4/3 Ben Sims, Mattia Trani @ Bolgia – Bergamo

Pubblicato il: 24-02-2017 | In : feed, Musica e Spettacolo

Tag:

0

Quando Ben Sims è in console si distingue perché la sua techno è lontana anni luce dalle mode del momento, ma sa sempre come coinvolgere il pubblico, farlo ballare senza respiro per ore e ore.  ...

 

Dj Naike fa ballare Bergamo, Livigno, Malta e pure la Spagna… sempre a ritmo di house

Pubblicato il: 24-02-2017 | In : feed, Musica e Spettacolo

Tag:

0

E' un periodo d'oro per Dj Naike, una delle più attive dj girl italiane. Qualche sera fa è stata presente agli after party del Festival di Sanremo, dopo esperienze analoghe alle feste legate al Festival del cinema di Venezia.  ...

 

Si può sorpassare a destra in autostrada?

Pubblicato il: 23-02-2017 | In : Attualità e Società, feed

0

Anche chi non ha la patente sa che sorpassare a destra è vietato. Ma questa regola vale sempre. Come funziona, ad esempio, in autostrada? Anche chi non ha la patente sa benissimo che il sorpasso – di per sé – è una manovra che va effettuata con prudenza. E sa anche che sorpassare a destra è estremamente pericoloso. Ma è sempre vietato? In autostrada, ad esempio, dove ci sono più corsie e si circola in un solo senso di marcia, è possibile? Vediamo. Sorpasso a destra: si può in autostrada? Come già detto in Sorpasso a destra: è consentito?, il codice della strada parla chiaro [1]: in autostrada il sorpasso con cambio di corsia è consentito soltanto a sinistra. Quindi, se si vuole sorpassare la vettura che precede la nostra, occorre cambiare corsia andando su quella più a sinistra della propria ed effettuare la manovra di sorpasso. Però… c’è un però: se si ......

 

Donne: attenzione alla truffa romantica

Pubblicato il: 23-02-2017 | In : Attualità e Società, feed

0

Si moltiplicano i casi di donne ingannate da presunti corteggiatori online che, dietro promesse di matrimonio e amore eterno, riescono ad estorcere alle povere vittime molto denaro. Internet ed in particolare i social network rappresentano la piazza virtuale in cui persone provenienti da tutto il mondo riescono ad incontrarsi, a stringere amicizia e, talvolta, anche ad innamorarsi. Le distanze vengono abbattute grazie alla possibilità di chattare in tempo reale o di parlare attraverso la webcam, quasi come se si fosse faccia a faccia. Tali strumenti consentono anche alle persone più sole di interagire con l’esterno e di creare dei legami di diversa natura. Purtroppo non tutti utilizzano questi canali per scopi nobili, anzi, al contrario, molti ne fanno un uso distorto e aumentano i casi di truffe online. Negli ultimi tempi si sente molto parlare, anche attraverso importanti trasmissioni televisive, della cosiddetta truffa romantica. La truffa romantica vede come vittime predestinate le ......

 

Cosa fare se il vicino ha la tettoia in eternit?

Pubblicato il: 23-02-2017 | In : Attualità e Società, feed

Tag:

0

Le coperture contenenti amianto possono provocare tumori. Vanno obbligatoriamente segnalate all’Asl o alle Forze dell’ordine. Anche on line e in forma anonima. Non solo è dannosa ma anche illegale. La tettoia in eternit, come altre coperture di piccoli o grandi fabbricati contenenti amianto, sono bandite da 25 anni [1]. Eppure c’è chi ancora non si disturba a far rimuovere quelle lastre, creando un potenziale danno a se stesso e a chi vive attorno: l’amianto contenuto nell’eternit, infatti, è un minerale estremamente nocivo per l’uomo, che provoca tumori e malattie croniche all’apparato respiratorio. Allora, cosa fare se il vicino ha la tettoia in eternit? Lo si può denunciare? E a chi fare la segnalazione? Edifici con coperture in eternit: il censimento obbligatorio Spetta alle Regione fare il censimento dei siti che contengono delle coperture o delle parti in eternit, oltre che predisporre dei piani di protezione dell’ambiente, di decontaminazione, di smaltimento e di ......

 

Chi lavora senza pausa pranzo ha diritto a un’indennità?

Pubblicato il: 23-02-2017 | In : Attualità e Società, feed

0

Se il dipendente lavora per molte ore di fila senza pausa pranzo deve essere indennizzato?   Lavoro per 6 ore di fila senza pausa pranzo: ho diritto a un’indennità per non aver goduto della pausa, oppure ai buoni pasto o a un’indennità sostitutiva di mensa? La pausa obbligatoria giornaliera di almeno 10 minuti, per chi lavora oltre 6 ore al giorno, prevista dal decreto sull’orario di lavoro [1] non è monetizzabile: ciò vuol dire che datore e lavoratore non possono accordarsi per sostituire il riposo con un’indennità, ma questo deve essere obbligatoriamente fruito. Il momento in cui deve essere goduta la pausa, però, è determinato dal datore, che può decidere di spostarla anche al termine dell’orario di lavoro, a differenza di quanto avviene per le pause obbligatorie per chi lavora al pc (o meglio per i videoterminalisti): queste pause, infatti, della durata di 15 minuti, devono essere obbligatoriamente fruite ogni 2 ore. Inoltre, a ......

