Warning: Use of undefined constant WPRBLVERSION - assumed 'WPRBLVERSION' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/wp-render-blogroll-links/WP-Render-Blogroll.php on line 19

Warning: Declaration of Walker_Comment2::start_lvl(&$output, $depth, $args) should be compatible with Walker::start_lvl(&$output, $depth = 0, $args = Array) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/themes/dynablue/functions.php on line 147

Warning: Declaration of Walker_Comment2::end_lvl(&$output, $depth, $args) should be compatible with Walker::end_lvl(&$output, $depth = 0, $args = Array) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/themes/dynablue/functions.php on line 147

Warning: Declaration of Walker_Comment2::start_el(&$output, $comment, $depth, $args) should be compatible with Walker::start_el(&$output, $object, $depth = 0, $args = Array, $current_object_id = 0) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/themes/dynablue/functions.php on line 147

Warning: Declaration of Walker_Comment2::end_el(&$output, $comment, $depth, $args) should be compatible with Walker::end_el(&$output, $object, $depth = 0, $args = Array) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/themes/dynablue/functions.php on line 147
KYK.it - Aggregatore blog feed RSS
Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Posso lavorare mentre sono in cassa integrazione?

Pubblicato il: 22-04-2021 | In : Attualità e Società, feed

0

Durante il periodo di sostegno il dipendente può svolgere altre attività remunerate, se compatibili con il trattamento percepito, gli orari e la fedeltà aziendale.  Sei stato collocato in cassa integrazione; non per tua scelta, ma per la sospensione o riduzione delle prestazioni lavorative, causata dalle difficoltà economiche dell’impresa. Così ora percepisci il trattamento economico dovuto, ma non ti piace stare con le mani in mano e vorresti svolgere un’attività integrativa, o alternativa: trovare una seconda occupazione, per arrotondare lo stipendio. Così ti chiedi: posso lavorare mentre sono in cassa integrazione? Ovviamente senza perdere il beneficio economico, altrimenti la domanda sarebbe inutile. Il tuo obiettivo è svolgere un’altra attività lavorativa remunerata conservando il trattamento di integrazione salariale che stai percependo. La risposta, come vedrai ora, è tendenzialmente positiva, con alcuni limiti che ti spiegheremo. Cassa integrazione: cos’è e come funziona La cassa integrazione è un trattamento di integrazione salariale che spetta nei casi di sospensione ......

 

Colonnine per la ricarica in Italia: il progetto di Acea Energia per la mobilità

Pubblicato il: 22-04-2021 | In : feed

0

Grazie agli incentivi economici e a una nuova sensibilità per l’ambiente, il numero delle auto elettriche immatricolate nel 2020 ha battuto ogni record. Anche la rete infrastrutturale sta tenendo il ritmo: ecco quante colonnine ci sono in Italia e come prenotarle.   Le immatricolazioni di auto totalmente elettrificate o plug-in hybrid sono in aumento. Si consideri che nel 2019 sono state vendute circa 17.000 auto elettriche. Nel 2020, nonostante la pandemia, il numero ha superato di gran lunga le attese e l’Italia si è collocata tra le prime posizioni della Top 10 europea. La distribuzione di colonnine di ricarica però finora non è stata omogenea. A fine 2019 i punti di ricarica erano circa 9.100, un anno dopo hanno superato i 13.000. Nella mappa suddivisa per regioni la maggior parte dei punti di ricarica è concentrata al Nord, in particolare in Lombardia, seguono Lazio, Sicilia, Toscana ed Emilia-Romagna. Questo scenario, probabilmente, è destinato a ......

 

Come si distinguono i vari tipi di società?

Pubblicato il: 22-04-2021 | In : Attualità e Società, feed

0

L’esercizio in comune di un’attività d’impresa può assumere diverse forme giuridiche, riconducibili a due principali categorie in base all’oggetto e alla responsabilità dei soci. Spesso, succede che per svolgere un’attività economica più soggetti si accordano tra loro, mettendo in comune i capitali da investire e le competenze specifiche necessarie. Quindi, convengono di formare una società. Al momento dell’effettiva costituzione, i soci devono stabilire quale tipologia di società, tra quelle disciplinate dal legislatore italiano, risponde meglio alle proprie esigenze sotto il profilo dell’organizzazione, della responsabilità e degli scopi da realizzare. La scelta è semplice se conoscono come si distinguono i vari tipi di società. La differenziazione si basa principalmente su due elementi: l’oggetto che si intende perseguire oppure il diverso grado di responsabilità dei soci. In rapporto al primo elemento, il Codice civile diversifica le società commerciali dalle società non commerciali mentre con riferimento al secondo distingue tra società di persone e società ......

