al conducente di rallentare. La normativa si limita solo a indicare la ......

 

Se lei rifiuta un lavoro ha diritto al mantenimento?

Pubblicato il: 31-01-2023 | In : Attualità e Società, feed, Lavoro

0

Non può continuare a mantenere il diritto all’assegno divorzile l’ex moglie che decide di rifiutare un’offerta di lavoro congrua e ben retribuita. Perché se l’ex moglie rifiuta un lavoro ben pagato offerto dall’ex marito questi deve continuare a pagarle in mantenimento? Un motivo, a dire il vero, non c’è. Tanto che in una recente pronuncia della Corte di Cassazione [1] è stato accolto il ricorso di un uomo che chiedeva la revoca dell’assegno di divorzio che ogni mese versava alla moglie, la quale nel frattempo si era “permessa” di rifiutare un lavoro. In secondo grado il giudice aveva considerato irrilevante gli elementi fattuali sopraggiunti successivamente alla regolamentazione che le parti avevano pattuito in sede di divorzio, durante la quale era stato deciso l’ammontare dell’assegno di divorzio successivo alla cessazione degli effetti civili del matrimonio. Per i giudici di secondo grado era da considerarsi irrilevante il fatto che la donna avesse rifiutato una ......

 

La prova dell’usucapione

Pubblicato il: 31-01-2023 | In : Attualità e Società, feed

0

Da quando decorre il termine di 20 anni per l’usucapione: quali prove bisogna fornire al giudice per intestarsi una casa o un terreno altrui.  In tutte le cause, l’aspetto centrale del processo è la prova, ossia la dimostrazione del diritto fatto valere. Chi non adempie a tale onere, pur avendo astrattamente ragione, si vedrà rigettare la domanda dal giudice. In questa breve guida ci occuperemo di stabilire qual è la prova dell’usucapione, ossia cosa bisogna dimostrare, nel corso del giudizio di accertamento, per ottenere l’intestazione dell’immobile altrui.  Non esiste, a ben vedere, una norma di legge che regoli quali prove bisogna fornire per ottenere l’usucapione; dovremo pertanto affidarci alle indicazioni della giurisprudenza. Come si ottiene l’usucapione? Spesso si ritiene che il solo fatto di aver detenuto per molto tempo un bene altrui possa essere sufficiente per far scattare l’usucapione. Ma non è così. Abbiamo più volte spiegato su queste stesse pagine cos’è e come ......

 

Come non essere rilevati da autovelox e tutor

Pubblicato il: 31-01-2023 | In : Attualità e Società, feed

0

Una funzione del navigatore Google Maps avvisa in anticipo gli automobilisti della presenza dei tutor in autostrada: come utilizzarla al meglio. C’è chi crede che basti procedere in diagonale, a zig zag o a cavallo tra due corsie per non essere rilevati da autovelox e tutor. Falso: le telecamere attuali sono ad ampio spettro, senza contare il fatto che cambiare direzione senza necessità costituisce una violazione del Codice della strada. Esistono, invece, altri sistemi utili, più tecnologici, che aiutano gli automobilisti a non essere rilevati da autovelox o tutor e così ad evitare multe e decurtazione di punti dalla patente. Gli smanettoni sempre aggiornati l’hanno già denominata “opzione salvamulte”: non si tratta di uno schermo spaziale che rende l’auto invisibile, ma della semplice consultazione di una mappa virtuale disponibile su Internet e aggiornata in maniera dinamica durante il percorso, grazie alla geolocalizzazione del conducente o di un passeggero a bordo del veicolo ......

 

Ricostruire un evento senza testimoni: strategie

Pubblicato il: 31-01-2023 | In : Attualità e Società, feed

0

Come vincere una causa se non hai un testimone oculare: i limiti della testimonianza in un processo. In una recente sentenza [1], la Cassazione si è occupata di un tema assai interessante: la possibilità di vincere una causa, o meglio di ricostruire un evento, senza testimoni oculari. Le strategie suggerite dalla Suprema Corte meritano una particolare attenzione.  In un processo, il testimone è, per definizione, una persona che ha visto con i propri occhi il fatto per il quale viene interrogato dal giudice. Ecco perché si parla di «testimone oculare»: il testimone non può limitarsi a riferire ciò che ha sentito dire da altri, tanto più se si tratta delle stesse parti del giudizio (le quali ovviamente potrebbero essere motivate da interessi personali nel rappresentare gli eventi, dando una versione parziale degli stessi). Chi è senza testimoni non è detto che perda la causa. Ci sono altre prove come gli atti scritti, le ......

 

Sicurezza sul lavoro: aumentano gli infortuni

Pubblicato il: 31-01-2023 | In : Attualità e Società, feed

0

Nel 2022 gli infortuni sul lavoro sono aumentati in tutte le aree del Paese. L’incremento interessa lavoratori e lavoratrici, italiani e stranieri. Cattive notizie dall’Inail, secondo il cui ultimo report in Italia post Covid sono aumentati gli incidenti e le morti sul lavoro: i fatti di cronaca che narrano di tragici infortuni, del resto, continuano a susseguirsi nel tempo delineando un quadro drammatico. L’analisi territoriale delle denunce degli infortuni sul lavoro all’Inail a dicembre 2022 evidenzia un incremento in tutte le aree del Paese: più consistente nel Sud (+37,3%), seguito da Isole (+33,2%), Nord-Ovest (+30,4%), Centro (+29,4%) e Nord-Est (+13,3%). Tra le regioni con i maggiori aumenti percentuali si segnalano principalmente la Campania (+68,9%), la Liguria (+49,0%) e il Lazio (+45,4%). L’aumento degli infortuni sul lavoro denunciati all’Inail che emerge dal confronto di periodo tra il 2021 e il 2022 è legato sia alla componente femminile, che registra un +42,9% (da 200.557 a ......