 

L’apprendista può cambiare datore di lavoro?

Pubblicato il: 23-02-2017 | In : Attualità e Società, feed

0

Contratto di apprendistato: se il lavoratore cambia azienda il periodo di formazione può proseguire?   La nostra società si è sciolta, ora è diventata una ditta individuale e siamo passati dal Ccnl artigianato al commercio: l’apprendista può proseguire il rapporto, considerando che l’attività è la stessa? Deve ridursi il periodo formativo da 5 a 3 anni? Per quanto riguarda il contratto di apprendistato, quando l’attività esercitata è sostanzialmente la stessa è possibile proseguire il rapporto di lavoro con una differente azienda, senza la necessità di modificare la durata del periodo di formazione. Apprendista artigiano Anche se la ditta non può più applicare il contratto collettivo artigianato, ma terziario, difatti, il piano formativo e la qualifica di riferimento non cambiano, pertanto non è necessario ridurre il periodo formativo da 5 anni (durata massima del contratto di apprendistato, prevista per le qualifiche relative al settore dell’artigianato) a 3 anni (durata massima prevista nella generalità dei casi). È ......

 

Cambio datore di lavoro, come si fa?

Pubblicato il: 23-02-2017 | In : Attualità e Società, feed

0

Trasferimento d’azienda, trasformazione della società: come si invia la comunicazione di variazione del datore di lavoro. Quando un’azienda, o una sua parte, viene ceduta, i lavoratori non perdono il posto (tolte alcune eccezioni), ma hanno il diritto di proseguire il rapporto presso il nuovo datore di lavoro. A questo punto, però, per il datore di lavoro si pongono alcuni problemi pratici sulle modalità con cui effettuare ai servizi per l’impiego la comunicazione di variazione. Vediamo, in questo breve vademecum, in quali casi deve essere inviata la comunicazione di variazione con modello Vardatori (anziché effettuare il licenziamento del lavoratore e la riassunzione presso un’altra azienda) e quali sono i dati da indicare. Comunicazione Vardatori: quando va fatta La comunicazione Vardatori deve essere utilizzata dal datore di lavoro cosiddetto ricevente, cioè dal cessionario che riceve i lavoratori per le seguenti tipologie di eventi: variazione della ragione sociale dell’azienda; fusione della società; cessione di ramo d’ azienda; incorporazione della società; cessione di ......

 

Posso lavorare con la pensione d’inabilità?

Pubblicato il: 23-02-2017 | In : Attualità e Società, feed

0

Pensione d’inabilità a qualsiasi attività lavorativa, a proficuo lavoro e alle mansioni: è possibile rioccuparsi e cumulare la prestazione con altri redditi?   La commissione medica mi ha dichiarato inabile alle mansioni e l’Inps mi ha liquidato la pensione d’inabilità a proficuo lavoro: posso rioccuparmi? Il nuovo reddito può essere cumulato con la pensione? L’inabilità alle mansioni, l’inabilità a proficuo lavoro [1] e l’inabilità a qualsiasi attività lavorativa sono riconosciute quando è constatata una riduzione della capacità lavorativa: la riduzione è più limitata nel primo caso (alle sole specifiche mansioni ricoperte), più ampia nel secondo (a qualsiasi proficuo lavoro) ed estesa in modo assoluto nel terzo caso (a qualsiasi attività lavorativa). L’inabilità a proficuo lavoro, quindi, non coincide con l’inabilità a qualsiasi attività lavorativa: l’inabilità a proficuo lavoro, difatti, s’intende come impossibilità di continuare a svolgere una attività lavorativa continua e remunerativa [2], mentre è solo l’inabilità a qualsiasi attività lavorativa ad avere una ......

 

Che rischio se non faccio sesso con mio marito o moglie?

Pubblicato il: 23-02-2017 | In : Attualità e Società, feed

Tag:

0

L’adempimento dei doveri coniugali, relativi all’obbligo di rapporti sessuali, cade nel momento in cui la coppia è già in crisi. In tal caso non c’è addebito.   Rifiutarsi di avere rapporti sessuali con il proprio coniuge costituisce una violazione degli obblighi di assistenza morale e materiale previsti dal codice civile. Tuttavia il rifiuto di fare sesso può essere giustificato se la coppia è già in crisi per motivi pregressi. In tal caso per chi non adempie ai cosiddetti “doveri coniugali” non scatta l’addebito. Con il risultato che se si tratta della moglie, e questa ha un reddito più basso dell’uomo, può anche chiedere l’assegno di mantenimento. È quanto chiarito dalla Cassazione con una recente ordinanza [1]. Ci si può rifiutare di fare sesso con il coniuge? Di norma, non ci si può rifiutare di fare sesso nell’ambito del matrimonio, purché le pratiche non siano svilenti della figura del coniuge e rientrino nella “normalità” di ......