 

Caffè o aperitivo al banco da lunedì: si rischia la multa?

Pubblicato il: 22-04-2021 | In : Attualità e Società, feed

0

Il nuovo decreto parla di consumazioni al tavolo e all’aperto dal 26 aprile senza distinguere il tipo di locale. Senza chiarimenti, tocca aspettare giugno. In tanti l’aspettavano, eccola servita: la zona gialla ritorna lunedì 26 aprile in mezza Italia. Tra polemiche e sospiri di sollievo, tra chi dice che si poteva fare di più e chi sostiene che è già tanto poter uscire dai confini del proprio Comune (ammesso che non fosse già stato fatto). Chi sposa quest’ultima filosofia e preferisce guardare il lato positivo del decreto approvato dal Consiglio dei ministri, accoglie con una certa soddisfazione la possibilità di poter andare a mezzogiorno a mangiare al ristorante o a farsi una pizza la sera, purché all’aperto ed a una certa ora: alle 22 scatta il coprifuoco e bisogna essere di ritorno a casa. Tanto per cambiare, però, c’è un passaggio che mette in confusione chi non vedeva l’ora di prendere un ......

 

Accusa falsa di mobbing: c’è calunnia?

Pubblicato il: 22-04-2021 | In : Attualità e Società, feed

0

Denuncia per vessazioni da parte del datore di lavoro: quando l’accusa ingiusta costituisce reato e quando, invece, è lecita? Quando si incolpa qualcuno di aver commesso una condotta illecita bisogna prestare molta attenzione: per la legge italiana, infatti, l’accusa ingiusta può costituire essa stessa un crimine, per la precisione quello di calunnia. Contrariamente a quanti molti pensano, però, non è sufficiente la semplice infondatezza della denuncia per far scattare la calunnia: ciò che occorre è la piena consapevolezza di aver mosso un’accusa totalmente falsa. Cosa accade se un dipendente denuncia ingiustamente il proprio datore di lavoro? Per la precisione: c’è calunnia per un’accusa falsa di mobbing? Secondo una recente sentenza della Corte di Cassazione [1], non rischia una condanna per calunnia chi accusa falsamente di mobbing i propri capi, purché tale contestazione sia inevitabile nell’ambito di una propria difesa in giudizio. Peraltro, a tale conclusione si può giungere anche per mezzo di ......

 

Winter Slider

Pubblicato il: 22-04-2021 | In : Bambini, feed, Giochi e Gambling, Videogame

0

Siamo ancora nel pieno del periodo natalizio e questo gioco, dal titolo Winter Slider, è un avvincente  puzzle game di tipo match3 dove dovrai essere rapido nel formare dei gruppi di almeno tre elementi natalizi identici. Sposta in orizzontale o in verticale le righe o le colonne  per formare più gruppi possibili. Individua le mosse più corrette per formare le varie catene composte da alberelli di Natale, da pacchi regali, da pupazzi di neve e da altri oggetti tipicamente natalizi. Puoi giocare in due diverse modalità. Buon divertimento. ...

 

Come chiedere l’intitolazione di una strada

Pubblicato il: 22-04-2021 | In : Attualità e Società, feed

0

La procedura da seguire per intestare un luogo pubblico o aperto al pubblico ad una personalità di rilievo o ad un evento storico importante può cambiare da Comune a Comune. La legge italiana [1] prevede la possibilità per enti, associazioni, persone giuridiche e semplici cittadini di domandare all’amministrazione comunale di denominare una nuova strada, una piazza oppure un parco. La richiesta può avere ad oggetto anche l’iscrizione di lapidi commemorative, la dedica di monumenti e la loro realizzazione. Di solito, è il regolamento sulla toponomastica comunale e sulla numerazione civica a disciplinare la procedura su come chiedere l’intitolazione di una strada. Affinché la proposta venga accettata, il nome deve essere comunque legato ad eventi, a soggetti o a luoghi che sebbene di rilevanza internazionale o nazionale, siano in qualche modo legati alla storia della città o abbiano rilievo in relazione agli interessi della comunità locale. Nessuna strada o piazza pubblica può essere intitolata ......

 

Sanificatrice ad ozono: non solo ambienti, ma anche abbigliamento, oggetti, auto 

Pubblicato il: 22-04-2021 | In : Curiosità, Di tutto un pò!, feed

0

Quando pensiamo alla sanificatrice ad ozono, la nostra mente corre immediatamente alle stanze della nostra casa oppure all’ufficio, a tutti quegli ambienti in cui dobbiamo trascorrere il nostro tempo e in cui è possibile che siano presenti germi, batteri e virus. È importante però ricordare che la sanificatrice non permette di sanificare solo l’aria presente in un ambiente e le sue superfici, ma anche gli oggetti in essa presente.  Quali oggetti è bene che siano sottoposti a sanificazione  La sanificazione ad ozono è perfetta per eliminare germi, batteri e virus dai macchinari elettronici presenti in ogni ambiente della casa o in ufficio. Pensiamo alla televisione, a tutti gli elettrodomestici, ai computer, ai tablet, agli smartphone. Questi sono macchinari che hanno un estremo bisogno di essere sanificati, perchè li tocchiamo in continuazione, anche con le mani sporche e quindi possono essere soggetti a contaminazione. Non possono essere sanificati con altri prodotti in modo ......

 

Notaio non versa le imposte di compravendita: che succede?

Pubblicato il: 22-04-2021 | In : Attualità e Società, feed

0

L’omesso pagamento dei tributi dovuti sull’atto comporta un accertamento fiscale e l’irrogazione di sanzioni a carico del cliente, non del professionista. Se hai stipulato un atto di compravendita immobiliare saprai bene che il notaio ti chiede il versamento anticipato delle somme necessarie per le imposte di registro e di trascrizione. Di solito, esse vengono pagate dal cliente al momento del rogito, insieme agli onorari dovuti, e il notaio si occuperà degli adempimenti successivi; infine, consegnerà alle parti l’atto regolarmente registrato e, ovviamente, con le imposte già assolte. Ma che succede se il notaio non versa le imposte di compravendita? È responsabile del mancato adempimento oppure il Fisco può rivolgersi alle parti dell’atto per richiedere a loro il pagamento? E se c’è una responsabilità del notaio, è concorrente con quella del suo cliente oppure è esclusiva? La risposta arriva da una nuova pronuncia della Cassazione [1] che prende le mosse dall’obbligatorietà della procedura telematica per ......

 

Farmaci con effetti collaterali: chi è responsabile?

Pubblicato il: 22-04-2021 | In : Attualità e Società, feed

0

Il foglietto illustrativo deve indicare tutti i possibili effetti indesiderati; la casa farmaceutica risarcisce se non ha rispettato i protocolli di produzione. Hai mai letto il “bugiardino”, il famoso foglietto contenuto all’interno delle confezioni dei farmaci? Se lo hai fatto, avrai scoperto la presenza di numerosissimi “effetti collaterali”: è un elenco, lungo e quasi spaventoso, di tutto ciò che ti potrebbe succedere assumendo quel prodotto. In sostanza, la casa farmaceutica produttrice ti avverte che prendendo quel medicinale potresti avere effetti indesiderati: complicanze e disturbi vari e più o meno transitori, fino ad alcune malattie gravi. La probabilità che ciò succeda è rara, ma l’avvertenza è comunque obbligatoria e, come dicono le istruzioni, bisogna «leggere attentamente le modalità d’uso». Ma basta dire che potrebbe esserci un pericolo per liberarsi dalla propria responsabilità? Ovviamente no. Serve molto di più. La responsabilità della casa farmaceutica per gli effetti collaterali dei medicinali si fonda su alcuni ......

 


Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524

Warning: Use of undefined constant user_level - assumed 'user_level' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/giancarlospadini/kyk.it/wp-content/plugins/ultimate-google-analytics/ultimate_ga.php on line 524